Utente 453XXX
Buongiorno,
negli ultimi 2 mesi ho vari sintomi\dolori di cui i vari specialisti non riescono a darmi spiegazioni e risoluzione .
Nelle varie analisi è stato anche trovato anche un residuo di radice (la punta di circa 4mm) rimasto dopo l'avulsione circa 3 mesi fa del secondo molare inferiore. Secondo il dentista potrebbe essere un delle cause, ma con probabilità bassa , mentre per il chirurgo maxillofacciale non è questo il problema (mi ha detto eventualmente in caso di ascessi)

Ho seri dubbi sul sottopormi all'intervento visto che : l'intervento necessiterà anche di intervenire sull'osso (la radice era uncinata) , crerà un "voragine " ancor più grossa di quella dell'estrazione, in questi mesi ho avuto effetti collaterali da alcuni farmaci (muscoril e algix), vari cicli di antibiotici mi hanno portato dismicrobismo Intestinale con conseguente candidosi orale ed alla fine non so sè risolvera i mie problemi o ne aggiungera .

Potreste spiegarmi quali potrebbere essere i rischi e i sintomi nel caso lasciassi la radice dov'è.

Grazie Molte

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Se il dente era infetto (aveva dato ascessi per intenderci o comunque era un dente a polpa necrotica) anche il residuo radicolare lo e' e quindi il problema infettivo non è stato risolto con l'estrazione e nel tempo darà luogo a sofferenza ossea con formazione di granulomi o cisti.
Se il dente era vitale il residuo radicolare probabilmente conterrà un moncone pulpare vitale che potrebbe (è necessario comunque usare il condizionale perchè è difficile prevedere il futuro) non darle mai problemi.
Sarebbe importante sapere i motivi per cui è stato estratto il dente e le condizioni in cui si trovava. Quindi probabilmente la persona più adatta a rispondere ai suoi quesiti è il dentista che ha effettuato l'estrazione.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 453XXX

Grazie per risposta,
la ragione per cui era stato estratto era un fastidio persistente per 15gg ,dopo pulizia di una tasca infetta , amoxicillina e clorexidina 0,20, dalle radiografie non risultava altro.
Ricordo che aveva faticato ad estrarlo arrivando a tagliarlo verticalmente in 2.

I possibili rischi, come ho capito dal chirugo-maxillo facciale, sono solo , per modo di dire, possibili ascessi ?

Nel caso di ascesso generato di questa parte potrebbe esserci nessun riscontro alla vista, ma solo dolore?

La ringrazio molto

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Il residuo radicolare può dar luogo ad ascesso granuloma, cisti con un range di probabilità molto variabile legato alle condizioni di cui le parlavo sopra e su cui non credo sia necessario tornare.
Un eventuale ascesso certamente ha dei risvolti clinici che emergerebbero da una visita.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it