Utente 389XXX
Testo: Buongiorno, due settimane fa ho sofferto di due piccole afte ravvicinate sul labbro inferiore, una di dimensioni di pochi mm, l'altra di un mm. Sebbene le piccole dimensioni, han provocato non poco fastidio, e dopo dieci giorni il tutto e passato. A distanza di due settimane, nel punto delle due afte, accuso la presenza di una piccola conca di colore più chiaro rispetto alla pelle del labbro; può essere una cicatrice, mai successo ciò in caso di afte? Cosa posso fare, può essere passeggere? Prender qualche crema? Chirurgia? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la diagnosi di afta da dove proviene? Autodiagnosi? Se tra 15 giorni la lesione bianca è ancora presente occorre visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 389XXX

Buongiorno, dr. Ruffoni. Mi sono morso il labbro circa tredici giorni fa. Mi succede talvolta, e ogni volta che mi capita, mi viene un'afta che scompare in 10-15 giorni al massimo.

Adesso l'afta e andata via, non provo alcun dolore, ma noto sul labbro una macchietta chiara indolore. Forse si tratta di una una cicatrice, non saprei, e mi piacerebbe trovare una soluzione. E la prima volta che succede.

Grazie dell'attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Le afte non prediligono l'origine traumatica, per cui dubito sulla sua autodiagnosi; attendiamo i 15 giorni poi nel dubbio visita.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 389XXX

Non voglio mettere in dubbio la Sua risposta di professionista, ma ovunque vedo online la parola afta associata a morsi accidentali!

In ogni caso ho prenotato una visita da un odontoiatra per Venerdi, Le faro sapere il consulto.

Saluti

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Purtroppo non ho studiato in internet e mi baso sui testi scientifici, sostenuti da bibliografie e ricerche, dove trovo: Stomatite Aftosa: Si riconoscono i meccanismi patogenetici che consistono nella distruzione della mucosa orale, mediata da linfociti citotossici CD8+, lo stress è un fattore predisponente, molte malattie sistemiche appaiono associate: agrnulocitosi, neutropenia ciclica,deficit Vit B; gli antigeni di istocompatibilità Hla-B12, B51 e il Cw7 sono stati associati a questa patologia. Fattore predisponente immunosoppressione da HIV. NON RITROVO ASSOLUTAMENTE L'ORIGINE TRAUMATICA CANTATA ON-LINE.
Ficarra F. Manuale di patologia orale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 389XXX

Buongiorno Dr. Ruffoni. La cosiddetta afta mi venne stata confermata da un dentista medico come effettiva stomatite aftosa. Tra l'altro passo ancora dopo due giorni, lasciando un segno minuscolo quasi invisibile.

Soffro di afta ricorrente dall'adolescenza, intorno al 15 anni.
Sicuramente un fattore genetico o una causa di base ci può essere, ma confermo che questa ultima mi venne in base a un morso accidentale.

Voglio ancora aggiungere che non mi permetterei di smentire la sua parola di professionista, ma vorrei replicare che quando leggo su internet, non guardo articoletti per ragazzi, ma mi baso su articoli scritti da medici.

Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gli articoli trovati in internet scritti dai singoli medici, privi di bibliografia, spesso utilizzati come pubblicità occulta, non sono testi scientifici, specialmente quando descrivono il singolo caso; essi devono essere saper letti e interpreti dando a loro il corretto peso, cosa che il povero utente spesso non sa fare. Non è raro trovare utenti che si sono fatti i ingannare da articoli o interviste, di sembianze scientifiche, che poi si sono rilevate solo delle pubblicità. Difficilmente un odontoiatria fa diagnosi di aftosi ricorrente, senza prescrivere delle cure, abbandonando il paziente in internet, senza spiegazioni della patologia diagnosticata. Ritorni dal suo odontoiatra e si faccia mettere per iscritto dalla diagnosi alle cure; facendosi spiegare di cosa lei è affetto e delle complicanze che possono derivare dalla patologia, che potrebbero essere campanelli d'allarme di patologie ben più gravi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/