Utente 443XXX
Buonasera, vi espongo i miei dubbi a riguardo di un impianto dentale che mi è stato fatto nell'arcata superiore sinistra. A settembre 2016 mi è stato fatto l'intervento per inserire l'impianto nell'osso ed il tutto è stato provvisoriamente ricoperto con resina in attesa della capsula definitiva. Dopo varie impronte finalmente il mese scorso mi viene tolta la resina e sostituita con il dente definitivo. Oggi torno dal dentista riferendo dolore alla masticazione e il dente che "balla"..lui tirando con le dita verso il basso stacca il febbre (operazione per nulla dolorosa),mi chiede di sciacquare la bocca e nell'atto del risciacquo l'acqua mi fuoriesce dalla narice sinistra. Lui mi dice che a causa di un forte raffreddore (che io non ricordo di aver avuto) mi si è infiammata la gengiva che adesso risulta gonfia e dolente al tatto e di aspettare 15 giorni che si risani.Nel frattempo ha coperto il tutto con un sottile strato di resina. Ciò che mi chiedo è:1 ciò che ha tolto con un po di forza e senza strumenti e che ho visto (dente con annessa vite)è tutto l'impianto che doveva essersi integrato nell'osso o solamente la capsula definitiva? 2 è normale che alla rimozione dell'impianto e conseguente sciacquo mi sia uscita l'acqua dal naso?

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
lei dice "ciò che ha tolto con un po di forza e senza strumenti e che ho visto (dente con annessa vite)è tutto l'impianto che doveva essersi integrato nell'osso o solamente la capsula definitiva?" però ha già scritto "dente con annessa vite" e sinceramente non le saprei rispondere se non ci dice che dimensioni avesse questa vite, ossia era grande quanto un impianto ed in questo caso si tratterebbe quindi molto probabilmente dell'impianto, o era solo una piccola vite, che sarebbe in questo caso la sola vite di connessione.
Poi lei dice "è normale che alla rimozione dell'impianto e conseguente sciacquo mi sia uscita l'acqua dal naso?". Anche qui la risposta dipende dal fatto che lei l'abbia sentita passare attraverso il rinofaringe ossia la parte alta della gola per intenderci, ed allora sarebbe normale, oppure non ha sentito alcun passaggio ed allora non sarebbe normale e potrebbe essere una perforazione oro-antrale.
Infine, non ho capito bene quando lei dice "Nel frattempo ha coperto il tutto con un sottile strato di resina." In che senso? Cosa ha coperto e che sarebbe questo sottile strato di resina? Come rimane ancorato questo sottile strato di resina?

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Utente 443XXX

Ciò che io ho visto è il dente con attaccata una vite di più o meno 1 cm. La resina è ancorata al dente precedente ed a quello successivo. L'acqua non è passata assolutamente dalla parte alta della gola. Nel caso di perforazione quali sono le conseguenze?

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Beh se parliamo di dimensioni di 1 cm allora direi che è molto probabile che si trattasse dell'intero impianto, il che spiegherebbe anche l'eventuale perforazione oro-antrale dovuta alla comunicazione della cavità ossea dove era prima alloggiato l'impianto con il seno mascellare, quindi l'acqua sarebbe passata da lì.
La perforazione non è preoccupante se non vi sono infezioni importanti in atto perché, se di piccole dimensioni, si risolve e si chiude facilmente.
Chieda magari ulteriori chiarimenti al suo dentista su cosa sia successo e su come comportarsi, sono sicuro che troverete una soluzione.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#4] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Gentile utente ,
se appurata la comunicazione oro-antrale,come giustamente
osservato dal Collega, e' auspicabile una chiusura della stessa con una tecnica chirurgica di plastica gengivale ,per evitare infezioni .
Lo faccia presente a chi l'ha operata .
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia