Utente 511XXX
Buongiorno a chi mi legge, ho un problema che mi assilla da alcuni mesi esattamente da dicembre; la sensazione di essermi scottata la lingua oltre alla poca percezione del gusto e una eccessiva salivazione dolciastra. Anche le gengive del palato sono un pò infiammate. Di tutto questo davo la colpa al fumo (25 sigarette al giorno), ma da 50 giorni, con molte difficoltà, ho smesso. Il problema non è passato, anzi, è peggiorato. Il mio medico non mi ha dato una risposta precisa, mi ha consigliato solo di attendere, ma sono quasi 4 mesi ed è molto fastidioso. C'è una soluzione?
Grazie infinite
(Donna, 43enne)

[#1] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
CARISSIMA,
CREDO CHE IL SUO PROBLEMA SIA DI NATURA SECONDARIO ODONTOSTOMATOLOGICO, NEL SENSO CHE LA SUA STOMATITE E' SENZ'ALTRO DA ADDEBITARE A PROBLEMI SISTEMICI.
SICURAMENTE, UNA BUONA VISITA MEDICA GENERALE E POI INTERSNISTICA POTRA' RISOLVERE IL SUO PROBLEMA.
TUTTAVIA, UNA VISITA ODONTOSTOMATOLOGICA ANCHE POTRA' ESSERLE UTILE PER INDIRIZZARE LA DIAGNOSI CLINICA E STRUMENTALE. RICERCHEREI LE CAUSE PRINCIPALMENTE IN MALATTIE SISTEMICHE A CARICO DELL'APPARATO GASTRO-ENTERICO E SOPRATTUTTO EMOPOIETICO, SENZA TRALASCIARE UN BUON BILANCIO VITAMINICO.
LA SALUTO CON AFFETTO
DOTT. ANTONIO CILIO

[#2] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino

16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
bisognerebbe conoscere un pò meglio le sue abitdini di vita.. se ad esempio utilizza colluttori a base di clorexidina.. se prende dei farmaci..se ci sono abitudini viziose nelle masticazione e/o deglutizione.. se sono presenti manufatti protesici o otturazioni metalliche in bocca.. etc scartati tutte le cause odontoiatriche può essere utile rivolgersi anche ad un otorinolaringoiatra.
Saluti dr Enio Dell'Artino
Dr Enio Dell'Artino
Viale Lavagnini, 45 Firenze
Via Colombo 16/b Scandicci Fi
tel 055 481829 - 499646

[#3] dopo  
Dr. Pietro Convertino

24% attività
0% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Gentile paziente il suo problema è probabilmente da riferirsi ad una sindrome detta della bocca che brucia meglio conosciuta in inglese come "Burning mouth syndrome". Si associa speso a cause idiopatiche ma potrebbe anche essere associata ad allergie da contatto o anche a problemi di gastrite cronica o esofagite da reflusso. Mi piacerebbe sapere la sua età perchè potrebbe anche essere associata a postmenopausa per alterazioni dell'asssetto estrogenico. O anche a carenze vitaminiche.
Pertanto le consiglio di consultare un reparto di patologia orale di qualche università di odontoiatria.
Se vuole qualche suggerimento veda Firenze nella persona del Prof. Ficarra, anche se anche a Padova essendoci la Facoltà di Odontoiatria dovrebbe esserci anche un reparto di Patologia Orale.
La saluto cordialmente e rimango a sua disposizione per qualsiasi chiarimento al n. 080/4322607.

Dr. Pietro Convertino
Alberobello(BA)
Dr. Pietro Convertino
Odontoiatra

[#4] dopo  
Dr. Emilio Nuzzolese

32% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
MATERA (MT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Il suo problema richiede una valutazione delle sua abitudini alimentari e, probabilmente anche analisi ematiche. La lingua è, infatti, un tessuto che risente molto, e prima degli altri, di disturbi agli organi interni. Questo significa che il bruciore può, però, riconoscere diverse cause. Ci potrebbero trattare di una semplice carenza vitaminica (in genere del complesso B) oppure situazione generali a carico degli organi interni, che richiedono ulteriori analisi. Si potrebbe, però, anche trattare di un disturbo locale, determinato dalla presenza di protesi dentali fisse o otturazioni in amalgama abbastanza recenti a cui, per la presenza dei metalli, lei è intollerante o allergica.
In genere questo problema alla lingua viene affrontato per esclusione, eseguendo prima delle terapie locali e solo successivamente, se non si ottengono benefici, si scende in profondità con la valutazione.
Le consiglio, pertanto, un multivitaminico e un collutorio a base di nimesulide.
Cordiali saluti.
Dott. Emilio Nuzzolese
Odontoiatra, Dottore di Ricerca
Chirurgia Orale, Odontologia Forense

[#5] dopo  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Signora,
a tutti i numerosi consigli che ha ricevuto dai Colleghi precedenti, ritengo di sottolineare che possa trattarsi di reflussi acidi gastro-esofagei e pertanto Le consiglio di sottoporsi ad una gastroscopia (eventualmente per via transnasale poichè tale metodica consente di studiare bene anche il tratto esofageo superiore).
Dott. Roberto Mangiarotti