Infezione recidiva dopo impianto

buongiorno,
cerco di riassumere la lunga storia:
7/7/17 inserisco vite impianto
17/7/17 tolgo i punti , il dentista dice che la ferita si è rimarginata perfettamente
27/7/17 insorgenza di infezione , bolla improvvisa lateralmente alla gengiva , indolore.
scopro di essere incinta , il dentista fora la bolla ma non si risolve
riapre la ferita ,pulisce l'infezione , mette del biooss , richiude ferita
prendo sotto prescrizione l augmentin 1 mg
dopo 7 giorni tolgo i punti , sembra tutto risolto

dopo 4 giorni , nuova bolla , stavolta più piccola
il dentista è in ferie , lo chiamo , riprendo augmentin 1 mg per 6 giorni ogni 12 ore

la bolla sparisce , dopo circa 2 giorni spunta dalla gengiva un piccolissimo spuntone bianco e duro e uno rosa
vado dal dentista e me li estrae , dice che sono stati questi a causare la seconda infezione e che l'antibiotico li ha fatti espellere
questo era il 22/8

sottolineo che il dentista ritoccando la vite dell'impianto non mi ha mai fatto male e quindi non sembra avere problemi

ieri mi spunta un'altra bolla molla sul bianco/rosa sopra la gengiva , io non ce la faccio più
aiuto
[#1]
Dr. Marco Capozza Dentista, Ortodontista, Gnatologo 636 18 3
Salve, premetto che in assenza di una visita posso solo riferirmi alla casistica generale e non al suo specifico caso.
L'inserimento di impianti può essere associato a tecniche rigenerative. Normalmente non si hanno particolari gonfiori o dolori dopo l'intervento.
La presenza di pus o di fistole o di gonfiore riferibile ad ascesso indica la presebza di infezione che potrebbe essere dovuta a meteriali da rigenerazione e/o agli impianti.
Il successo dell'intervento può essere compromesso parzialmente o totalmente sino alla perdita dell'impianto.
La valutazione deve essere del proprio dentista.
La perdita dell'impianto avviene di solito senza dolore e dopo un breve periodo di guarigione se ne può quasi sempre posizionare un altro.
Il successo degli impianti, secondo la statistica internazionale, non è del 100% e chi afferma il contrario mente o ne fa pochi o ignora la bibliografia.
Le consiglio di discuterne tranquillamente con il suo dentista in quanto se c'è qualcosa che non va non potrà essere nascosto a lungo e comunque di solito le soluzioni sono relativamente semplici.
Cordiali saluti

Dott. Marco Capozza
https://www.dentista.lecce.it/

[#2]
dopo
Utente
Utente
il dentista mi ha detto che non può essere perimplantite altrimenti avrei sicuramente avuto dolori , cosa mai successa.
inoltre premendo sulla vite non sentivo dolore.
secondo lei quindi dovrei togliere la vite ?
[#3]
Dr. Giuseppe Oscar Muraca Dentista, Odontostomatologo 4k 84 6
Con molta probabilità si tratta di un problema infettivo riguardante il materiale d'innesto (una parte del quale è stato espulso - il pezzettino bianco duro...-). In questi casi si dovrebbe reintervenire aprendo un lembo e pulendo per bene la zona infetta, mi fa un pò strano che il collega non l'abbia già fatto. Infezioni ricorrenti non curate possono portare alla perdita dell'impianto.
Cordialmente

Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4]
dopo
Utente
Utente
gentile dottor. oscar , si la prima volta lo ha fatto a riaperto e pulito l'infezione , è stato li che mi ha messo un po di biooss.
lei intendeva che doveva riaprire una seconda volta?
può essere che devo prendere per piu tempo l'antibiotico?
[#5]
Dr. Giuseppe Oscar Muraca Dentista, Odontostomatologo 4k 84 6
Anche prendendo solo antibiotico non risolverà la situazione a lungo termine. Bisogna intervenire direttamente sulla zona, se lei ha di continuo questa piccola zona infetta, credo che un motivo ci sarà e bisogna scoprirlo.
Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
è questo che non si riesce a capire appunto . adesso alla terza bollicina , molle ,indolore ,colore chiaro.
cosa farebbe lei?
[#7]
Dr. Luigi De Socio Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7.2k 395 7
Mi permetto di suggerire leggendo la storia ,di rimuovere tutto,impianto compreso,curettare l'alveolo chirurgico
e programmare un nuovo intervento implantare a guarigione biologica avvenuta. Altrimenti" aprendo" lembi per "fare pulizia" si perde solo altro osso alveolare e non risolve il problema.
Senta eventualmente un secondo parere.
Cordialità

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8]
dopo
Utente
Utente
Sono stata stasera dal dentista , ha leggermente inciso le bollicine dice che non è un infezione ma la gengiva non si adatta bene alla vite tappo ,ha ordinato una vite di guarigione che dovrebbe molto probabilmente risolvere la cosa . L impianto e la bolla sono indolore alla pressione. Che ne pensate?
[#9]
Dr. Luigi De Socio Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7.2k 395 7
Se c'è un problema nell'innesto si rileva clinicamente: rossore e gonfiore in corrispondenza della gengiva.....Forse la "bollicina" potrebbe essere una raccolta ascessuale.
Senta un altro parere,ma di un implantologo esperto .Saluti
[#10]
Dr. Marco Capozza Dentista, Ortodontista, Gnatologo 636 18 3
Le consiglierei di attendere ancora seguendo il suo dentista in quanto l'eventuale fallimento di un impianto non si può nascondere a lungo e comunque non è grave in quanto nella maggior parte dei casi si può rifare senza spese aggiuntive.
Saluti
[#11]
Dr. Sergio Formentelli Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7.5k 226 18
"non può essere perimplantite altrimenti avrei sicuramente avuto dolori "

Sciocchezza.



"ha ordinato una vite di guarigione che dovrebbe molto probabilmente risolvere la cosa . L impianto e la bolla sono indolore alla pressione. "

Un implantologo che si rispetti i monconcini di guarigione li ha in studio, perchè facendo impianti frequentemente ne ha sempre bisogno.
La bolla è verosimolmente una infezione (si... infezione) dovuta ad una incompleta guarigione della gengiva che ha lasciato un piccolo tragitto aperto.
Il moncone di guarigione dovrebbe risolvere il problema se non vi sono altre cause a sostenerlo.
Inutile e sbagliato rimuovere l'impianto se stabile, indolore e radiologicamente inserito correttamente.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#12]
dopo
Utente
Utente
grazie dottor Formentelli .
le chiedo alcuni punti :
1- mi ha detto che non la aveva in studio la vite di guarigione perchè la misura del mio impianto o della vite non è tra le standard.
2-secondo lei la prima e la seconda infezione come da me descritte a cosa erano dovute?
3- il dentista è molto esperto e fidato , perchè secondo lei toccando l'impianto e la vite mi ha detto che non era perimplantite visto che manca dolore o movimento?
4- perchè allora non viene messa subito la vita di guarigione invece di quella tappo per scongiurare questi problemi della gengiva? io spero di risolvere il tutto perchè sono incinta e mi preoccupa anche la nestesia per la vite guarigione.
grazie molte.
[#13]
Dr. Sergio Formentelli Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7.5k 226 18
1) Può essere.
2) Verosimilmente alla stessa cosa; un frustolo di osso potrebbe avere interferito con i processi di guarigione.
3) E' periimplantite. Ma non è importante, una volta scoperta la causa e rimosso il problema.
4) Il moncone di guarigione sollecita di più l'impianto, e spesso si preferisce lasciarlo sommerso in modo che i fenomeni di guarigione ossea non subiscano interferenze.
Altre volte quando di pensa che tali interferenze non rappresentino dei rischi per la stabilità primaria, si può inserire subito il moncone di guarigione o usare altre tipologie di impianto.
[#14]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ,molto chiaro.
domani metterò la vite di guarigione.
il dottore dice che non mi metterà dei punti.
questo mi esporrà a nuove possibili infezioni?
[#15]
Dr. Sergio Formentelli Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 7.5k 226 18
Verosimilmente no.