Utente 436XXX
Buonasera, ho un problema con il primo molare inferiore a destra ( guardando in internet numero 46).
Circa 8/10 anni fa si è rovinato e rotto ed è stato curato lasciando solo le radici nelle quali sono stati inseriti i perni e mi è stata messa la corona finta, non ho mai accusato fastidi fino a domenica 5 marzo che ha iniziato a "battere" all'improvviso e non potevo masticare, la mattina seguente vado dal mio dentista che mi sottopone ad una lastra: le radici con i perni erano ok però si è creato un vuoto in alto ( diciamo tra la corona e le radici, non riesco a spiegarmi meglio purtroppo) praticamente c'è un vuoto al quale non è possibile fare nulla e, anzi, puo portare alla rovina delle radici e l'unica soluzione è togliere tutto e fare un impianto. Inizio subito augmentin perché il dolore cresceva diventando lancinante, dovevo stare attenta anche a non battere i denti tra loro. Il martedi sopporto un dolore fortissimo...Mi sveglio il mercoledi con un'enorme fistola di pus (nel lato interno della bocca, non nel lato della guancia), dopo qualche ora si apre ma il male continua, nel pomeriggio si forma una nuova fistola grande quanto quella della mattina che si apre la notte dandomi un po di sollievo. Ma il giovedi (ieri) si è formata di nuovo rompendosi in serata.... oggi finalmente non si è più formata ( anche perche ormai sono 5 giorni che prendo l'antibiotico con il sinflex) ed il dolore è un po più sopportabile. Tornerò dal mio dentista all'inizio della settimana per una lastra e procedere all'estrazione.

Vi chiedo:
- l'estrazione è l'unico metodo?
- a questo "vuoto" venutosi a creare non si può veramente fare nulla? Da cosa dipende questo "vuoto" tra le radici?
- essendo il primo molare non voglio rimanere senza dente, è raccomandato l'impianto?
- l'impianto si esegue il giorno stesso dell'estrazione?

Vi ringrazio anticipatamente per le attenzioni e le risposte che vogliate darmi.

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Rispondo in ordine alle sue domande.
1) No, se possibile si procede a ritrattamento endodontico ( si cerca di curare cioe' l'infezione che si e' sviluppata). Ma non sappiamo se nel suo caso e' possibile. Se le e' stato detto che il dente e' da estrarre probabilmente non si può più curare. Forse la radice è anche fratturata.
2) Se il dente e' stato considerato da estrarre evidentemente il dentista ha considerato che non c'è alternativa all'estrazione. Noi senza visitarla non abbiamo motivi per pensare che non sia cosi. Un vuoto tra le radici e' verosimilmente un riassorbimento osseo di origine endodontica.
3) In genere si
4) Dipende dalla tecnica che predilige il dentista. A volte si esegue lo stesso giorno dell'estrazione altre volte si aspetta qualche settimana.

Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Quanto affermato dal collega mi pare corretto,e l'unica soluzione è l'estrazione(verosimilmente può esserci stata una frattura radicolare all'origine dell'ascesso)
Prima di posizionare un impianto bisognerà attendere la guarigione,
non è consigliabile inserirlo subito quando vi è un ' infezione in corso.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#3] dopo  
Utente 436XXX

Innanzitutto ringrazio il dottor Di Iorio e il dottor De Socio per le tempestive risposte.
Quel che dice il dottor Di Iorio è ciò che ha cercato di spiegarmi il mio dentista dicendomi "è come se l'osso si sia riassorbito lasciando il vuoto e non posso fargli nulla". Nel momento della lastra non avevo ancora infezione...ha iniziato a formarsi nel corso della giornata.
E come dice il dottor De Socio anche il mio dentista vuole optare all'estrazione perché non c'è soluzione a questo "vuoto" e si preoccupa perché può portare alla rottura delle radici. Quando telefonicamente ho fatto presente che era partita l'infezione si è preoccupato maggiormente per la frattura delle radici.
Sono molto ansiosa e ho il terrore a togliere un altro dente... ho tolto già l ultimo molare inferiore sinistro solo 1 mese fa (non è il mio periodo fortunato) è stata un'estrazione un po traumatica dato "l'incastro" delle radici nell'osso e nel dente del giudizio non fuoriuscito...spero non si ripeta, mi sto convincendo che come ci sono riuscita lo scorso mese ci riuscirò anche stavolta.
- L'impianto? È doloroso? So che si tratta di una vite nell'osso e al pensiero non sto bene.
- è complicato come intervento?

[#4] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se puo' rassicurarla,l'impianto non è per nulla doloroso ,oltretutto avrà gia ' pronto l'alveolo del dente che verrà estratto e che dovrà solo essere opportunamente "rettificato" per inserirlo.
Quindi intervento non complicato........................
Stia tranquilla e si affidi al suo dentista .
Stia Bene
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#5] dopo  
Utente 436XXX

La ringrazio di nuovo.
All'inizio della settimana andrò dal dentista per una lastra e se l'infezione sarà passata proseguiremo con l'estrazione sperando sia veloce. Vi farò sapere.
Posso però approfittare per un'ultima domanda?
- date le 2 forti infezioni nell'arco di un solo mese in due denti diversi (parte inferiore ultimo molare a sinistra e primo molare a destra) e la rimozione di entrambi, volevo sapere se le infezioni possono essere causate da qualche patologia generale, la mancanza di ferro o vitamine ad esempio, oppure è solo perché doveva andare cosi dato che il primo dente tolto doveva essere stato tolto anni fa ma per paura ho rimandato ed era rimasto aperto, e questo in questione ha avuto questo riassorbimento osseo.
Buona serata.

[#6] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Le infezioni sono solo di natura locale,o endodontica o parodontale,che è il caso del consulto ultimo richiesto.
OK?
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#7] dopo  
Utente 436XXX

Grazie tante per la pazienza e le risposte!

[#8] dopo  
Utente 436XXX

Dopo un'estrazione, i punti di sutura aiutano a guarire prima? Sono cioè un aiuto per la formazione del coagulo e per scongiurare infezioni dovute ad una ferita aperta o, peggio ancora, alveolite? Chiedo questo perché so che in alcune estrazioni semplici i punti non vengono applicati. Ad esempio, lo scorso mese mi sono stati messi dei punti dato che l'intervento è stato un po invasivo. Non so, penso sia più sicuro metterli, sbaglio?
Buona domenica a voi tutti

[#9] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Non esiste una regola generale. Va suturato quando il dentista reputa necessario farlo e quando e' necessaria la sutura aiuta la guarigione e favorisce l'arrestarsi del sanguinamento.
Negli altri casi la sutura non apporta alcun reale vantaggio.
Il dentista farà cio' che è meglio per lei.
Buona domenica
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#10] dopo  
Utente 436XXX

È che.sono terrorizzata dal fatto che entra qualcosa nella ferita e possa fare di nuovo infezione.
Grazie.della risposta

[#11] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Personalmente consiglio di suturare la ferita postestrattiva,inoltre se ha in previsione di sostituire il dente con un impianto e' consigliabile eseguire
la ridge preservation (riempimento osseo)
che serve per non perdere il volume osseo.
Buona Domenica
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#12] dopo  
Utente 436XXX

Eccomi di nuovo, scusate. Ho appena chiamato il mio dentista per prendere appuntamento per l'estrazione in base ai miei turni lavorativi. Lui sarà fuori tutta la settimana e slitta l'appuntamento a lunedi prossimo e mi ha detto di sospendere gli antibiotici dato che con oggi è una settimana che li prendo (io comunque li continuo per altri 2 giorni) .
Mi chiedevo: lunedi può toglierlo anche se smetto gli antibiotici tra 2 giorni, basta comunque la copertura che ho o dovrò fare un altro ciclo antibiotico? Ho questa sorta di "fretta" nel toglierlo col tutto che ho paura per il semplice fatto che non voglio sentire di nuovo dolore e soprattutto voglio farlo per il 1 aprile che ho una giornata che aspetto da anni e non voglio sia rovinata dal forte mal di dente

[#13] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Al momento segua quel che le ha detto il dentista,caso mai il giorno dell'intervento lo riconsulti,dato che la copertura antibiotica sarebbe d'uopo in un caso come il suo.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#14] dopo  
Utente 436XXX

E se io di testa mia non lo smetto e lo continuo per un'altra settimana? Diventano poi troppe 2 settimane di antibiotico?
Altrimenti lo smetto mercoledì e lo inizio di nuovo domenica in previsione dell'estrazione di lunedi (dato che la scorsa volta dopo l'estrazione mi ha fatto continuare l'antibiotico per 3 giorni)

[#15] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Per correttezza si consulti col suo dentista oppure con il medico curante.....
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#16] dopo  
Utente 436XXX

Ha ragione. Domani chiamerò il mio medico di base per una delucidazione riguardo l'assunzione dell'antibiotico.
Al momento la ringrazio.
Un saluto e buona serata

[#17] dopo  
Utente 436XXX

E cosi domani è il "grande giorno" , sono così arrabbiata di doverlo togliere, vorrei fosse possibile salvarlo ma non credo sia avvenuto un miracolo e penso che la lastra mostrerà ciò che ha mostrato 2 settimane fa!
Per quel che riguarda la copertura antibiotica, lo avevo sospeso (come vi avevo fatto presente nell'ultimo messaggio) ma ieri sera (sabato)l'ho ricominciato su suggerimento del mio dentista dato che avevo un leggero rigonfiamento nella zona dove ho avuto gli ascessi, anche se senza presenza di forte dolore.
Meglio, almeno così è più sicuro effettuare un'estrazione giusto?
Speriamo bene.
Buonanotte (ansia permettendo)
Grazie

[#18] dopo  
Utente 436XXX

Buonasera, torno ora dal dentista.
La situazione è questa: ho chiesto se c'era una possibilità di salvarlo, ma ciò non è possibile in presenza di qualche frattura alle radici. Ha smontato la capsula e rimosso i perni e la frattura è presente. Non ha potuto procedere con l'estrazione perché ci sta ancora un po'di infezione e un bozzetto di ascesso e preferisce allungare la copertura antibiotica. L'estrazione verrà fatta mercoledi mattina presto cosi il pomeriggio posso andare a lavorare. Ora sto con questo orrendo "buco" col quale dovrò convivere dato che l'impianto non si potrà mettere prima dei 3 mesi . Sono giusti i tempi? Va bene mettere l'impianto dopo 3 mesi?

[#19] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Si è corretto
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#20] dopo  
Utente 436XXX

Buongiorno, ho appena fatto e per fortuna non è stato un intervento invasivo come la scorsa volta, le radici mi sono tolte im modo semplice in pochi minuti.
Non mi sono stati messi nemmeno i punti, li ho chiesti ma dice che non c'era bisogno. Ora ho l'ovatta in bocca... ho pensiero per il coagulo
-dopo quante ore si forma il coagulo?
-come capisco se la natura ha fatto il suo corso?
-chiaramente oggi e domani mangerò gelato e yogurt, quando si chiude il buco? Si chiude con la formazione del coagulo? Ho paura a mangiare perché ci va il cibo dentro per questo preferivo i punti

[#21] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Risposte :
-il coagulo si forma subito
-il coagulo evolve in fibrina
-la fibrina(color bianco) dà inizio ai processi di guarigione
-la chiusura del "buco" in funzione dell'intervento chirugico e di quanto demolitivo è stato, avviene in qualche settimana(3-4 in media )
OK?
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#22] dopo  
Utente 436XXX

Perfetto! Grazie dott. DE Socio per la spiegazione dello sviluppo del coagulo.
Guardandomi allo specchio vedo qualcos di scuro nella ferita, credo si tratti del coagulo, ho ancora un po di sanguinamento, leggero, ma sono passate solo 3 ore quindi ci sta.... penso sia tutto nella norma giusto?
- importante: Il coagulo formatosi protegge già da adesso il "buco", cioè funZiona da "chiusura"? Praticamente Io mi immagino un buco aperto profondo fino all'osso e dove può entrare di tutto mangiando (non ho ancora bevuto neanche un goccio d'acqua) e non so se è veramente cosi o il coagulo chiude e protegge.
Scusate dopo ciò vi lascio tranquilli

[#23] dopo  
Utente 436XXX

Buonasera, ho fatto la visita di controllo, ogni tanto ho un leggero dolore. Sono passati solo due giorni credo sia normale o sbaglio? Anche la scorsa volta, con l altro dente tolto. ogni tanto faceva male e lo ha fatto per giorni.
Il dentista guardando la ferita ha detto che è tutto ok e la patina bianca che si vede non è pus ma fibrina ....ma questo io già lo sapevo perché me lo ha spiegato il dott De Socio in un messaggio! Quindi formandosi la fibrina significa che il processo di guarigione è in atto, mi ha inoltre detto che posso iniziare a mangiare senza paura ( sto mangiando ancora liquido!)
-se si sta formando la fibrina, il rischio alveolite è raro?
- sto continuando ad usare colluttorio con clorexidina al 0.2 ( iniziato gia giorni prima dell'estrazione)... faccio bene a continuarlo?
Grazie

[#24] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Signora,lei è in buone mani,si fidi del suo dentista e non si lasci prendere dall'ansia.
Tutto procede bene,dia tempo al tempo,per quanto riguarda l'alveolite
non legga più per favore forum su internet perché non è il suo caso.
Il collutorio lo continui come da prescrizione del dentista curante.
Buona Guarigione
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#25] dopo  
Utente 436XXX

Vorrei ringraziare voi medici, nel mio caso il dott De Socio e il dott Di Iorio, per le tempestive risposte date in questi giorni, per la pazienza e per il supporto che date anche agli ansiosi come me. È bello ciò che fate: dare modo di avere questo scambio di messaggi che chiariscono le idee e spesso tranquillizzano!
Grazie ancora e buona serata