Utente 404XXX
Buonasera dottori, circa 4 giorni fa mi è stata praticata una otturazione. A detta del dentista la carie era profondissima e siamo arrivati giusto in tempo.
Effettuata quindi l'otturazione credevo fosse tutto apposto. Non appena è finito l'effetto dell'anestetico sono cominciati i dolori.
La prima sera ho dovuto prendere antinfiammatorio, più di uno, per farlo calmare.
Dopo 24 ore il dolore era diminuito rispetto alla sera prima ma persisteva ancora. Oggi è uguale a ieri ma è come un dolore sordo. non è insopportabile altrimenti mi imbottirei di antidolorifici, si può tollerare ma è fastidioso, ieri per esempio non ho preso nessun antidolorifico, oggi l'ho preso perchè dopo avere bevuto acqua fredda mi ha dato fastidio per un bel po. , è un dolore costante è come se ci fosse qualcuno che mi premesse su un nervo costantemente, ma non è come ho già detto intollerabile, si può stare con questo dolore ma da fastidio. Appena bevo per esempio il dolore aumenta e rimane costante per un po di minuti poi diminuisce un po ma cmq dura per un bel po.

Ora il dentista mi ha assicurato che può durare diversi giorni il dolore finche si abitua il dente, la polpa può essere?. Di solito dopo le otturazioni i dolori il giorno dopo o al max due giorni dopo cessavano. Si che stiamo appena al quarto giorno però non vorrei devitalizzarlo. Già ne ho altri devitalizzati e vorrei evitare.

Vorrei giusto capire dopo un otturazione dove hanno lavorato parecchio, dove la carie era profondissima, al limite quasi e quindi c'è stato comunque un trauma attorno al dente, volevo sapere quanto tempo deve passare prima che possa dire la devitalizzazione non è necessaria.

Cioè esiste una possibilità che la polpa o il dente ( non sono pratico) reagisca e la situazione regredisca oppure il mio dente è condannato. Sono contro il non aspettare. Se è necessario aspettare, lo farò, non voglio devitalizzare un altro dente. Perchè non vorrei devitalizzare un dente che magari se fosse stato lasciato in pace per un altro mese avrebbe reagito e sarebbe stato ancora mio come suppongo sia successo con gli altri denti devitalizzati, ma forse mi illudo.

Grazie dell'attenzione.

Mario.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Scaglia

28% attività
12% attualità
16% socialità
CALENZANO (FI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Buonasera, così, a sensazione, direi che il suo dente sia da devitalizzare. Quando curo le carie ai miei pazienti lo faccio sempre senza anestesia e loro non lamentano dolore, solo un po' di freddo quando sciacquano. E' un sistema che mi permette di valutare la reale vicinanza della carie alla polpa: se il paziente mi permette di lavorare vuol dire che c'è ancora abbastanza tessuto dentinale a proteggerla, altrimenti procedo con l'anestesia e la devitalizzazione.
Durante l'intervento in anastesia lei non aveva sensibilità e può essere che il dentista abbia lasciato uno strato troppo sottile di dentina a coprire la polpa. Procedendo con l'otturazione può essere che l'abbia compresso, schiacciando un po' la polpa o che questa fosse già infiltrata da germi. Normalmente a seguito di un'otturazione non c'è dolore.
Cordialmente.
Dott.PIERLUIGI SCAGLIA-MedicoChirurgoOdontoiatra
Terapie con Laser-Odontoiatria adulti e infantile-Protesi-Implantologia-Ortodonzia-

[#2] dopo  
Utente 404XXX

buonasera dottore, come aveva ipotizzato dopo 3 settimane il dolore c'è ancora. Andato da un altro dentista mi ha fatto una endorale e ha visto che l'otturazione era proprio sulla polpa,. La stava schiacciando.
Oggi il dolore era forte e mi ha detto che mi fatto un buco, allargato il canale e mi ha infilato una specie di ago lungo e con dei movimenti dall'alto verso il basso ha come scavato nel nervo. Come dice mi ha iniziato la devitalizzazione e dice che la continuerò la settimana prossima. a me questa cosa sembra assurda. CIoè si può iniziare una devitalizzazioe e lasciarla a meta? sono io che sono fissato o è cosi nella prassi. Ha detto che sentirò comunque dolore, minore, ma lo sentirò e proabiblmente mi si gonfierà la guancia. e dovrò prendere per una settimana antibiotici e antiinfiammatori in attesa di terminare la devitalizzazione.
Questo intervento è durato 10 minuti, poi dopo mi ha messo una specie di gel, se non ho sentito male eugenolo, poi dopo ha chiuso con una specie di cemento provvisorio giallo. che è come se fosse una carta attaccata al dente. Spero che non si levi e che mi permetta di dormire meglio la notte in attesa dell'intervento risolutore.
Inoltre alla mia richiesta di usare la diga, mi ha detto che in questo caso non si usa, non serve, quando invece mi completerà la devitalizzazione la metterà perchè dovrà andare più in profondità. Ciò che mi chiedo, ma è giusto questo modo di operare, cosa mi ha fatto al nervo? me l'ha già devitalizzato il dente? non ho capito nulla. Inoltre in questo caso si poteva fare a meno della diga essendo un intervento di 10 minuti. E adesso se ha scavato un po nel nervo non si rischia qualche infenzione con questa provvisoria?
grazie per l'attenzione