Utente 280XXX
Gentili dottori, preferivo con tutto il cuore non scrivere determinate cose. Sono stato da un noto dottore privatamente esperto di patologia orale che esercita ad un centro universitario. Con grande rammarico dopo svariate visite a pagamento non si è arrivati a una diagnosi certa è ne si sono suggeriti accertamenti. Con una lieve displasia della mucosa della lingua bilaterale e delle guance che persiste da due anni dall'ultima biopsia, mi hanno riferito che non c'è bisogno di un ulteriore controllo. Mi sembra del tutto assurdo con una displasia lieve situazione precancerosa. Anche chi non è medico cioè paziente capirebbe che la situazione non è proprio delle migliori e dovrebbe essere monitorata. Ho fatto le analisi per EBV IGG ALTE E IGM NEGATIVE così da escludere una hairy leucoplachia. Se sbagliassi correggetemi. Sono nello sconforto più totale eppure non so a chi rivolgermi se fosse possibile chiedo un consiglio per un massimo esperto in materia a cui indirizzarmi. Ho solo riscontrato una superficialità nelle visite e nessun accorgimento per cercare di trovare insieme medico e paziente una soluzione ho sempre pagato e ringraziato qualsiasi medico, sono stato sempre cortese e gentile non penso dopo questa situazione, la quale mi preoccupa di meritarmi un trattamento del genere. Vi ringrazio cmq della vostra disponibilità e del tempo che voi professionisti su questo sito dedicate a noi sottraendolo alle vostre famiglie. Grazie di cuore con affetto un paziente.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, Il problema che la preoccupa è "una lieve displasia della mucosa della lingua bilaterale e delle guance "
Si tratta proibabilmente di leucoplachia, di un aspetto ciuoè che deve suggerire prudenza, ma che può anche essere QUASI normale, e presente in moltissime bocche.
Via rete, ovviamente , non é possibile dare una indicazione, ma sottolineo che lei ha opportunamente provveduto a farsi visitare in ambiente specialistico, procedendo addirittura ad una biopsia, ricevendo pareri sostanzialmente tranquillizzanti.
Le suggerisco di stare tranquilla e di sottoporsi, per ulteriore tranquillità, a visite periodiche.
Potrebbe anche chiedere al suo dentista di fotografare la sua mucoisa , in modo da monitorizzare ancvor più chiaramente il problema.
Detto questo, vorrei aggiungere qualcosa, ovviamenrte in via di ipotesi.
Tempo fa lei si rivolse al sito per un problema all'orecchio e sotto la mandibola, entrambi dallo stesso lato. Le avevo risposto, ma non ne ho più saputo nulla.
Mi aspetterei, secondo quanto le risposi all'epoca, una malocclusione dentaria con malposizione mandibolare. Una anomala intercuspidazione dentaria può essere la causa della formazione di leucoplachia sulla guancia , per l'irritazione cronica che i denti causano alle mucose: solitamente, infatti, la leucoplachia si forma in corrispondenzza della linea di intercuspidazione delle arcate.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 280XXX

Gentile dottore, il problema relativo alla mandibola opportunamente diagnosticato durante la visita sembra risolto. Un dubbio che mi assale è che durante il processo di devitalizzazione di due molari poi estratti da un mio amico dentista. Poiché lui aveva riscontrato che durante la devitalizzazione con quei strumenti tipo aghi ora non ricordo il termine tecnico mi è stata addirittura perforata la mandibola con ascessi e cisti alle radici dei molari chi ha effettuato questa operazione era alle prime esperienze da dentista. Infatti il mio amico sempre un professionista dentista mi ha ribadito che c'era un bel danno alla struttura mandibolare. Può darsi che questa infiammazione sia dovuta per via di questo errore di devitalizzazione dei molari cioè che creano un processo infiammatorio tanto da coinvolgere la mucosa orale. Seppure in sede del professore che mi ha visitato lui ha escluso tale causa. Anzi parlava di spongiosi reattiva.. Cmq non credo che il problema siano i denti, bensì un'infiammazione poiché anche la mucosa sotto le gengive dell'arca dei denti è biancastra dove i denti non possono dare luogo a sfregamenti. Poi dietro gli ultimi molari del giudizio è come se fosse tipo pelle morta quasi da scottatura. E anche le gengive alla minima lesione tipo se mangio pane duro si lesionato. Dimenticavo di aggiungere una cosa importante sotto la lingua ci sono dei brufoletti tipo grasso molle come i tentacoli di un polipo quando si crea quella sostanza grassa. C'è da preoccuparsi? Un'ultima informazione le analisi Ebv escludono la leucoplachia villosa?

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Penso lei capisca che solo un mago potrebbe pronunciarsi su quanto lei descrive senza poter vedere di persona: é stata tranquillizzata da uno specialista in sede di visita diretta, e se non è convinta può ricorrere ad una seconda opinione, ma via rete credo sia impossibile aiutarla.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 280XXX

Gentile dottore, penso di farmi seguire poichè dal 2013 non è stata indicata nessuna biopsia da effettuare, vedrò di attivarmi su suggerimento del medico nel caso di asportarla completamente con il laser. Dottore un'ultima gentilezza le chiedo, ma possibile che queste macchie bianche sulle guance tendono a sparire esfoliandosi e nella stessa giornata ricomparire, ciòè di mattina durante il processo della pulizia dei denti alcune parti si staccano e durante la giornata ciòè di sera tendono a ricomparire, la leucoplachia non è una patina fissa? Idem sulla lingua a livello bilaterale seppure li è molto difficile asportarla ci sono sempre residui viene via poco lo strato bianco.

Ma gli Anticorpi ebv vca IGG 510 U/ml ... negativo < 20
Anticorpi ebv IGM <10.0 U/ml .... < 20 negativo

sono una diagnosi definitiva per escludere EBV? O bisogna fare il test ibridazione in situ su ebv per avere la conferma di una leucoplachia villosa?
La ringrazio per le consulenze

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, sono tutte ipotesi che non possono prescider dall'aver visionato la situazione, cosa che lei ha fatto, avendone responsi tranquillizzanti. Mi spiace.
Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 280XXX

Cmq per cautela provero' a fare una biopsia se ci sono cambiamenti faro' asportare tutto. Sperando che non ce ne siano.
Dottore solo una gentilezza, proprio per un informazione medica per EBV cioè è inutile fare l'ibridazione in situ, cioè va bene il singolo monotest?
Grazie per la pazienza accordatami la informerò su eventuali sviluppi, poichè ritengo che la visita vada bene, ma l'esame istologico è l'unico modo per tenere a bada la situazione, anzi in linea preventiva meglio asportare una lesione displastica anche se di lieve entità, perchè non si sa mai come puo' degenerare, anche con percentuali minime, il rischio c'è sempre meglio non tentare la sorte.

[#7] dopo  
Utente 280XXX

Dottore sembra strano, ma le macchie sono diminuite tantissime utilizzando un collutorio jalma. Cioè sulla lingua quasi sparite ed erano di un certo rilievo da 2 anni. Solo che so sono gonfiate penso le ghiandole salivari sottomandibolare e una vicino al mento come delle tumefazioni. Ma non è che siano le ghiandole a portare queste lesioni? Le lesioni stanno scomparendo

[#8] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Se sono sparite con il collutorio vuol dire che erano cosa poco rilevanti, sulle quali era stato già tranquillizzato da chi aveva potuto visitarla.
Anche per le ghiandole bisognerebbe poter vedere.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com