Utente 442XXX
Salve, mi chiamo Rossella e ho 20 anni.
Mi rivolgo a voi nella speranza di risolvere questo fastidiosissimo problema che mi ha già creato parecchi problemi a livello sociale.
Premetto che ho già letto mille articoli presenti in rete che affrontavano il problema.. pulisco i denti dopo ogni pasto, come mi ha spiegato il dentista dopo l ablazione del tartaro dopo avermi detto che è tutto okay nella mia bocca (tra l altro credo che questa cosa non abbia prodotto alcun miglioramento), pulisco la lingua con lo spazzolino, non bevo e non fumo. Non utilizzo il filo interdentale o il colluttorio che potrebbero essermi di aiuto, ma sinceramente non ne sono più molto sicura. il disturbo lo sento soprattutto al mattino, quando ritorna prepotente anche dopo aver lavato per bene i denti ed aver bevuto un bicchiere d acqua a temperatura ambiente per pulire il cavo orale.. dopo pranzo è più lieve ma devo comunque bere spesso per renderlo tale.. solo alla sera a volte sembra quasi pulita la mia bocca, e sottolinerei a volte.. in più, costantemente ho una patina sulla lingua nella parte più vicina alla gola di un colore, bianco-giallo e avevo pensato che si trattasse di una mancanza di vitamine come avevo letto o di proliferazione batterica, ma spazzolo e lei ricompare sempre.. La mancanza di vitamine potrebbe starci perché non consumo molta frutta. Essendo un problema che ho sempre avuto ho pensato dipendesse dalla mia cattiva alimentazione.. Adesso che ho cominciato ad assumerla sia a pranzo che a cena e quindi ho aumentato l apporto di fibre nel mio organismo, il problema di secchezza delle fauci è notevolmente migliorato, ma l alito cattivo solo leggermente... mi sapete dire se questi risultati magari si vedono in un arco temporale maggiore?
Ho anche provato a bere acqua e limone al mattino o i gargarismi con il bicarbonato, ma anche qui il sollievo è solo temporaneo nemmeno mezz ora dopo e ritorna il problema.
Io non sono un esperta ma credo dipenda dalla mia saliva, perché quando tento di "pulire la bocca da essa" con le mani pulite, asciugandola della mia saliva , la situazione migliora notevolmente.. il fatto è che non posso fare una cosa del genere spesso durante la giornata o fuori casa perché sarebbe una cosa nauseante e difficile da giustificare a chi non conosce il mio disagio. Inoltre non vado in bagno regolarmente e la mia vita è non svolgo attività fisica ma questo magari non centra molto.. vi prego datemi una mano io sono proprio stanca di questa cosa... me ne vergogno tantissimo. Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve, ho letto il lunghissimo post e le rispondo brevissimamente: non è che per caso soffre di reflusso gastro- esofageo?
Avendo escluso tutte le possibili cause da lei elencate,forse
sarebbe il caso di indagare in tal senso.
Buona Serata


le invio un link
www.medicitalia.it/minforma/gnatologia.../1484-alitosi.html
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Ho sempre considerato questa probabilità e potrei consultare il mio medico a riguardo. Non ho mai eruttazioni o bruciore al petto però a volte mi sembra di soffrire di quella che credo si chiami aerofagia, poiché sento come i succhi gastrici nell esofago.. in ogni caso sa dirmi che tipo di esame potrei fare per verificare la presenza di reflusso?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
L'esame principe è l'EGDS ( gastroscopia),pertanto ne parli col suo medico curante.
Ha letto il blog inviatole?
(L’alitosi è presente spesso in chi nel sonno russa e presenta episodi di apnea ostruttiva (OSAS: Sindrome dell’Apnea Ostruttiva nel Sonno), fenomeni spesso collegati all’ostruzione nasale e all’ipertrofia adenotonsillare. La soluzione dell’alitosi in questi casi si accompagna spesso alla risoluzione del problema di fondo).
Il muco che dal naso scende nel retrobocca nei casi di rino-sinusite cronica è una tipica causa di alitosi:
Specialista di riferimento OTORINO
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 442XXX

Il mininforma mi sarà sicuramente utilissimo. La ringrazio

[#5] dopo  
Utente 442XXX

Salve, dopo due mesi volevo scrivere per aggiornare la situazione.. non è cambiato sostanzialmente nulla anche dopo settimane di trattamento con esomeprazolo prescritto dal medico, ho fatto degli esami del sangue per controllare la situazione del fegato che è praticamente ottima, e un urinocultura che mi ha diagnosticato cistite e presenza di sabbiolina per cui devo bere di più. I miglioramenti della quale volevo capire però sono quelli che noto minimamente quando faccio cicli brevi di aerosolterapia (sono stata raffreddata e il medico l ha consigliato) oppure gargarismi con acqua e sale..
L alitosi mattutina però è proprio imbattibile, migliora leggermente ma tutto il mattino c'è comunque. Io noto la sensazione di scolo di muco in gola. Al mattino poi questo muco è ancora più giallo, quasi mai tende al verdino. Ho una visita prenotata dall otorino, perché ho sempre la sensazione di catarro e congestione nasale, ma secondo un parere medico, un alitosi così forte può essere dovuta a questo muco? Il retro della lingua presenta sempre la patina bianca gialla e anche la parte centrale, cosa può essere se gli esami davano una situazione sana del fegato?sono davvero stanca e preoccupata di non trovare soluzione...