Utente 438XXX
Buongiorno gentili Dottori...ho un quesito da porre alla Vostra cortese attenzione.All'incirca un mese fa mi si è spezzato quasi alla base un incisivo superiore laterale che era ancora un dente da latte. Mi sono recata dal dentista il quale, di fronte al fatto che io fossi un po' riluttante ad affrontare un intervento quale l'impianto, mi ha proposto il ponte Maryland Bridge. Però non ha effettuato l'estrazione della radice del dente da latte. Volevo chiedervi se secondo voi questa e' una tecnica corretta. Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,
personalmente ritengo che una procedura corretta sia sostituire implantoprotesicamente il dente permanente agenesico.
Il ponte Maryland, se proprio non vuole fare implantoprotesi,e' comunque una soluzione percorribile.
Rifletta bene ed eventualmente faccia
fare dal Collega una ceratura diagnostica per vedere il risultato finale.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 438XXX

Grazie mille dottore per la gentilezza e la tempestiva risposta...quindi la radice del dente da latte non dovrebbe darmi problemi? Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Solo se farà impianti (per mantenere il volume osseo a disposizione)altrimenti
se decide per il Maryland sarebbe opportuno eliminarla.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 438XXX

Egregio dottore sicuramente mi sono spiegata male all'inizio..il ponte e' già stato realizzato e montato e la radice è rimasta.Per tale motivo mi e' venuto il dubbio...cosa potrebbe comportare quella radice?

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Gentile Utente,
se il Maryland è una soluzione in attesa di impianto,la procedura è corretta come le ho accennato,altrimenti la radice va estratta.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 438XXX

Grazie infinite dottore...in realtà con il mio dentista non avevamo parlato di fare altro .Vorrei sapere con il tempo questa radice che danni potrà causarmi e se e' il caso di rivedere il tutto

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Una radice residua può provocare una infezione o molto probabilmente potrà restare silente senza problemi per molti anni o per sempre.
In sintesi rappresenta un rischio.Personalmente la toglierei....

Cordiali saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente 438XXX

Grazie dottore seguirò il suo consiglio. Distinti saluti e buona serata