Utente 434XXX
Gentili Dottori

Sono un Italiano a Malta da molti anni. Circa 2 settimane fa ho iniziato ad avere un fastidio alle gengive vicino ad un molare superiore. Ho chiamato subito lo studio dentistico dove vado normalmente per prendere appuntamento ma a causa delle festività il dottore e proprietario dello studio non c'era e neanche un altro dottore dello stesso studio ai quali mi rivolgo normalmente e quindi ho preso un appuntamento per il giorno 6 gennaio. Nel frattempo il mio dottore generico mi ha prescritto un antibiotico Moxiclav 1g a base di amoxillin anche per coprire un specie di otite che avevo. Dopo i 5 giorni di cura il viso si è gonfiato molto quindi decisi di andare allo studio dentistico e richiedere la consulenza ad un altro dentista dello studio. Il Dottore subito esegui raggi x alla parte della gengiva gonfia e mi disse dopo averla vista che non poteva toccare il molare devitalizzato (il quale è coperto con un ponte) siccome vi era un infezione in corso. Mi prescrisse un altro antibiotico chiamato flagyl che mi disse che era piu potente e di aspettare il 6 gennaio per vedere il mio dentista.

Il 5 gennaio siccome ho visto che anche con il flagyl non passava il gonfiore e nemmeno il fastidio gengivale decisi di andare subito dal mio dentista che era ritornato allo studio.

Dopo aver letto i commenti dell altro dentista e visto la lastra e visitato la parte che mi faceva male mi diede un altro antibiotico Augmentin 1g da prendere insieme al flagyl per una settimana ed il giorno 12 ho l appuntamento per vedere la situazione. Inoltre mi disse che non prescrive con antibiotici cortisonici dopo averli richiesti.

Sono passati 2 giorni con 2 antibiotici ed apparte un piccolo sgonfiamento ieri, oggi è ritornato di nuovo gonfio un po dentro nelle gengive e fuori nel viso.

È week end adesso e sono molto preoccupato. Ho 4 figli e non vorrei rischiare nulla. Secondo voi tutto questo è da procedura? Devo attendere fino al giorno 12? È normale tutto questo tempo? Cosa sarebbe meglio fare?

Ringraziando

Distinti Saluti

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La cura endodontica si può fare anche nella fase acuta dell'infezione. Se vuole aspettare il suo dentista il 12 può farlo, e' sotto copertura antibiotica e le cose dovrebbero tendere pian piano a migliorare, così come pure e' lecito il voler farsi curare prima da un altro dentista che si faccia carico della sua problematica.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 434XXX

Gentile Dr. Di Iorio

Grazie molto per la sua consulenza ed il suo tempo.

Prima che pensi sul dafarsi e credo che devo pensarlo velocemente ditemi se sbaglio.

Vi è qualche valida ragione scientifica medica per la quale si dovrebbe attendere la fine del decorao del terzo antibiotico?

In Italia tutti i dentisti di questo campo concorderebbero che si potrebbe in qualche modo procedere da prima o da ora? Almeno se dovessi venire in Italia a curarmi non troverei sorprese. Se vi può essere di aiuto questo dente fu devitalizzato 4 anni fa e ricoperto subito con un ponte.

Non voglio sembrare un ipocondriaco con i miei dentisti (e neanche con voi) perché è quello che mi hanno fatto sentire qui per il momento. Ma dopo tutti questi giorni con antibiotici e nessun miglioramento devo pensare.

Inoltre ho informato il mio dentista che per il momento non mi interessa l aspetto visivo e che per quello ci possono pensare dopo in qualsiasi modo quando sto meglio... quello che desidero è solo risolvere questo problema per il momento. Sono ancora gonfio e mi fa un po male.

Se possibile avere un idea. Fino a quando posso aspettare e che rischi massimi posso correre?

Nuovamente e sinceramente Grazie.

Distinti Saluti




[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente come le ho detto non c'è nessun motivo validato scientificamente per aspettare il termine della terapia antibiotica prima di intervenire in un ritrattamento endodontico ( o anche un'estrazione).
Ciascun dentista si comporta come meglio crede in Italia a Malta così come in qualsiasi altro posto del mondo. Io le ho risposto in scienza e coscienza e le ho detto come faccio io. Intervenire lunedì 9 o giovedì 12, essendo sotto copertura antibiotica, non cambierà il suo destino ne' tantomeno quello del suo dente che ad ogni modo andrà curato da un dentista esperto in endodonzia.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Utente 434XXX

Gentile Dr Di Iorio nuovamente grazie.

[#5] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
A completamento di quanto detto dal collega, per i sintomi persistenti che lamenta, suggerirei l'opportunità di rimuovere il ponte e di escludere una frattura del dente in questione.
Se così fosse si spiegherebbe la persistente infezione e l'impossibilità dell'antibiotico di funzionare.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#6] dopo  
Utente 434XXX

Gentile Dr Ponzi, grazie per il suo messaggio.

Oggi sono stato nuovamente allo studio dentistico solito dove un chirurgo dentistico con specializzazione Maxilo facciale mi ha visitato.

Non ha rimosso il ponte (sfortunamente ho letto questo messaggio stasera) ma ha spiegato che l infezione ha mangiato una parte dell osso e per quello non smette l infezione siccome vi sono dei canali aperti e mi ha spiegato che ho due possibilità.

La prima che lui può farmi una apicettomia e che ha l 85% di possibilità di riuscire prendendo altri antibiotici. E tenere il ponte che ho.

La seconda di rimuovere tutto il dente ed è sicuro al 100% prendendo anche in questo caso altri antibiotici. Poi il proprietario della clinica mi farà un impianto.

Il chirurgo dentista mi ha suggerito la prima soluzione per evitare di buttare via il ponte. E lo stesso il propietario dello studio.

Ho controllato e non vi sono qui specialisti in endodonzia e vi è solo lui per questo tipo di operazioni. L appuntamento dovrebbe avvenire tra questo fine settimana e la prossima continuando gli antibiotici e non so cosa decidere.

Anche io punterei sulla prima soluzione ma non vorrei finire a prendere altri antibiotici tra qualche mese e riavere questo stesso problema. Lui ha detto che non è un problema prendere tutti questi antibiotici e che normale in casi come questo.

Voi che ne pensate?

Distinti Saluti





[#7] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Questo è quello che penso io:
l'85% di successi per un'apicectomia ad un molare superiore mi sembra una percentuale molto ottimistica tenendo presente che i primi molari superiori han 3 radici e 3 canali ( nel 40% dei casi son 4 per la presenza di un canale accessorio) di cui una, quella palatale, per motivi anatomici molto molto difficilmente potrà esser apicectomizzata.
Anche l'apicectomia delle altre 2 radici non è semplicissima ( in genere son vicine al seno mascellare e soprattutto la radice disto- vestibolare e' "scomoda da raggiungere").
Io prima di propendere per una delle due opzioni che le son state proposte non esiterei a farmi visitare da un dentista esperto in endodonzia per valutare la possibilità di eseguire un ritrattamento endodontico.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#8] dopo  
Utente 434XXX

Grazie Dr Di Iorio. Rimango impresso dalle vostre risposte dettagliate e dalla vostra professionalità. Ho viaggiato molto ed ho sempre pensato che l'Italia è al primo posto come cure ed in questo sito si vede che i medici italiani hanno solo da insegnare nel mondo.

[#9] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La ringrazio per le sue belle parole anche a nome dei colleghi che rispondono su questo sito.
Buona serata
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#10] dopo  
Utente 434XXX


Gentili Dottori

Sfortunatamente a causa di una reazione allergica (probabilmente alla dose massiccia e prolungata di penecillina) devo estrarre il dente lunedì pomeriggio.

Sono tutto a macchie rosse di vario tipo che vengono e vanno. Occhi e labbra leggermente gonfie che vengono e vanno ed una sensazione di soffocamento avvolte.

Ho visitato 2 dottori generici ed un dermatologo e mi hanno dato la stessa cura a base di anti allergici e steroidi cortisonici. Ma non passa.

È capitato qualcosa simile a qualche vostro paziente?

Inoltro un altro post in dermatologia e allergia.

Distinti Saluti

[#11] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Se si tratta di una reazione avversa al farmaco, con la sospensione dello stesso e la terapia prescritta il quadro clinico andrà presto a risolversi.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#12] dopo  
Utente 434XXX

Grazie Dr Di Iorio. Sono passati circa 3 giorni da quando ho interroto augmentin e circa 2 giorni e mezzo dall inizio della cura.

L ultimo dottore adesso ha dubbi che possa essere la penicillina perché è passato un bel po di tempo.

Mi hanno inviato a fare test allergici e otorino prima del dentista Lunedi.

Distinti Saluti

[#13] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
La sensibilità che lamenta, può essere legata all' acido clavulanico presente nell' Augmentin, piuttosto che una reazione verso l' amoxicillina, l'altra molecola presente nel farmaco.
Se torna a leggere il consulto iniziale inviatole, noterà che si suggeriva lo smontaggio del ponte e la valutazione del dente: è singolare che ora ha due problemi anziché uno.
Sospenda il farmaco e lo annoti per comunicarlo ai sanitari in caso di prescrizioni future, e risolva, anche in senso estrattivo, il problema dentale.
Se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#14] dopo  
Utente 434XXX

Buona Domenica Gentili Dottori

Grazie Dr Armando Ponzi.

Si, proverò a tenere aggiornato il mio caso augurandosi che finisca bene.

Si, è triste, frustrante e preoccupante tutto ciò oltre ad un lieve dolore alla parte dentale e l enorme fastidio sulla pelle.

Ho provato ad impostare un post in dermatologia ma ancora in attesa ed ho provato ad inserirne uno in allergia ma vi sono troppi in attesa e non me lo permette.

Quando il dentista ha saputo dell allergia anche lui si è convinto di estrarre il dente il prima possibile (ha detto che a questo punto di non vedere sotto il ponte) e domani pomeriggio ci sarà l esteazione. Il dermatologo che mi ha visitato ha scritto al dentista di prescrivere in caso di antibiotici il Clindamycin. Voi che pensate?

Sono tutto a macchie rosse di vario tipo che vengono e vanno in tutto il corpo e provocano prurito avvolte. Le macchie non hanno forme regolari ed ho notato adesso che aumentano con il caldo o se toccate. Occhi e labbra leggermente gonfi che vengono e vanno ed una sensazione di soffocamento avvolte.

Ho preso solupred 40 mg al giorno in una volta
L Histasin 5mg 3 volte al giorno. Adesso prendo 20 mg di solupred al giorno ed uguale per l Histasin. Ma non miglioro.

Adesso il dottore mi ha rivisitato e non è piu sicura che sia la penicillina siccome sono 4 giorni da quando ho terminato gli antibiotici e 3 giorni da quando mi hanno dato queste cure. Mi ha detto di visitare un otorino e fare qualche prova allergica continuando questa cura per ora. Ma tutto questo forse lunedi prima del estrazione. Non so.

È normale tutto questo tempo? Il dentista può estrarre in queste mie condizioni?

Normalmente non sono mai stato allergico a nulla.

Distinti Saluti

[#15] dopo  
Utente 434XXX

Buongiorno Gentili Dottori.

Ieri hanno effettuato l'estrazione ed il dentista ha preferito non dare per il momento altri antibiotici. In caso peggioro lo devo informare. Non ho avuto bisogno di punti ed il ponte è stato tagliato in modo che avrò bisogno di solo due impianti. Mi ha inserito subito dopo l'estrazione una protesi mobile per i due denti mancanti. Mi ha prescritto un colluttorio per una settimana. Prossima visita dentistica tra una settimana.

Dal dente estratto mancava una parte della radice ed il dentista mi ha spiegato che era stata mangiata dalla infezione.

Per la reazione allergica devo continuare la cura prescritta dal Dermatologo con una dose di 20 mg di solupred andando a ridurre giorno per giorno per una settimana e l istasin per un mese tre volte al dì.

Il problema e che le chiazze vanno e vengono ancora e siccome ho anche psoriasi è veramente fastidioso ed in alcuni momenti insopportabile.

Al momento la guancia si sta gonfiando ed ho un leggero dolore e non ho capito bene fino a quando non devo prendere degli antibiotici? Cosa che ovviamente vorrei più che evitare.


Distinti Saluti