Utente 495XXX
Salve,intanto vi ringrazio per il servizio che rendete.
Vi spiego il mio problema:
Ultimamente spazzolando i denti,avevo un forte sanguinamento delle gengive...purtroppo,ho sottovalutato la situazione e una mattina mi sono ritrovato tutte le gengive rigonfie e doloranti.
Sono di Roma,quindi mi sono recato presso il centro odotroiatico Eastman,dove mi hanno diagnosticato una gengivite e segnato dei medicinali da prendere,Spiracina e sciaqui con Clorexidina,oltre ad una pulizia dentale.
Il parere affrettato del medico però mi ha lasciato molti dubbi.
Prima di tutto,le mie gengive sono regredite dal dente,il chè mi ha fatto pensare ad una parodontite,non ad una semplice gengivite.
Inoltre non comprendo le cause scatenanti,visto che recandomi successivamente dal dentista per la pulizia dei denti,lo stesso dentista si è rifiutato non trovando nessuna traccia di placca o tartaro,ma solo una caria localizzata sul dente del giudizio.
Questo mi ha piuttosto preoccupato...ormai tra l'altro sono passate ben 2 settimane,periodo in cui mi sono curato con i medicinali prescritti dal medico dell'Eastman,senza ricevere alcun benificio,apparte una leggera diminuzione del sanguinamento lavandomi i denti e un colore appena più roseo delle gengive.
Ho solo 21 anni e inoltre ho sempre curato la mia igiene orale...questo mi ha portato a pensare che le cause possano essere altre ( anche essendo un forte fumatore e consumando spesso alcolici ),ed informandomi,ho scoperto che alcuni sintomi dell'HIV sono proprio quelli delle gengiviti e parodontiti.
Ho avuto un rapporto non protetto nel dicembre scorso e un rapporto orale in Agosto.
La cosa mi stà terrorizzando,anche se non ho nessun altro sintomo ( niente gonfiore dei linfonoti,nessuna febbre o diarrea cronica ) apparte una perdita di 9 Kg.
Le domande che vi pongo sono queste:
1) Cosa differenzia esattamente una gengivite da una parodontite?
2) Quanto tempo generalmente ci mette una di queste 2 malattie a guarire completamente sotto effetto dei medicinali che sopra vi ho elencato?
3) Dopo 1 anno,può la gengivite o parodontite che sia essere un sintomo dell'HIV?
4) Le cause,non presentando placca o tartaro, possono essere anche semplicemente quelle del fumo e dell'alcool?
5)Mi consigliate comunque un test dell'HIV anche avendo come sintomo oltre alla gengivite/parodontite solo quello della perdita del peso? E se si,dove posso recarmi senza prenotazione per svolgerlo a Roma?

Vi ringrazio in anticipo per le vostre eventuali risposte ( anche solo parziali ).

[#1] dopo  
Dr. Elio Chello

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
La gengivite è una infiammazione delle gengive, con sanguinamento e dolore alla masticazione, la cui causa è il ristagno del cibo tra denti e gengive:

La parodontite è una infiammazione dei tessuti parodontali con formazione di tasche gengivali, ipermobilità dentale; è, in definitiva,una espansione dell'infiammazione dalla sola gengiva al legamento parodontale, ed è espressione dell'età adulta.
Le c ause possono sicuramente essere molteplici, fra cui alimentazione, alcool, fumo.

Consiglierei un test HIV, non tanto per la gengivite,che sicuramente regredirà se curata, ma per i rapporti non protetti avuti precedentemente.


Cordiali Saluti

Dott. Elio Chello
Dott. Elio Chello

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Caro utente, innanzi tutto, la perdita di peso è da relazionare con una dieta? In quanto tempo ha perso i suoi 9 Kg? Il sanguinamento gengivale è spontaneo? Il mio consiglio è quello di effettuare al più presto un esame ematico completo (ricercando, per una sua sicurezza, anche l'HIVag.)
Ci faccia sapere.
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#3] dopo  
Utente 495XXX

Grazie per l'attenzione che mi state mostrando e per i consigli.
No,la perdita di peso non è dovuta ad una dieta ed è avvenuta nell'arco di 5 mesi più o meno.
Devo dire però che per la mia altezza,1.90 cm,sono sempre stato piuttosto magro...al massimo sono arrivato a 73 Kg,mentre ora peso 64-65 Kg. Inizialmente avevo pensato che la perdita di peso fosse dovuta alla vita piuttosto sregolata che conduco ( per esempio salto spesso qualche pasto,inoltre dormo ad orari sbagliati,mi addormento solo verso le 5 di mattina e mi sveglio verso le 2 di pomeriggio,quindi non pranzando. ) ma la comparsa della gengivite e di un pò di stanchezza fisica mi ha fatto pensare al peggio.
Il sanguinamento gengivale non è spontaneo,mi capita solamente quando mi lavo i denti con lo spazzolino e fortunatamente non presento ipermobilità dentale.
Informandomi,ho saputo che di norma la gengivite dovuta dal virus dell'HIV è di tipo "ulcerativa necrotizzante",cosa che non credo di presentare essendo stato controllato da un dentista e un paradontologo,i quali non mi sono sembrati troppo "preoccupati" per la mia situazione.

Quindi,una normale gengivite è da escludere come sintomo dell'HIV?
Inoltre la causa della gengivite può essere dovuta solo dall'alcool e dal tabacco e non da placca e tartaro,anche alla sola età di 21 anni?
Ah per finire,3 anni fà eseguendo una normale analisi del sangue,mi diagnosticarono una mononucleosi "passata",insomma che ero stato infetto ma l'avevo superata...può anche la mononucleosi essere un sintomo di HIV o è un virus totalmente differente?

Purtroppo la mia più grande paura è di essere infetto di HIV da anni,visto che,avendo ormai una relazione stabile con una ragazza sana da 3 anni,non ho più avuto rapporti occasionali ( apparte quello da me descritto nel precedente post durante un periodo di distacco,con una ragazza della mia età e non una prostituta ).Inoltre la mia ragazza è in salute,non presenta nessun sintomo tranne alcuni Herpes con comparsa periodica che presenta fin da bambina.Se fossi infetto tra l'altro,non avrei dovuto presentare altri sintomi in questo lungo periodo di tempo oltre quelli che vi ho elencato?
Se può esservi utile per darmi una risposta,l'ultimo test dell'HIV da me effettuato con risultato negativo risale all'inizio del 2004.

Vi ringrazio in anticipo sperando in una vostra rapida risposta,viste le preoccupazioni che mi stanno ossessionando.Mi dispiace inoltre per la lunghezza spropositata del topic,ma era giusto a mio parere descrivervi completamente la situazione e le mie paure.
Cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Una normale gengivite è praticamente da escludere come sintomo precoce di hiv, stia tranquillo. Piuttosto le consiglio di fare un esame del sangue che comprenda,tra l'altro, un emocromo completo. Auguri.
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Tranquillo, la sua è sicuramente una situazione di infiammazione gengivale che può capiatre a chiunque. In ogni caso, continuo a ripeterglielo: faccia un esame del sangue completo. A presto
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#6] dopo  
Utente 495XXX

Grazie mille per le risposte,veramente.
Comunque ho deciso che effettuerò un test HIV per sicurezza oltre che un analisi del sangue completa come mi avete consigliato.