Utente
Salve,
ho 29 anni.
Scrivo perche da alcuni mesi , precisamente da circa giugno 2014 , sto avendo dei problemi ai denti . prima di allora non ho mai sofferto in maniera grave di disturbi dentali ... una carie ogni tanto e basta. dall'estate scorsa invece sto avendo dei continui disturbi : ( ho avuto una frattura su un molare e il dentista mi ha dovuto fare un lavoro importante nei canali del dente; ho avuto diverse carie accompagnate tutte da forti dolori , e sono stata praticamente tutti i mesi dal dentista .). adesso che sembrava tutto risolto mi sono spuntati dei nuovi dolori sull'arcata superiore destra .
questi dolori sono aumentati nell'ultimo periodo cosi che sono tornata di nuovo dal dentista che mi ha detto che probabilmente la causa è una grossa otturazione fatta sul quarto superiore destro che mi ha lasciato il nervo "scoperto" , e quindi ci sarà da devitalizzare il dente. io sto andando avanti a 3 oki al giorno e devo molto spesso bere perche mi allevia un pochino il dolore il contatto con l'acqua.
adesso mi chiedo , come mai sono spuntati tutti insieme questi problemi ? come mai cosi tanti dolori ? si può dire che dall'estate scorsa ho avuto spessissimo dolori dentali ... ho preso un sacco di medicine...e sembra che quando risolvo un problema me ne spunta un altro...
non sono in gravidanza e non ho avuto gravidanze. credo di non avere problemi ormonali...
come mai tutti questi problemi e dolori ?

ps.un dolore saltuario alla parte destra della testa può essere dipeso da questi problemi che ho ai denti ?!

grazie mille della disponibilità
saluti

[#1]  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buonasera.
Il dolore riferito può essere effettivamente legato ad una infiltrazione sotto una vecchia otturazione, che ha interessato la polpa dentaria: di qui il dolore. Così ha diagnosticato il suo dentista, che provvederà a rimuovere la vecchia otturazione e , se il sospetto di interessamento pulpare risulterà confermato, procederà alla devitalizzazione.
La coincidenza di molti problemi può essere casuale, o forse alcune carie erano in zone in precedenza non visibili con i soli occhi: forse sarebbe il caso di richiedere alcune radiografie di controllo per evitare altre future sorprese.
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.bettega-bernkopf.it
bernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2]  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
16% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gentile utente, spesso (e non è una buona abitudine) ci si reca dal dentista solo quando sopraggiungono dolori. Purtroppo non tutte le patologie cariose sono associate a dolore che si avverte solo quando la dentina( struttura dentale sotto lo smalto che trasmette il dolore) è stata intaccata dal processo carioso. In tal caso la terapia odontoiatrica e farmacologica diventano più importanti e frequenti per garantire la guarigione. Consiglio pertanto visite periodiche dal suo dentista di fiducia due volte l'anno (al termine delle cure). Il dolore sulla parte destra può probabilmente essere associato ai problemi dentali, ma per escludere tale ipotesi è necessario il consulto del collega odontoiatra. Cordialmente.
Dr. Mirco Di Biase
Medico Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it

[#3] dopo  
Utente
ho capito , Vi ringrazio molto per la disponibilità .
Saluti

[#4] dopo  
Utente
approfitto per fare un'ulteriore domanda....: quali sono i rischi della devitalizzazione di un dente ? ho sentito dire che col passare degli anni , dopo la devitalizzazione , possono proliferare dei batteri che possono causare altre malattie e disturbi anche gravi . e che in ogni caso negli anni questi denti devitalizzati danno dei disturbi. è vero tutto questo ? sarebbe davvero meglio togliere il dente e farsi fare un impianto piuttosto che tenere il dente devitalizzato ??
grazie mille

[#5]  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
16% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Le devitalizzazioni rappresentano un importante terapia di conservazione del dente, se non eseguite correttamente si possono determinare certamente delle reazioni flogistiche ma parliamo di reazioni che si sviluppano localmente. Potrebbe essere utile a tal proposito l' articolo che ho scritto sulle lesioni periapicali. Gli dia un occhiata. Cordialmente.
Dr. Mirco Di Biase
Medico Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it

[#6] dopo  
Utente
Ho letto il suo articolo , La ringrazio molto.
quindi , se eseguita correttamente , la devitalizzazione non dovrebbe creare nessun disturbo col passare del tempo ...?!
Lo chiedo perche , da ignorante in materia , leggo un sacco di pareri discorsi in giro per internet riguardo alla devitalizzazione e alcuni anche un pò spaventosi riguardo ai presunti danni e gravi rischi di questa......
grazie molte

[#7]  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
16% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Oggi, il trattamento endodontico è molto più predicibile ed affidabile. Le percentuali di successo a lungo termine si aggirano attorno al 90%. Le tecniche sono molto sofisticate ed i presidi utilizzati più precisi. Detto questo la devitalizzazione se eseguita correttamente non crea assolutamente alcun problema, ma se dovesse presentarsi ad esempio un granuloma periapicale (come avrà letto nell'articolo), la sua azione lesiva viene a circoscriversi nell' area in cui si presenta (localmente). Ovviamente si deve intervenire ugualmente per rimuovere la lesione (se è presente), altrimenti si rischia di perdere sia il dente sia l'osso che lo sostiene. (azione lesiva locale). Cordialmente.
Dr. Mirco Di Biase
Medico Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it