Utente 288XXX
Salve dottori. Spero di trovare una o più risposte esaustive alla mia domanda. Sono in una fase di "cura" della mia bocca abbastanza importante, visto che ahimè, in passato non ho prestato la dovuta attenzione alla cura della mia bocca. Nonostante ciò, non mi lamento e allo stato attuale mi ritrovo con "solo" due impianti(sostituzione di un molare e di un premolare), 2 cariette curate e in attesa della sostituzione di un altro molare. Quadro certamente non super positivo, ma ho conosciuto persone che han dovuto affrontare di peggio anche ad età inferiori alla mia. Venendo alla domanda principale: da tempo, oramai, ho delle macchie bianche, su uno dei canini superiori, un incisivo laterale(vicino proprio a questo canino) e sull'altro incisivo laterale. La situazione è, di preciso, questa: sul canino vi è proprio una "striscia" di bianco, che si nota molto e ho notato che, indipendentemente dalla luce, se ho lavato da poco o meno i denti etc, si presenta sempre allo stesso modo,cioè non tende ad "attenuarsi" come "visibilità". Situazione diversa, invece sull'incisivo laterale, dove le macchie si evidenziano(come poco fa ho avuto modo di constatare nuovamente) soprattutto dopo aver lavato i denti. L'evidenza è così netta, che poco fa mi sono preoccupato maggiormente, perchè pensavo fossero peggiorate e solo ricercando su Internet ho letto che, dopo aver lavato i denti, queste macchie tendono ad accentuarsi. Infine, sull'altro incisivo laterale, le macchie sono molto piccole, 3 di piccolissime dimensioni,non vicine tra loro e diciamo che questo è il dente che tra i 3 indicati, è quello meno "colpito" da questo problema. Non vi nascondo che sto vivendo questa situazione,da anni come dicevo, in maniera non certamente positiva. Cerco di trattenere il sorriso, visto che oltre a questo problema, si assomma anche una colorazione dei denti "giallognola"(e questo accentua, a sua volta,la visibilità di quelle macchie). Ora mi chiedevo: cosa posso fare per, non dico eliminarle,ma quanto meno attenuare la loro visibilità? Con uno sbiancamento professionale, risolverei qualcosa? Il dentista mi diceva che esse non si tolgono,ma se il dente viene sbiancato,diventato comunque un pò più "bianco" rispetto al colore attuale, non dovrebbe, quanto meno, esserci un miglioramento estetico? Più che altro mi chiedevo: ma il dente viene sbiancato interamente in questi casi,oppure è possibile sbiancare solo le parti non "bianche",cioè queste macchie, in modo da portare il dente al colore delle macchie stesse e quindi ottenere uno stato di "non contrasto" tra bianco e bianco(ma quello delle macchie)?


Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Molto probabilmente si tratta di ipoplasie dello smalto, oppure macchie da fluorosi, difficile diagnosticarlo online. Sono macchie irreversibili, ed è impossibile risolvere il problema con lo sbiancamento, fosse anche parziale. Una soluzione sarebbe l'eliminazione delle macchie con l'utilizzo del composito, il materiale da ricostruzione del colore del dente. Oppure, in alternativa, il confezionamento di faccette protesiche, più invasive e costose. Ma solo il giudizio clinico potrebbe aiutare nella scelta.

Cordiali saluti.
Dr. Marcello Fantini

www.studiofantini.jimdo.com

[#2] dopo  
Utente 288XXX

La ringrazio per la risposta dottore. Comunque sì, l'eliminazione di esse è certamente non possibile con lo sbiancamento,come già affermavo,ma mi chiedevo: nel caso dello sbiancamento,non si dovrebbe comunque ottenere un risultato estetico migliore?Nel senso che: bianco su giallo è una cosa,mentre bianco su bianchissimo(perchè se ho letto bene su Internet, con lo sbiancamento le macchie poi diventano ancora più bianche,giusto?) si nota sicuramente,ma dal punto di vista estetico ha certamente un impatto meno "brutto", visivamente parlando. O forse no?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, sembrerà paradossale ma con lo sbancamento le sue macchie bianche si noteranno molto di più e l'impatto sarà più brutto di quello attuale.Preferisco, in questi casi delle faccette in ceramica che mantengono il risultato a lungo termine sia dal punto di vista dimensionale che dal punto di vista cromatico rispetto ai compositi che tendono, nel tempo, a cambiare colore.
Ogni ulteriore considerazione necessiterebbe di una visita diretta.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#4] dopo  
Utente 288XXX

La ringrazio per la risposta.
Per il fatto che le macchie bianche si noteranno di più, mi chiedevo: ciò è causato dal fatto che le stesse macchie,con lo sbiancamento, diventano ancora più bianche e quindi anche su una colorazione più bianca,rispetto alla mia attuale, si noterebbero lo stesso?

Per quanto riguarda le faccette comunque, so che per applicarle bisogna toccare il dente,limando la parte frontale.
Se non erro però, ho letto di faccette che oramai vengono applicate senza toccare il dente.. è vero?

[#5] dopo  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Le macchie si noterebbero di più con lo sbiancamento. Per quanto riguarda le faccette, non mi risulta che sia possibile confezionarne senza toccare in alcun modo il dente.
Dr. Marcello Fantini

www.studiofantini.jimdo.com

[#6] dopo  
Utente 288XXX

La ringrazio della risposta. Diciamo quindi che nella mia situazione, forse l'ideale potrebbe essere anche coprire queste macchie con delle otturazioni?Cioè dovrei: 1)effettuare lo sbiancamento; 2)coprire le macchie con del composito. Solo che tale composito poi, è anch'esso disponibile in diverse tonalità, in base alla colorazione del dente?Credo di sì, ovviamente(altrimenti poi su denti di persone differenti si noterebbe,quindi non credo esista un composito monocolore) ma nel mio caso sarebbe una soluzione accettabile, post sbiancamento intendo?

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente anche con il composito dovrà "toccare" il dente, in quanto l'applicazione "sopra" le creerebbe un rilievo antiestetico quanto incongruo. Il problema sarà evitare che la macchia bianca traspaia da sotto il restauro. Composito o faccetta il problema lo risolve. Le faccette di ceramica sono restauri molto estetici in quanto e non cambiano colore nel tempo. Prima sbianca i denti poi sul nuovo colore ottenuto procede al restauro.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#8] dopo  
Utente 288XXX

Grazie dottore. Sì, ho omesso ovviamente il fatto che anche con il composito comunque il dente viene toccato. Diciamo che vorrei cercare,al momento,la soluzione meno costosa e considerando che o con faccette o ad esempio incapsulando il dente, quest'ultimo comunque viene toccato, stavo prendendo in considerazione il composito, che tocca il dente ma ovviamente soltanto nella zona interessata dalla macchia. Se ho ben capito sostanzialmente si "erode" diciamo così la parte macchiata del dente e poi si applica il composito,giusto?Stesso procedimento per curare le carie in effetti. Ovviamente con il composito, se quest'ultimo poi col tempo comincia a cambiare colore, si può sostituire oppure sarebbe complicato?(visto che il composito viene comunque inserito "nel" dente e quindi ipotizzo che poi si dovrebbe rimuovere il vecchio composito, creando un solco maggiore nel dente?)

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Buonasera, il composito è sicuramente più economico e con il tempo andrà sostituito quando cambierà colore senza complicazioni. La tecnica per i compositi è sicuramente più semplice di una faccetta di ceramica. La faccetta non deve, però, come comunemente si pensa andare a coprire tutta la superficie vestibolare del dente. I restauri adesivi dei denti anteriori possono essere realizzati anche per chiudere un diastema o restaurare il colletto dl un dente o limitarsi a coprire una macchia. Certo dipende dall'estensione della macchia e questo può saperlo solo chi l'ha visitata.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#10] dopo  
Utente 288XXX

Grazie ancora per le delucidazioni dottore. Ah quindi la faccetta non deve per forza coprire tutto il dente(e quindi di conseguenza anche la faccetta stessa non va applicata per forza interamente, ma può essere di qualsiasi dimensione appunto). Pensavo non fosse così,cioè nel senso che le faccette andavano per forza a coprire tutto il dente e quindi, di conseguenza, anche tutto il dente doveva essere poi "toccato" per farla aderire.

Ovviamente anche in termini di costi applicare restauri adesivi solo su piccole porzioni del dente,comporta anche un costo inferiore, rispetto a se si applicano restauri totali,cioè volti a coprire l'intero dente,no?

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, la realizzazione di una faccetta non è via che possa essere quantificata economicamente' a peso'. L'onorario scaturisce da tutta una serie di valutazioni in parte legate anche alla complessità più che all'estensione. Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#12] dopo  
Utente 288XXX

Capito.
Grazie per le risposte.