Utente 286XXX
Ho appena inserito un ponte per la mancanza di un molare inferiore sinistro causa fallimento impianto di 3 anni fa. Il molare ed il premolare su cui sono state inserite le corone di sostegno per il dente mancante non sono stati devitalizzati. Ho al momento ancora il ponte provvisorio. Ho avvertito problemi durante la masticazione, in particolare quando masticavo non dove ho il ponte ma dalla parte opposta qualcosa di duro (es. biscotti o pane croccante avvertivo un fastidio sul premolare incapsulato). Dopo un paio di giorni sono tornato dal dentista per risolvere il problema e dopo gli invani tentativi di ridurre il carico sul premolare limando quella corona si è scoperto che il problema era all'interno della corona, cioè provando a togliere il ponte ed appoggiarlo senza cementarlo non avvertivo alcun fastidio. E' stato quindi scaricato internamente ed ora quel fastidio è davvero minimo. Il dentista mi ha rassicurato dicendomi che il definitivo sarà tutta un'altra cosa e probabilmente problemi non ne avrò. Ora però avverto una forte sensibilità al freddo sui denti coperti dalle corone, cosa che dopo la prima posizione del ponte, non avvertivo. Devo star tranquillo ed il forte fastidio al freddo sparirà da solo ed è solo dovuto al fatto che oggi mi ha toccato i due denti vitali per riposizionare il dente oppure devo tornare dal dentista al più presto? Può essere che per "allegerirlo" sotto la corona abbia messo poco cemento e che quindi non sia adeguatamente protetto? E poi, cosa più importante, è vero che se nel tempo si ripresenteranno questi problemi di sensibilità ed i denti dovranno essere devitalizzati, essendo stati ridotti ora a monconi, andrà fatto forando da sopra le corone col rischio di rompere il ponte? Ho letto che se non necessario si sconsiglia la devitalizzazione di denti da incapsulare ma può succedere quello che ho scritto sopra? Grazie per la vostra attenzione

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
le sue domande sono davvero tante.
Restando al problema reale cioè quello della sensibilità, è probabile che la causa, come Lei stesso ha ipotizzato, sia da rinvenire nella revisione del manufatto e/o in una cementazione con difetto di materiale, che ha lasciato scoperte alcune zone dei monconi.
Le consiglio di ritornare dal suo dentista se la sintomatologia dovesse permare e tanto più aumentare, per evitare danni al tessuto dentinale e pulpare.

Il manufatto definitivo, come del resto anche il provvisorio, non deve presentare difetti di sigillo marginale ed occlusali.

E' preferibile mantenere i denti pilastro vitali: l'eventualità di una successiva devitalizzazione perchè sensibili non elimina la causa ma soltanto il sintomo, dato che in questi casi il manufatto non è stato realizzato a regola d'arte mancando il sigillo marginale, cioè in pratica non ricopre perfettamente il moncone isolandolo totalmente dalla saliva, questo causa appunto sensibilità, ma anche rischio di carie e quindi distruzione del moncone stesso.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

concordo con la risposta del Dott. Palomba, consideri inoltre che l'eventuale terapia canalare (devitalizzazione) degli elementi dentari potrebbe essere necessaria solo se si sviluppasse una patologia pulpare (pulpite) o un granuloma a carico dei denti pilastro del ponte.

In questo sfortunato caso bisognerebbe forare le corone, come ha scritto lei.

Cordialmente
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Quando un impianto fallisce, la prima opzione terapeutica è rifarlo.

Per le restanti considerazioni le hanno risposto i miei colleghi in modo completo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 286XXX

Se non è stato rifatto l'impianto è perchè l'osso naturale mancava e quello artificiale inserito con membrana ed integratosi dopo 3 mesi si è di nuovo "esaurito" quasi completamente dopo soli 3 anni e pertanto il dentista mi ha sconsigliato di rifarlo.
Ad ogni modo oggi sono tornato dal dentista ed in effetti sentivo freddo perchè internamente il ponte si era staccato, così mi ha detto, anche se io non me ne ero accorto. Oggi mi ha ricementato l'interno del ponte miscelando due prodotti e quindi riposizionato il ponte. Provando a soffiare con lo strumento non avvertivo sensibilità. Provando a far sciacqui a casa con acqua molto molto fredda però per alcuni secondi avverto ancora una forte sensibilità dopo lo sciacquo! Mangiando però il gelato non avverto alcuna sensibilità, solamente lo sciacquo con acqua molto fredda me la fa sentire. Il dentista mi ha rassicurato dicendomi comunque che le capsule del ponte definitivo copriranno molto meglio alla base e sotto gengiva i monconi non devitalizzati. E' corretto? Non mi devo preoccupare ed attendere soffrendo un pò i restanti 30 giorni che mi mancano per l'impronta del definitivo ed i successivi 15 per la posa del definitivo o è meglio anticipare i tempi per non rischiare di danneggiare i due monconi non devitalizzati vista la situazione attuale? La prima posa del definitivo è quindi fissata tra 45 giorni e poi ho un altro appuntamento dopo altri 7 giorni, non so se sarà un controllo o cos'altro... sono preoccupato anch perchè secondo lui è tutto stato fatto bene. Attendo vostri pareri. Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
"Il dentista mi ha rassicurato dicendomi comunque che le capsule del ponte definitivo copriranno molto meglio alla base e sotto gengiva i monconi non devitalizzati. E' corretto?"

Sì.

Bisogna aggiungere però che in generale le protesi fisse provvisorie (ponti e capsule) sono ribasabili, cioè i loro margini possono essere perfezionati fino alla completa ricopertura dei monconi, anche ne punti al di sotto della gengiva, ottenendo risultati molto vicini a quelli delle protesi definitive.

Cordiali saluti

Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Da quello che dice nell'ultimo post non vedo niente di allarmante o preoccupante, i suoi problemi erano dati, in ordine di apparizione, da precontatti e scementazione, risolti questi tutto è tornato nella normalità di una protesizzazione provvisoria. Stia tranquillo e si fidi del suo odontoiatra.
P.S. le prove con l'acqua da freezer li lasci stare.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.