Utente 258XXX
Buongiorno,

esattamente 15 giorni mi è stato estratto un molare inferiore, inserito un perno in titanio con l'aggiunta di osso per, diciamo così, chiudere il buco.
Il post operatorio è stato abbastanza doloroso in quanto le radici del molare erano fratturate e l'estrazione è stata un po' complicata. Mi sono gonfiata molto. Ho avuto forti dolori per almeno una settimana e ho seguito tutte le raccomandazioni del mio medico quindi antibiotico, antinfiammatori e sciacqui.
La domanda che vorrei porle è questa.Nonostante il gonfiore si sia molto ridotto ed il dolore sia passato, è normale che a due settimane dell'intervento abbia ancora la guancia gonfia come se tenessi in bocca una caramella? La sento tirare e a volte formicolare. Il dott. disse che il nervo non era stato interessato.
Ho paura di rimanere così per sempre... Ah... dimenticavo! Gengiva e guancia si lacerarono fino a metà bocca.
Tornerò come prima?
Grazie.

Barbara 38

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La guarigione dei tessuti molli richiede solitamente periodi compresi tra le 6 e le 8 settimane.
Può esser normale che i tessuti non siano ancora guariti e sia presente ancora una certa quota di gonfiore (anche se solitamente scompare in tempi più brevi).
E' possibile che all'origine del problema che riferisce ci siano l'estrazione un pò complicata, la lacerazione dei tessuti molli o magari il fatto che dopo l'inserimento dell'impianto e l'innesto osseo il dentista "per chiudere la ferita" abbia dovuto praticare delle incisioni del periostio allo scopo di poter trazionare meglio i tessuti molli e farli "collabire" ottenendo una chiusura con guarigione "per prima intenzione" facendo, in altre parole, guarire impianto ed innesto osseo coperti dai tessuti gengivali.
Se è così tutto tornerà a posto.
In ogni caso segua i controlli che le verranno prescritti e le indicazioni che le verran date da chi la sta curando.

Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
La sento tirare e a volte formicolare...Ho paura di rimanere così per sempre.
Gentile paziente,
può spiegare meglio questi sintomi che lamenta?In che consiste questo disagio?
Mi faccia sapere.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Ma, credo che il suo odontoiatra, nei controlli che ha effettuato e che effettuerà, se avesse riscontrato qualche problema l'avrebbe avvisata, almeno credo. Certo se l'intervento è stato cruento il risentimento dei tessuti è amplificato ma nel giro di 2 settimane tutto dovrebbe rientrare.Pazienti ancora un pò e dopo queste feste pasquali si faccia ricontrollare.
Cordiali saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4] dopo  
Utente 258XXX

Ringrazio per le gentili risposte.

Dott. di Iorio,
credo che effettivamente le cose stiano come lei ha detto. Scusi il mio modo di esprimermi da "profana" ma la gengiva, guarendo sta ricoprendo tutto il "buco con l'osso ed il perno" e sull'osso gengivale ci sono pezzi di gengiva che sembrano ricuciti. Insomma, un disastro....

Dott.Ponzi,
la sento tirare e formicolare significa che sento la guancia rigida, come se mi avessero dato un pugno in faccia e che mi sembra di avere un salsicciotto in bocca tra guancia e gengiva.
Ogni tanto sento il labbro inferiore come quando si smaltisce l'anestesia. Stessa sensazione.

Dott. Muraca,
pazienterò e mi farò ricontrollare dopo Pasqua, anche perchè il dentista mi dovrà, fra qualche mese, mettere il dente!
Di certo credo che, finito tutto, sarà l'ultima volta che mi vedrà perchè mi ha decisamente macellato la bocca. Non so se era l'unico modo per fare la cosa ma ne dubito fortemente.

Grazie ancora, buona Pasqua.


[#5] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
la sintomatologia che lamenta è discreta e di fatto andrebbe valutata opportunamente dal suo dentista.
Suggerirei di farlo prima possibile poichè la sintomatologia che lamenta potrebbe non migliorare e stabilizzarsi così come è adesso.
Dirle di più in un consulto on line non è possibile.
Ricambio gli Auguri per Pasqua
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente,quanto maggiori sono i traumi a carico dei tessuti, tanto maggiori sono le complicanze e/o i dolori post-operatori e più lunghi i tempi di guarigione. Se il collega l'ha sottoposta ad estrazione complessa, impianto post- estrattivo associato ad innesto di osso con un lembo molto ampio che necessariamente ha comportato una incisione del periostio per coprire il tutto......maggiore sarà il dolore, l'edema ed i tempi di guarigione . Se è ancora presente edema è normale che la guancia formicoli. Il collega che l'ha operata sarà sicuramente operatore esperto per averla sottoposta ad intervento del genere ; anche se il fatto che si siano verificate delle complicanze fa parte degli eventi non sempre prevedibili. L'odontoiatria resta una professione strettamente operatore-dipendente e così tutto ciò che ne consegue. . Il primo intervento del collega Di Iorio ben illustra l'intervento al quale lei si è sottoposta. Non credo ci sia lesione del nervo alveolare per la sintomatologia che lei riferisce. Richieda un controllo a breve vedrà che con l'aiuto di qualche farmaco e dei tempi necessari , in assenza di patologie sistemiche, tutto ritornerà al suo posto.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra