Utente 464XXX
Salve,

a seguito di numerosi interventi su denti devitalizzati male e curati peggio, mi son accorta di un piccolo ascesso pieno di pus su di un molare , il dente è stato estratto e mi è stato diagnosticato un cementoma nella mandibola destra. Mi è stato consigliato di inserire due impianti nella mandibola con il cementoma ;mi chiedo se sia corretto.
Il cementoma come sapevo e come vedo dalle vostre risposte deve essere tenuto comunque sotto controllo, se dovesse aumentare, questi impianti che fine farebbero? l'inserimento dell'impianto può stimolarlo? o comprometterlo? sono diabetica non insulino dipendente nel mio profilo è riportato male il peso, non sono sottopeso.

grazie

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Siam sicuri che stiam parlando di un cementoma ( peraltro assai raro)? Termine che indica una lesione attaccata ad una radice dentaria. Se la lesione e' all'interno della compagine ossea senza alcun rapporto con le radici si sta probabilmente parlando di una zona di osteosclerosi. Si faccia vedere daun odontoiatra che abbia un po' di esperienza in patologia orale.
In caso di osteosclerosi non ci son problemi per un eventuale impianto. Circa il cementoma essendo una lesione di una radice dentaria essendoci per l'appunto la radice l'impianto non vedo a cosa debba servire.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it