Utente 174XXX
Buongiorno dottori,
volevo cortesemente chiedere un vostro parere su alcuni sintomi che sto riscontrando post intervento di riparazione di una carie dal dentista.

Trovandomi all'estero volevo chiedere a voi un consulto visto che é un po' complicate chiedere direttamente al denstista che mi ha visitato.
Cerchero di spiegarmi al meglio che posso, spero comprendiate che non sosno un esparto quindi spero di farmi capire.

In sintesi ho semplicemente dovuto siste,are un piccolo carie trai due premolari e otra un premolare e un molare dell'aracta superior sinistra.
Mi é stata praticata anestesia con una siringa (non so altro - quale anestetico e che tipo di anestesia) diciamo sopra i denti che dovevano essere trattati, sulla gengiva piu o meno dove questa si incontra con la parte interna della guancia (diciamo parte "alta" della gengiva, lato esterno).

L'anestesia ha interessato non solo il dente e la gengiva (come mi sarei immaginato per una carie) ma anche la guancia e meta labbro superior. A parte il fatto che l'effetto dell'anestesia é passato dopo diverse ore (circa 5, mentre il dentista mi aveva detto 2) ora a 30 ore di distanza dall'evento mi trovo con i seguenti sintomi:

- segno con sangue (tipo puntino post prelievo sul braccio) laddove é stato inserito l'ago.
- dolore nelo stesso punto, al tattoo e se muovo la lingua sopra
- senso di fastidio/dolenzia/intorpidimento su quell lato della guancia/viso se uso i muscoli del volto (tipo se sorrido, se mastico, etc.). Naturalmente l'effeto dell'anestesia é passato ma é come se sentissi ancora una sorta di lieve intorpidemento...diciamo che ho una sensazione di qualcosa di "diverso" se comparato all'altra parte del viso.
- dolore nel lato interno della guancia, piu o meno all'altezza di dove é stato inserito l'ago (che peró é stato inserito nella gengiva, perche quindi mi fa male la guancia?). Se muovo la lingua li sento dolore.

Magari é semplicemente il normale decorso post intervento e il dolore/fastidio é la somma del post anestesia e del post intervento...ma mi domandavo se é questo il caso oppure se sono sintomi infrequenti e che non dovrebbero capitare.
E' possibile che si sia lesionato qualche nervo? Perche anestetizzare guancia elabbro per una semplice carie? Ci puo essere qualche efetto colaterale persistente dopo le 24 ore?

Mi sento poi anche un po stordito e con mal di pancia ma quello credo derive dall'ansia conseguente a quanto detto sopra, non ho avuto svenimenti, sudorazione o altro.

Ringrazio sentitamente per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente l'ansia le sta facendo brutti scherzi, non siamo tutti uguali, per cui troviamo persone che perdono l'effetto anestetico dopo mezzora e altri dopo giorni, per cui stia tranquillo, attenda almeno una settimana, se la sintomatologia non regredirà spontaneamente ci ricontatterà.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 174XXX

Grazie dottore per la tempestiva risposta, faro come dice.

Una sola precisazione/domanda: la sensazione che riferisco non so se sia da collegare necessariamente all'anestesia, é come se il punto dove si sia inseriro l'ago e la zona circostante (interno guancia in particolare) siano indolenzite...puó capitare che vi sia dolore/indolenzimento "in loco" post anestesia e trattamento carie? Oppure puo essere che mi abbia inserito l'ago anche nell'interno guancia? Quella é la zona che mi fa piu male anche quando mastico (la parte alta che poi si congiunge con la gengiva e con l'osso).

Avverto anche un fastidioso sapore amaro in bocca.

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Mi aggiungo al valido dott. Ruffoni per una aggiunta ,che forse ci può spiegare il fastidio lamentato. Evidentemente è stata fatta una tronculare o perchè era voluta o perchè con l'ago ci si è appropfonditi troppo e si è entrati, solo per citare un esempio, nel forame infraorbitario superiore, dove emerge il nervo infraorbitario che è ramo puramente sensitivo del nervo mascellare, emergente dal trigemino e che innerva non solo la cute degli zigomi, delle palpebre inferiori, delle labbra superiori, ma anche il seno mascellare e come nervo alveolare superiore la dentatura superiore e i sintomi che ha lei quindi sono normali e scompariranno .Ma visto che lei riferisce il fastidio alla guancia, possiamo ipotizzare,ma è un fenomeno infrequente,di anestetico inoculato in prossimità di tessuto adiposo, che "sequestra" il farmaco cedendolo poi nel tempo. E' come se fosse stato inoculato del farmaco lentamente nel tempo e quindi da qui l'effetto prolungato.
Purtroppo senza visitarla e senza conoscere tipo di anestetico e tecnica utilizzata,restiamo sempre nel campo delle ipotesi.
Comunque i fastidi post-anestesia scompaiono abbastanza rapidamente.....
Cordiali saluti.
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 174XXX

Grazie dottore.

Nel caso sia come dice lei (rilascio lento) puo causare dei problemi? Ad oggi sento piu un indolenzimento dive e'stata effettuata la puntura e zone limitrofe, puo capitare?

Avrei un paio di altre domande, se possibile.

A due giorni di distanza dall'intervento sento un forte gusto amaro in bocca, sulla lingua e nella saliva, puo dipendere dall anestesia e/o dal materiale compositi usato per l otturazione o altro?

Infine, da ieri sera (e continua stamattina) avverto crampi e fastidi intestinali, malessere generale con qualche briviso, mal di testa etc. Febbre lieve (37.2) ieri sera, niente stamattina. E' solo una coincidenza (magari ho preso un virus negki stessi giorni in cui sono stato dal dentista) o l'anestesia/otturazione possono avere effetti collaterali sistemici?

Grazie ancora per l'attenzione

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
L' "indolenzimento " le passerà,stia tranquillo,magari attenda ancora qualche giorno,il sapore amaro potrebbe dipendere dal materiale usato per l'otturazione.
Scusi ma perché non ha interpellato il dentista che l'ha trattata?
Per il terzo quesito direi di consultare un medico di medicina generale.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 174XXX

Cari dottori,
Grazie per il vostro interessamento.

Ho parlato con il dentista, lui dice che febbre, mal di stomaco etc. a suo parere sono una coincidenza, sulla questiine dolore/indolenzimento puo capitare oer qualche giorno e sul sapore amaro dice che potrebbe dipendere in teoria dal materiale usato per l otturazione ma a lui non e' mai capitato di avere pazienti con questi problemi.

Aspettero qualche altro giorno per vedere come va, al momento i sintomi rimangino tutti uguali.

Visto che la cosa inizia a preoccuparmi un po, in linea generale volevo chiedervi:

- potrebbe un anestetico locale dare sintomi sistemici? Non mi pare di avere una reazione allergica ma potrebbe essere un problema di tossicita o altro?
- potrebbe il rilascio lento dell anestesia o il materiale composito causare questo forte gusto di amaro/bruciato/pizzicore in bocca? In particolare alla lingua. Questo e' davvero fastidioso.

Grazie di nuovo



Vi ringrazio

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
L'anestetico può dare una reazione allergica immediata,come un rush cutaneo oppure in rari casi un'edema della glottide ,e non è il suo caso.
Il sapore amaro può dipendere dal materiale composito di cui però non conosciamo il nome e la composizione.
Se non passa,si faccia dire almeno il nome del composito ed eventualmente ne può richiedere la rimozione .......
Ci faccia sapere se crede
Buon Fine Settimana
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'anestetico probabilmente è stato metabolizzato in toto, edemi da trauma ecc. possono anche rimanere, il sapore amaro forse c'era anche in precedenza ma non gli dava rilevanza.
Dimentichi per 15 giorni di aver curato il dente, altrimenti potrà entrare in una forma ansiosa veramente difficile da curare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#9] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Ora una domanda gliela faccio io ,non è che per caso soffre di reflusso
gastroesofageo e " L 'amaro-pizzicore in bocca " dipenda da esso?.....
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#10] dopo  
Utente 174XXX

Cari dottori, grazie nuovamente per la vostra attenzione.

Dr Ruffoni, faro come suggerisce e vediamo come va tra qualche settimana.

Dr De Socio, lei tocca un punto interessante. Io soffro di reflusso (lieve) da circa 8 anni a momenti alterni durante l anno i cui sintomi regrediscono dopo terapia con esomeprazolo al bisogno.
Proprio in questo periodo (da circa un mese e mezzo) sto utilizzando esomeprazolo 40mg per via di laringite da reflusso, nodo in gola e lieve amaro in bocca! Il punto pero' e' proprio che dopo qualche settimana di PPI l amaro in bocca era praticamente scomparso. Ora, lei mi confermera che la medicina non e' una scienza esatta e che ogni paziente e' un caso a se stante, pero mi pare quantomento peculiare che dopo anni in cui i sintomi di reflusso rispondono benissimo alla terapia con PPI, dopo che l amaro in bocca recente era regredito al 90%, in un periodo in cui sto assumendo esomeprazolo e proprio dopo aver fatto un otturazione improvvisamente mi venga un amaro in bocca....tra l altro diverso dal precente, piu forte, con aspetti anche di bruciore e pizzicore (soprattutto quando mangio).
Paradossalmente, proprio perche soffro di reflusso mi stupisce molto che abbia questi sintomi cosi marcati mentre sono sotto terapia.
Comunque chiedero al dentista il materiale utilizzato.
Infine, sto vivendo un perido abbastanza stressante in generale ma l ansia puo arrivare a generare questi sintomi? E proprio dopo intervento di otturazione? Grazie e buona serata