Utente
Buongiorno,
Sono una ragazza di 24 anni,circa un mese e mezzo fa quando masticavo ho iniziato ad accusare un leggerissimo dolore al secondo molare sinistro dell’arcata superiore, ho deciso di andare dal dentista il quale mi ha detto che c’era una piccola carie e l’ha rimossa, dopo la rimozione della carie il dente è rimasto molto alto e mi sono accorta che quando chiudevo la bocca il molare destro non toccava più il dente corrispondente nell’arcata inferiore, il dentista però ha detto che era normale e che sarebbe passato.
Dopo un mese però il dente mi faceva molto male a masticare e continuavo a sentire che quando chiudevo la bocca i denti di destra non si toccavano tra loro, sono tornata dal dentista il quale mi ha detto che il dente probabilmente era un po’ alto e quindi l’ha limato dicendo che in due o tre giorni il dolore sarebbe passato.
Da quel giorno sono passate due settimane e il dente continua a farmi male quando mastico tanto che non riesco più a masticare da quel lato.
Qualche anno fa mi è successa una cosa simile (forse era anche lo stesso dente di adesso ma non ricordo bene) cioè che dopo la rimozione di una carie il dente ha continuato a fare male e il dentista da cui andavo allora ha detto che era da devitalizzare, allora ho deciso di rivolgermi a un altro dentista il quale ha riaperto l’otturazione e mi ha detto che c’era ancora la carie, l’ha rimossa e tutto si è risolto.
Non so come comportarmi, perché da un lato non voglio mettere in dubbio la competenza del mio dentista di aver rimosso la carie correttamente, ma dall’altro non voglio neppure rischiare che ci sia ancora una carie che sta progredendo nel mio dente.

Voi come mi suggerireste di agire?

Ringrazio anticipatamente per la risposta

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
potrebbe essere necessario riaprire l'otturazione e isolare niovamente la preparazione effettuata per ridurre la sensibilità
l'unica cosa certa è che così non può stare per cui è necessario reintervenire
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Rifare l'otturazione e cambiare odontoiatra.
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#3] dopo  
Utente
Gentili dottori,
Vi ringrazio molto per la risposta, scrivo per raccontare l'epilogo della vicenda.
Lunedì sono tornata dal dentista, e lui mi ha detto che probabilmente la carie che mi aveva rimosso era molto profonda e che il dolore che sentivo era causato da una sofferenza del nervo e che quindi molto porbabilmente il dente sarebbe stato da devitalizzare, io allora gli ho chiesto se non poteva provare a rifare l'otturazione prima di devitalizzarlo e lui ha detto di sì.
Mi ha fatto l'anestesia per riaprire il dente e rifare l'otturazione ma appena ha fatto la puntura ho sentito la faccia che si gonfiava, cosa che non mi era mai successa prima quando ho fatto altre volte l'anestesia, gli ho chiesto se era normale e ha detto che era normale.
Sono tornata a casa con la faccia gonfia pensando che si sarebbe sgonfiata velocemente e invece si è sgonfiata molto poco ed è anche comparso un livido.
Ieri sono tornata dal dentista e mi ha detto che nella zona in cui si pratica la puntura dell'anestesia c'è un punto in cui passano un nervo ed un'arteriola e che evidentemente nel fare la puntura mi ha toccato quel punto causando un travaso di sangue, mi ha detto di stare tranquilla che sarebbe passato inqualche giorno.
Oggi sono passati due giorni e la guancia è ancora gonfia e on un livido, siccome l'esperienza con questo dottore non è stata delle migliori mi permetto di chiedere ancora una volta il vostro parere, è normale quello che è successo? come posso far passare il gonfiore?

Vi ringrazio moltissimo

Cordiali saluti

[#4]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
non è normale ma può succedere
mi sembra che qualche consiglio l'abbiamo già dato
per la "tumefazione" gli impacchi caldi permettono un più rapido riassorbimento
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#5]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io non so in quali mani lei è capitata.
NULLA di tutto quello che lei racconta è "normale", ma sono tutte cose che possono capitare.

La cosa più difficile, per un paziente, è scegliere un BUON dentista.
Per noi dentisti è abbastanza semplice: conosciamo le cose.
Ma per un paziente può essere molto difficile.

Per questo ho scritto alcuni articoli che possono orientarla.

https://www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/255-la-diga-di-gomma.html

https://www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/546-scegliere-un-buon-dentista-criteri-empirici-di-valutazione.html
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)