Utente 425XXX
Buonasera. Ieri, durante una visita dall'otorino, questo mi ha diagnosticato un fungo sulla lingua, la lingua nigra. Praticamente ho delle macchie marroni sul dorso della lingua (verso la faringe) e come dei peletti (scusate se non conosco i termini tecnici). Mi è stato detto che è un disturbo innocuo. Il problema è che sento una sensazione in bocca poco gradevole: come se avessi qualcosa e mi dà fastidio. Per il resto, faringe, laringe e naso tutto a posto.
Cosa posso usare per togliermi questa sensazione sgradevole dalla bocca? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La lingua nera rappresenta una problematica nota, più precisamente, con il termine "lingua villosa nigra": un vero e proprio disturbo che si presenta quando le papille filiformi della lingua trattengono batteri, cibo e frammenti di sporco. Questi "peli" (papille s'intende) crescono molto, fino a raggiungere una lunghezza a volte imbarazzante, e insieme a queste impurità sono responsabili della variazione di colore della lingua, che varia da una tonalità ambrata fino a diventare quasi nera.

Cause:
La scarsa igiene orale, alcoolismo,tabagismo,carenza vitaminica,
malattie sistemiche quali diabete,uso di antibiotici che distruggendo la naturale flora batterica, favoriscono un'anomala crescita di funghi. La colonia fungina potrebbe quindi attaccare le papille linguali, che diventerebbero ipertrofiche. Ecco spiegato il meccanismo che porta alla formazione della lingua nera. Anche nel fumatore, molto spesso, si verifica una condizione di questo tipo, in seguito ad una diminuzione delle normali cellule di difesa del cavo orale: la lingua diventa quindi più sensibile ad un attacco esterno.
RIMEDI:
Occorre eliminare il fattore irritante (fumo, alcool, caffè ecc), è utile spazzolare la lingua con uno spazzolino da denti non in modo energico, ma sicuramente con molta cura, per eliminare il materiale che si deposita tra i villi. Non è una patologia maligna, ma è bene trattarla con antimicotici, bicarbonato e collutori a base di acqua ossigenata, evitare la clorexidina. È utile usare degli integratori alimentari multivitaminici, poiché l'insorgenza di tale patologia è stata collegata alla carenza di vitamine A, C, E e Zinco.

OK?
Buona Serata

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia