Utente 213XXX
Buona sera a tutti,
Volevo un aiuto da voi in quanto sono molto preoccupato.
Sono un ragazzo di 20 anni, e soffro di afte da quando sono nato, esattamente come mia madre (alla quale sono sparite completamente da anni, appena entrata in menopausa).
Ne ho sempre sofferto con certa frequenza, in certi periodi le avevo praticamente sempre, ad altri c'erano intervalli di qualche mese senza.
4 mesi fa mi è venuta un esplosione di quattro afte in bocca molto dolenti in seguito a una possibile infezione virale con febbre e comparsa di dolori articolari. Il dermatologo mi ha prescritto aciclovir sospensione orale 2 volte al di e una pasticca di bentelan 1 volta al di per 5/6 giorni.
Le afte sono andate via e non si sono ripresentate per un mese. I dolori articolari sono andati avanti per un po, e col tempo sono andati via. Nel momento in cui avevo ancora dolori articolari sono andato da due reumatologi per esporre il mio problema in quanto, sono sincero, sono molto in ansia per la sindrome di Behcet. Uno di essi mi ha detto di stare tranquillissimo, in quanto le afte del behcet e delle malattie reumatiche in generale sono afte estremamente difficili da trattare, e non la classica aftosi che può aver durata variabile da 7 a 15 gg. (che è la durata generale delle mia afte).
L'altro reumatologo mi ha fatto eseguire, invece: Ana, ena, anca, complemento c3, c4, immunoglobuline, azotemia, creatina, ves, emocromo, pcr e altri test ematici (non la tipizzazione tissutale per l'hla-b51). Tutti gli esami sono risultati perfettamente nella norma. Ho rieseguito per scrupolo ves e pcr nei periodi di dolori, ma sempre perfettamente normali.
Le afte purtroppo sono tornate, solitamente me ne veniva una, durava 6 gg, 2 gg di tregua e ne veniva un'altra. Adesso in bocca ne ho due piuttosto grandi, e mi sembra due piccole che stanno spuntando.
Soffro di balanopostiti spesso, per le quali sto facendo accertamenti coi medici che mi seguono (sto attendendo risultato di tampone), sembra possa esserci un frenulo corto alla base in quanto il dermatologo che mi ha visto non vede niente di particolare (psoriasi, licheni sclerosus...).
Spero voi possiate tranquillizzarmi. Volevo sapere se potevo fare altre analisi per dirimere ogni dubbio, e cosa potrebbe essere a causare questa aftosi.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, l'aftosi ricorrente non è sostenuta da virus per cui l'antivirale non è molto indicato e il dermatologo non è l'esperto del cavo orale. Il corretto professionista a cui si può rivolgere per avere accertamenti diagnostici, con una seria diagnosi e delle cure, è l'odontoiatra che si occupa di patologia orale.
Le consiglio la lettura di questo mio articolo:
https://www.dentisti-italia.it/dentista/patologia-orale/678_sindrome-di-behcet.html
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 213XXX

Buona sera gentilissimo dott Ruffoni,
avevo già letto il suo articolo in questi mesi di ricerca on line sul Behcet. La ringrazio molto per il suggerimento.
Mi era comparsa una "chiazza rossa/violacea" su una tibia, l'ho fatta vedere a due dermatologi e due reumatologi, i quali mi hanno detto la medesima cosa: livido da urto con qualcosa, in quanto non presenta infiltrato infiammatorio sottostante, e inoltre non compatibile con eritema nodoso.
Dottore, io sto cercando di farmi visitare da più specialisti insieme (per ottenere una eventuale diagnosi precoce) i quali mi hanno tranquillizzato dicendomi che il bechet non c'entra. Soffro di momenti di debolezza e sudorazione ultimamente, la cui probabile causa scatenante è l'ansia (sono sempre stato ipocondriaco, figuriamoci quando ad una età come la mia si sente parlare di una malattia così rara e grave). Mi farò visitare anche da un patologo orale, ma magari volevo sapere se le era possibile esprimere un suo parere (coi limiti del consulto on line) su un probabile bechet nonostante tutte quelle analisi negative.

La ringrazio moltissimo per la sua disponibilità, e comprendo se non può rispondere, data la complessità della domanda.
(le aggiungo solo che per adesso non ho avuto manifestazioni oculari e aftosi genitale)
Carissimi saluti di cuore.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Dubito che ci siano le condizioni verso la S. di Behcet, ma una diagnosi certa della sua patologia oltre permettere delle cure, la renderà più tranquillo.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 213XXX

Caro dott. Ruffoni,
sono stato da un patologo orale (il dott. ficarra di firenze), il quale mi ha confermato la diagnosi di stomatite aftosa ricorrente e mi ha prescritto desametasone 0,5% soluzione viscosa (o bentelan per bocca nei casi più seri di afosi).
Dato che al massimo mi vengono 3 afte insieme nei miei episodi, e vista la negatività delle analisi mi ha detto di star tranquillo.
La questione che le volevo esporre è che 1 volta al mese più o meno, mi compare una macchia rossa sulla tibia dx. Non è gonfia, non è dolente, non è calda e dopo pochi giorni va via. (4 o 5 gg all'incirca)
Ho presentato la questione a 2 dermatologi e ai miei 2 reumatologi, i quali continuano a sostenere che non è niente (eritema nodoso, lesioni vascolari, etc..). Affermano che sembra solo una macchia da trauma.
Cosa possono essere queste macchie dottore?
Ho solo paura di avere quella temibile patologia, o magari qualcos'altro di autoimmune e che stia solo ritardando la diagnosi.
La ringrazio davvero di cuore, e cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'ansia con internet le sta facendo un brutto scherzo, il collega Dr. Ficarra ha escluso la patologia autoimmune per cui stia tranquillo. Le patologie autoimmuni non sono dei tumori rapidamente aggressivi e un ritardo diagnostico non fa grande differenza.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/