Utente 312XXX
Buonasera,
spiego brevemente quanto accaduto.

Circa un mese fa, facendo delle analisi cliniche perchè soffro di coliche renali, è emerso che i globuli bianchi erano leggermente al di sopra della norma.

Era già un pò di tempo che mi si gonfiavano le pareti interne delle guance, tanto da morderle inevitabilmente con la masticazione. Inoltre avevo da tempo gengive sanguinanti quando mi lavavo i denti.

Per caso, a distanza di qualche giorno dalle suindicate analisi, ho avuto un forte ascesso dentale (granuloma) su un dente devitalizzato (molare inferiore destro). La mia guancia quasi esplodeva per quanto era gonfia (per non parlare dei dolori prima che si gonfiasse).

Spaventato, sono andato subito dall' odontoiatra il quale mi ha detto che c' era un importante ascesso in corso.

Ho fatto una cura con Rocefin fiale per una settimana, dopodichè la guancia si è sgonfiata e a distanza di poco l' odontoiatra ha ritenuto opportuno estrarre il dente (cosa che anch' io ho preferito dopo aver sofferto così tanto).

Sono trascorsi 25 giorni dal primo ascesso. Stamattina mi sono svegliato e avevo un doloretto nello stesso punto ma dal lato opposto, dunque all' altezza del molare inferiore destro. Mi guardo allo specchio e noto che iniziava a gonfiarsi.

Insomma, sono stato dal dentista nuovamente oggi pomeriggio, e mi ha detto che c'è un altro ascesso ma non dentale questa volta, bensì gengivale.

Mi ha prescritto Augmentin 2 volte al dì per una settimana.

Ora, la mia domanda è: Quale può essere la causa? Il dentista mi ha detto che può essere che sto attraversando un periodo di particolare stress quindi le difese immunitarie si abbassano. In effetti sono particolarmente stressato e ansioso... Però dalle analisi fatte, non sembrava che le difese immunitarie fossero basse.

Oltre a questo, quali altre cause portano alla formazione di ascessi dentali/gengivali frequenti?

Dalle analisi fatte qualche giorno prima dell' ascesso dentale, risultavano i globuli bianchi di poco al di sopra della norma. A seguito della cura con Rocefin, e dunque della guarigione dell' ascesso, quel valore era rientrato.

Ho fatto una OPT e non c'era nulla di rilevante, solo i 2 denti del giudizio inferiori inclusi.

Cosa ne pensa? Crede che debba fare esami più specifici o consultare uno specialista diverso?

Grazie in anticipo per la disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente lo stress centra poco con le infezioni dentarie,bisogna indagare su cause più plausibili.
Per questo la invito ad essere sottoposto innanzitutto ad una visita più accurata.
La risposta ha il solo scopo informativo.
http://studiodentisticoauletta.it
Dr.Giovanni Auletta

[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Concordo con il Dr Auletta a proposito di una visita più accurata. Da quanto non fa una detartrasi professionale? Il suo dentista ha eseguito un sondaggio delle tasche parodontali in sei punti per ogni dente? Potrebbero essersi creati degli "scollamenti" gengivali che esiterebbero a breve in ascessi in altre zone delle arcate.
Si faccia rivisitare.
Cordialmente.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgoOdontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#3] dopo  
Utente 312XXX

Buongiorno Dottori,
vi ringrazio per la pronta risposta.

1) Non credo di aver mai fatto una detartrasi

2) Il dentista non ha eseguito il sondaggio delle tasche parodontali

Devo ritornare dal dentista per il controllo in data 4 Aprile, e probabilmente mi farà i controlli indicati.

Per l' ascesso gengivale mi ha detto che dovrebbe essere nella tasca parodontale del dente del giudizio.

Comunque, alla luce di analisi cliniche nella norma, ci potrebbero essere altre cause "interne" che si manifestano con questi ascessi?

Mi consigliate di rifare le analisi, o qualche altro esame specifico per escludere altre cause?

Un saluto

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
8% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Prima di fare altre analisi aspetterei il prossimo controllo odontoiatrico.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgoOdontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#5] dopo  
Utente 312XXX

D' accordo dottore, la ringrazio per il parere. Le farò sapere non appena effettuato l' altro controllo.


Un saluto cordiale

[#6] dopo  
Utente 312XXX

Scusate, ho dimenticato di aggiungere che ho fatto una cura di un mese con Deltacortene, terminata i primi di Marzo.

Oltre al fattore stress di cui parlavo nel primo messaggio, il dentista mi diceva che un' altra possibile causa di questi ascessi potrebbe essere proprio la terapia cortisonica.

Un saluto cordiale.

[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
" Il dentista mi ha detto che può essere che sto attraversando un periodo di particolare stress quindi le difese immunitarie si abbassano."
"un' altra possibile causa di questi ascessi potrebbe essere proprio la terapia cortisonica."

Non ho mai letto queste informazioni sui libri.
Però non ho letto i libri che usano nelle università per corrispondenza...

Penso di averle chiarito sufficientemente il mio pensiero.

Cause di ascesso gengivale:
- Infezione da tartaro
- malocclusione dentale
- otturazioni o corone incongrue.

Sempre ammesso che sia un ascesso gengivale, perchè con tali perle di diagnosi finora espresse c'è da dubitare di tutto.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#8] dopo  
Utente 312XXX

Buonasera Dott. Formentelli,
la ringrazio molto per la sua opinione.

In effetti il dentista mi ha detto che ho "un po' di malocclusione", ma questo non a riguardo dell' ascesso, bensì di un altro problema che ho da un anno e mezzo, cioè forti acufeni continui e persistenti dei quali nessun otorino è riuscito ad individuarne le cause. (Fanno solo ipotesi...)

E' per quest' ultimo problema che ho fatto la cura di cortisone di cui parlavo (ipotizzando un' otite catarrale bilaterale), ma senza avere da essa un benchè minimo beneficio.

In ogni caso, ora l' ascesso gengivale sembra essere guarito, anche se in quella zona sento ancora la gengiva gonfia. Tornerò nei prossimi giorni dall' odontoiatra per il controllo e le farò sapere.

Tengo a precisare che l' utilizzo di terminologia poco tecnica da parte del dentista (ad es."un po' di malocclusione"), è sicuramente dovuta al fatto che siamo parenti...

Un saluto cordiale





[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il "pò di malocclusione" riguarda ANCHE l'eventuale ascesso gengivale, oltre all'acufene.

Il problema non è l'uso di terminologie poco scientifiche; se nota bene, uno anche io parole semplici e dirette, predilegendo la chiarezza alla precisione dell'esposizione.

Tornando a bomba, quindi, confermo che cortisone e stress centrano con i suoi ascessi, sempre scientificamente parlando, come i cavoli a merenda.
Le cause di ascesso gengivale sono quelle che le ho elencato.

QUINDI, per curare un ascesso gengivale, occorre curare le cause.
Se si tratta di tartaro, occorre rimuoverlo.
Se si tratta di malocclusione dentale, occorre risolvere il problema o trovare una sorta di quadratura.
Se si tratta di una otturazione o restauro incongruo occorre rifarlo.
DA QUI NON SI SCAPPA.
Gli acufeni sono una cosa più difficile da trattare, e per una malocclusione che porta questa problematica (e SE porta questa problematica non è "un pò", ma una importante malocclusione) è suggerito il consulto gnatologico.

La figura dello gnatologo è descritta qui:
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui



www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#10] dopo  
Utente 312XXX

Buongiorno Dottore,
grazie per l' immediata risposta.

E' stato molto esaustivo, e terrò presente ciò che mi ha suggerito, suggerendo a mia volta all' odontoiatra.

Spesso, non so perchè, i medici tendono a minimizzare o "trascurare" senza andare a fondo nella risoluzione dei problemi, quando invece ciò di cui il paziente ha bisogno è una diagnosi, non dico certa, ma che sia almeno coerente e di conseguenza rassicurante.

La terrò aggiornata.

Un saluto cordiale

[#11] dopo  
Utente 312XXX

Buonasera Dottore,
sono stato ieri dal dentista.

Il dente del giudizio (inferiore sinistro) dove era localizzato l' ascesso gengivale, è incluso quasi nella sua totalità (fuoriesce soltanto una punta che a mala pena riesco a sfiorare con la lingua), ed attorno ad esso la gengiva è gonfia. Stessa situazione sul lato opposto, ma il dente è totalmente incluso.

Il dentista mi ha fatto qualche domanda, e mi sono ricordato che da molti mesi (prima di avere il primo ascesso dentale) mi svegliavo spesso la mattina con le pareti della bocca in prossimità dei denti del giudizio inferiori gonfie, tanto da non poter serrare i denti perchè mordevo "il gonfiore". Prendendo Oki, mi passava in un giorno. Inoltre, è capitato a volte mentre masticavo, di dovermi fermare perché sentivo i muscoli mascellari molto affaticati.

La malocclusione c'è, e mi ha confermato che potrebbe essere anche quella a provocare gli ascessi.

L' odontoiatra mi ha detto che sarebbe bene togliere il dente del giudizio, ma se si può evitare è meglio, visto che come mi ha mostrato sulla radiografia, è praticamente attaccato al nervo mandibolare, dunque l' intervento sarebbe delicato, oltre che doloroso. Mi farà dunque una incisione della gengiva che dovrebbe risolvere il problema. Qualora non lo risolvesse, valuterà l' estrazione.

Per quanto riguarda la malocclusione, dovrei mettere il bite, ma approfondiremo il discorso dopo l' incisione.

Cosa ne pensa?

Poi, dottore, da profano in materia, le chiedo una cosa. E' possibile che l' ascesso sia stato provocato in entrambi i casi dal gonfiore gengivale, e il conseguente accumulo di cibo in queste "sacche" che si formano?

Un saluto cordiale

[#12] dopo  
Utente 312XXX

P.S. Nonostante non abbia mai fatto la pulizia dei denti, tartaro ce n' è pochissimo.

[#13] dopo  
Utente 312XXX

Gent.mi dottori,
se non si ha tempo per rispondere, non si dovrebbe intervenire nei consulti.

Nel rispetto dei principi su cui si basa questo portale, e delle persone che come me chiedono un' opinione, sarebbe buona norma non lasciare i consulti "a metà".


Cordiali saluti

[#14] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, vedo casualmente che questo suo quesito, alla cui discussione non avevo partecipato all'epoca, é rimasto in sospeso. poiché la problematica esposta mi interessa particolarmente, sarei a chiederle se si é in qualche modo risolta o se perdura.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com