Utente 438XXX
Buongiorno Dottori,
scrivo per porre un quesito relativo ad un dubbio atroce che mi è venuto dopo il mio ultimo consulto con un dentista:

Causa agenesia degli incisivi laterali superiori, anni fa mi sono state installate delle capsule sui canini. per renderli QUADRATI e farli assomigliare a degli incisivi laterali.
Adesso, a distanza di anni, ho bisogno di SOSTITUIRE quelle 2 capsule, in quanto sono oggettivamente brutte a vedersi.
Sono stato da uno specialista, e mi è stato detto che non ci sono assolutamente problemi per la sostituzione. Dice che provvederà SENZA RISCHI per i miei denti a rimuovere le corone attuali, e ne installerà 2 nuove meglio studiate.

Fin qui tutto bene, finche poi non ha aggiunto:
"PER FARE CIO, SICCOME DALL' ORTOPANORAMICA VEDO CHE NON E' STATO FATTO IN PASSATO, PRIMA DI APPLICARE LE NUOVE CORONE DOVREMO PROCEDERE ALLA DEVITALIZZAZIONE DI ENTRAMBI I DENTI" !!!!!

Ovviamente io questa cosa assolutamente non me l'aspettavo. Secondo voi è normale che i miei 2 CANINI vanno devitalizzati per forza, prima di poter cambiare le capsule?
Premetto che non c'è assolutamente nessuna infezione, ascesso o carie profonda sui denti interessati. E che in tutti questi anni in cui ho portate le capsule, non ho avuto dolori o fastidi di nessun genere. Devo sostituire le corone SOLO per un fattore estetico.

Quindi PERCHE dovrei devitalizzare i denti?
Secondo voi la procedura dev'essere per forza questa?

In piu, una volti devitalizzati i denti, rischio qualcosa adesso o in futuro?
Io ho gia un'agenesia degli incisivi, e devitalizzando anche i canini non vorrei ritrovarmi completamente senza denti.

Attendo un vostro provvidenziale commento.
Grazie mille e saluti

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
personalmente non devitalizzo e sono contrario in mancanza di indicazioni certe. D'altra parte non conosco la situazione clinica e le motivazioni del collega per devitalizzare.
Richieda un secondo parere presso un altro collega poiché la devitalizzazione è un processo irreversibile.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
come le è già stato detto, senza un riscontro clinico è difficile capire se sia necessario o meno devitalizzare i denti. La necessità però potrebbe nascere da esigenze estetiche ossia per poter rendere le corone protesiche quanto più simili ai laterali che lei dovrebbe avere in base alla forma degli incisivi centrali. Mi spiego meglio: normalmente il canino è un dente chiaramente più grosso dell'incisivo laterale per cui è probabile che, per dare la giusta forma e dimensione alle corone protesiche in maniera tale che siano esteticamente in armonia con la sua dentatura ed il suo sorriso, sia necessario limare talmente tanto i canini che ci si avvicini pericolosamente alla polpa con rischi di esposizione pulpare o possibile necrosi secondaria della polpa stessa, nel qual caso la cura canalare è d'obbligo.
Pertanto, come ripeto, la necessità di dover devitalizzare i denti potrebbe essere di natura estetica al fine di confezionarle delle corone protesiche ancor più estetiche e gradevoli di quelle che ha ora e che magari non hanno una forma adeguata proprio perché si è voluto in passato evitare la devitalizzazione degli elementi dentari.
Se non è convinto quindi della necessità o meno di procedere come le ha proposto il collega, consulti un'altro specialista per avere un altro parere e poter fare un confronto oppure si chiarisca meglio con l'attuale professionista che l'ha visitata.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#3] dopo  
Utente 438XXX

Gentili Dottori,
innanzitutto grazie per le vostre risposte.

Vorrei rispondere per lo più al commento del Dottor De Giovanni:
- caro Dottore, penso di aver capito perfettamente quello che ha cercato di spiegarmi nella sua risposta, e credo che NON sia il mio caso. I miei canini, già prima di essere limati, erano relativamente "stretti". Quindi anche volendo creare capsule di dimensioni consone al ruolo che poi avranno i denti (e cioe incisivi laterali), non credo serva limare ancora di più per renderli piu piccoli. O almeno, non è una cosa che mi sia mai stata detta.
L'attuale dentista che mi ha proposto la devitalizzazione infatti, non ha menzionato l'utilità di avvicinarsi alla polpa limando ulteriorrmente. Mi ha detto che la devitalizzazione proposta NON è obbligatoria, ma è un suo CONSIGLIO.
Tale consiglio, non è dovuto a problemi attuali (tipo infezioni, carie o simili) e da quanto ho capito nemmeno ad esigenze di ulteriori limature.
Il Dentista me lo consiglia per evitare PROBLEMI FUTURI. Secondo lui infatti, togliendo le capsule attuali per sostituirle prima con provvisorie e poi con definitive diverse, "potrebbe" causare una iper sensibilizzazione futura dei denti (sottolineo il condizionale su POTREBBE).
Quindi è un CONSIGLIO secondo lui.

Ed io ovviamente, essendo ignorante in materia, non so se sia la cosa giusta. Sinceramente non mi va assolutamente di UCCIDERE 2 denti (avendo gia un'agenesia di altri 2), ma certo è che una volta fatto il lavoro, non vorrei ritrovarmi tra qualche mese ad avere problemi di sensibilizzazione e dover rifare tutto.

Non so come ragionarci.
Lei cosa ne pensa Dottore?

Grazie

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
capisco bene le sue perplessità e sono quelle che sicuramente ha considerato anche il collega che le ha proposto la devitalizzazione di entrambi i denti.
Tra l'altro nessuno può avere la certezza che tutto vada sempre come previsto, ancor meno in medicina che non è una scienza esatta ma si parla sempre di predicibilità.
Diciamo anche che la devitalizzazione di due denti non è un evento così drammatico per cui sul piatto della bilancia non pesa più di tanto questo aspetto e se si vuole essere sicuri di non aver alcuna problematica futura è sicuramente la strada da prediligere.
Io personalmente procederei prima con la rimozione delle corone preesistenti e con l'applicazione delle corone provvisorie al fine di valutare ancor meglio la situazione, ad esempio si possono fare due rx endorali per valutare l'esatta posizione e quindi distanza della polpa dalla superficie del moncone. Dopodiché, anche in base alle esigenze estetiche che le dicevo sulle quali il provvisorio può dare molte indicazioni, prenderei una decisione sul da farsi in accordo sempre con il paziente che, comunque, non può mai essere obbligato a fare qualcosa che non vuole.
Spero di esserle stato di aiuto ma la questione non è di facile lettura, nel dubbio si affidi sempre al clinico che per bagaglio culturale ed esperienza è la persona più adatta ad indirizzarla.

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#5] dopo  
Utente 438XXX

Capisco Dottore.

E grazie come sempre per le risposte.

Ma se faccio le devitalizzazioni, cosa succede ai miei denti in futuro? Rischio qualcosa, o non cambia assolutamente nulla?

Lei cosa consiglierebbe ad un suo paziente nella mia situazione? Cioe, se non vi fosse bisogno di limare fino alla polpa, se non ci fossero motivazioni estetiche, e se il dente si presentasse sano anche con i provvisori, lei consiglierebbe o no una devitalizzazione?

(lo chiedo anche perche altri professionisti mi hanno proposto di inserire direttamente corone definitive. Quindi vorrei cercare di districarmi sul da farsi)

[#6] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
se le cure canalari vengono eseguite correttamente non cambia sostanzialmente nulla e non rischia assolutamente niente. In linea di massima, laddove possibile, si cerca di evitare la cura canalare sia per non aggiungere ulteriori costi economici al paziente, sia per rispetto del principio di salvaguardare il più possibile l'integrità e la funzionalità biologica del dente. Si considera anche un dente devitalizzato più suscettibile a problemi parodontali ma ci sono pareri contrastanti in merito per cui non ne terrei conto.
In conclusione, tutto sommato, non ci sono particolari inconvenienti a devitalizzare questi due denti ma sicuramente meno rischi che si sviluppino necrosi pulpari in seguito che richiedano poi comunque la terapia canalare. Il rischio di necrosi pulpare deriva dallo stress a cui è sottoposto il dente per via della preparazione con strumenti rotanti, l'utilizzo delle resine per il provvisorio, gli stimoli termici più marcati che può subire il dente, ecc.
Se però altri professionisti le hanno proposto la protesizzazione senza terapia endodontica, potrebbe, visto che in linea di massima lo preferisce, affidarsi al loro parere e vedere poi in itinere se si riscontra la necessità di devitalizzare.

Cordialmente
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#7] dopo  
Utente 438XXX

ok Dottore.
io non so come ringraziarla.
E' stato super gentile.

Mi permetto di aggiungere solo un'ultima curiosità:
- Se io scegliessi di NON devitalizzare, e quindi procedere al cambio corone cosi come mi trovo, se in futuro (vicino o lontano che sia) io dovessi avere problemi paradontali, di infezioni o di iper sensibilizzazioni ai denti incapsulati, cosa dovrei fare?
In quel caso vanno rimosse le corone e devitalizzare (ritrovandomi quindi di nuovo al punto di partenza e dovendo affrontare di nuovo la spesa per le capsule oltre a quella per l'endodonzia)?
Oltre a questo, ci sono altri rischi?
Per tradurla in parole per me semplici: se io non devitalizzo e in un futuro ho qualche problema tra quelli possibili, rischio di PERDERE I DENTI? o si tratta solo di rischio di dover smontare tutto x devitalizzare per poi rifare 2 corone?
(ovviamente premettendo che in caso di problemi io andrei subito dal dentista. Ovviamente in caso di infezioni o necrosi, io da fuori ME NE ACCORGEREI VERO?)

- Ed in piu: ci sono rischi nel continuo smontare e cambiare le capsule? Cioe: io ora devo far tagliare le corone attuali per inserirne altre 2 meglio progettate. In piu so che se non devitalizzo e in futuro dovessi avere problemi, magari dovrei rifare la stessa cosa. Ci sono RISCHI per i miei denti in queste operazioni? Che so, magari per togliere ogni volta le capsule da sostituire e ripulendo il dente, si rischia di danneggiare qualcosa?

Grazie mille Dottore.
E' stato provvidenziale.

Cordiali saluti

[#8] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
se i denti incapsulati dovessero andare in necrosi col tempo, lei se ne accorgerebbe in seguito al dolore molto forte che solitamente insorge o eventualmente in seguito ad un esame radiografico che potrebbe mostrare un'area di osteolisi all'apice della radice del dente dovuta ad un riassorbimento osseo secondario all'infezione, solitamente tale osteolisi regredisce dopo adeguato trattamento endodontico, così come anche la sintomatologia dolorosa.
Non vi è rischio di perdere i denti.
La ripetuta realizzazione sugli stessi denti di corone protesiche non danneggia solitamente gli elementi dentari se si procede con perizia e con le dovute cautele.

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA