Utente 317XXX
salve,
ho un ascesso dentale curato con 6 gioni di antibiotici(velamox) e oki.oggi al sesto giorno il dolore sembra del tutto sparito ma rimane il gonfiore alla gengiva e il fatto che io non riesca ad aprire la bocca più di due centimetri.mi chiedo se col dolore cessato ma con la gengiva cmq infiammata e il fatto che non possa aprire bocca il dentista potrà intervenire.grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
la visita dentistica è quantomai necessaria, sia per la corretta diagnosi sia per la terapia che ha come obiettivo anche il miglioramento dell'infiammazione gengivale e risolvere la limitazione dell'apertura della bocca.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Utente 317XXX

la ringrazio per il suo interessamento,volevo anche sapere se il dottore riuscirà a togliermi il dente carato nonostante ci sia l'infiammazione alle gengive.La ringrazio enormemente!!!!

[#3] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012

A 20 anni la domanda corretta da porsi è: il dentista riuscirà a CURARMI il dente cariato?

Perchè togliere a questa età un dente equivale ad una mutilazione irreversibile (a meno che non si tratti del dente del giudizio o di un altro dente devastato dalla carie e dall'incuria) con futuri problemi di masticazione, estetica ed anche economici se dovesse sostituire il dente frettolosamente estratto.

Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#4] dopo  
Utente 317XXX

Dottore purtroppo il dente è estremamente cariato dunque è necessaria l'estrazione.Ma con la gengiva infiammata potrà fare qualcosa?

[#5] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012

Sì, un dentista preparato sa come deve intervenire e sa anche fare diagnosi quindi aspetti di farsi visitare prima di dare per spacciato il dente.
Naturalmente dovrà risolversi almeno un po' il trisma (la limitata apertura della bocca).
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#6] dopo  
Utente 317XXX

io sono preoccupato che a causa del trisma il dottore non riesca a curarmi e l'ascesso(e duanque il dolore)ritornano

[#7] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012

Se ha appena terminato la terapia antibiotica non dovrebbe ripresentarsi subito un altro episodio acuto, in ogni caso è opportuna una visita dal suo dentista il prima possibile.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile utente, intervenire con un trisma che abbia ridotto l'apertura della bocca è praticamente impossibile.
Se i sei giorni di antibiotico hanno risolto completamente l'ascesso , questi difficilmente tornerà a breve, come sottolineato dal dott. De Carli. In tal caso il gonfiore residuo all'assunzione dell'antibiotico, è dovuto allo "spostamento del periostio causato dall'ascesso.

Se, invece, i sei giorni hanno risolto il dolore ma non l'infezione del tutto, non si può escludere una recidiva dell'ascesso.

Mi associo al collega De Carli perché si sottoponga a visita urgente.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra