Utente 434XXX
buongiorno.

qualche tempo fa feci una seduta di igiene dentale durante la quale per pulire tra gli incisivi è stata usato una fresa (o un frese, non so quale sia la dicitura corretta) in acciaio. il dentista è stato normalmente delicato (o normalmente intenso, che è lo stesso), tranne che per due "colpi" (in effetti sembravano proprio tali) che sono stati abbastanza decisi, per usare un eufemismo, visto che mai da quando faccio la pulizia dentale ho visto questa intensità, che mi ha ricordato quella di un maniscalco. fatto sta che dopo, guardandomi allo specchio, ho notato che in due punti è rimasta una linea, verticale, a cavallo tra i due incisivi dell'arcata inferiore, proprio dove la fresa è stata passata.

mi domando se è possibile che il dentista abbia graffiato lo smalto, o comunque la superficie più esterna, visto che questa striscia non è color avorio come il resto del dente e com'era in precedenza, ma un po' più spenta, diciamo più sul grigio. preciso che non ho sentito dolore, durante la pulizia, però non saprei come spiegarmi queste due strisce grigie, se non come l'effetto dei due colpi forti(due strisce due colpi forti, coincidenza?).

grazie per l'attenzione dei signori medici che vorranno rispondere.

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
normalmente con l'uso corretto che se ne dovrebbe fare gli strumenti per l'igiene non dovrebbero provocare lesioni allo smalto.
da quello che lei ci dice sembra che un uso eccessivamente forzoso degli stessi le abbia provocate. erroneamente potrebbe succedere altro ew di più non possiamo purtroppo dirle; lo facci apresente comunque al suo dentista che le darà le spiegazioni più opportune
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 434XXX

gentile dott. finotti,
la ringrazio per la rapida e cortese risposta.
appena mi sarà possibile tornerò dal dentista a chiedere spiegazioni, ma vorrei per il momento sapere cosa mi potrebbe suggerire, qualora si trattasse effettivamente di graffi allo smalto. un dentifricio per rimineralizzare potrebbe rimettere le cose a posto? o un colluttorio, non so...

inoltre ho un'altra curiosità: per mia esperienza, fino a quando non ho effettuato quest'ultima pulizia dentale, non dovrebbe uscire sangue, anche se suppongo che possa capitare. questa volta invece tutti i colletti avevano delle microabrasioni che sono rimaste, nel senso che sono rimaste visibili, anche dopo che il sangue ha smesso di uscire.
immagino che, come un taglio o le afte, anche queste passino, ma mi chiedevo se un pulizia dentale che possa definirsi buona deve cercare di essere profonda anche a scapito delle gengive (non solo far uscire sangue, ma alla lunga rovinare i colletti e scoprire il dente) o se piuttosto non dovesse cercare di rispettare di più le gengive essendo più delicata.

la ringrazio anticipatamente (ovviamente ringrazio eventuali altri medici che vogliano rispondermi).

distinti saluti

[#3]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le manovre di igiene professionale sono state effettuate solo con strumenti meccanici o anche manuali?
Attendo sua risposta x poter poi darle la mia.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4] dopo  
Utente 434XXX

gentile dott. muraca,

sono stati adottati anche strumenti manuali, e per l'appunto è stato con una fresa d'acciaio (non è questo il nome di quello strumento appuntito in metallo che fa parte del kit da dentista?) che il dentista mi ha graffiato lo smalto dei denti in prossimità del solco interdentale, però ancora sulla parte frontale del dente.

sa dirmi qualcosa, circa possibili metodi per ripristinare lo smalto (come chiedevo all'altro dottore, dentifrici, colluttori, ecc.)?

la ringrazio per l'attenzione.

[#5]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Penso si riferisca ad una curette. E' difficile creare un solco con una curette, a meno che non si trattava di una zona decalcificata e con la strumentazione è "saltato" un pezzetto di smalto. L'unica cosa è farlo presente al collega e riparare il tutto con del composito flow.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#6] dopo  
Utente 434XXX

gentile dott. muraca,

in effetti ha ragione lei nel dire che si trattava di una curette. però non è "saltato" un pezzo di smalto, bensì è come se mi avesse rigato lo smalto vicino al solco interdentale, dove il dentista voleva pulire, proprio come avviene quando uno riga la fiancata di una macchina con le chiavi. che sia stato "violento" in quel gesto mi sembra, sulla base della mia precedente esperienza, più che evidente. e in seguito allo specchio ho constatato questa riga, meno bianca, in corrispondenza di dove la curette è stata utilizzata con maggior forza.

pertanto, perdoni se mi ripeto, non esiste un dentifricio (o qualcosa di simile) ch'io possa utilizzare per ricostruire lo smalto graffiato senza dover tornare dal dentista?

la ringrazio. saluti

[#7]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
No.
I dentifrici rimineralizzano solo nelle intenzioni della pubblicità.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)