Utente 466XXX
Salve mi chiamo Luca ho 42 anni, mi sOno sottoposto ad intervento di 3 impianti dentali su 3 molari inferiori, uno a destra e due a sinistra. Purtroppo il primo di sinistra e stato espulso dopo circa trenta giorni, dopo circa 4 mesi ho ripetuto l intervento ed è stato espulso di nuovo dopo 3 settimane circa. Non ho avtuo dolori, gonfiore, o sanguinamento (un poco si ma blando e dopo lo spazzolamento). La mia domanda è : perché mi succede questo? Premetto che gli altri due impianti sono andati a buon fine è che ho seguito tutto l iter di profilassi antibiotica igiene orale quotidiana con dentifricio e colluttori a base di clorexidina+gel per massaggiare le gengive (corsodyl) ed ho assunto antiinfiammatorio per 15 gg (aulin). L unico sintomo che mi sembrava un po' strano era un forte dolore al premolare vicino all impianto, riferito al medico il quale mi ha consigliato la devitalizzazione dello stesso, dolore sparito dopo un paio di giorni prima Dell espulsione Dell impianto. Cosa ne pensate voi? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
difficile risponderle senza conoscere il caso clinico,in genere la perdita precoce di un impianto e' dovuta a
mancata osteointegrazione,e le cause possono essere o una perimplantite precoce,o un
problema operativo chirurgico.
Si chiarisca bene col suo dentista o chieda eventualmente un secondo parere .
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Dr. Lorenzo Paolo Bottini

20% attività
4% attualità
8% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Salve,
la perdita di un impianto dopo 30 giorni puó essere causata da

- infezione precoce o infezione preesistente e non diagnosticata e risolta del sito impiantare
- inserimento errato dell'impianto stesso
- errata programmazione della chirurgia, che non consente il raggiungimento dei criteri minimi di stabilità necessari per permettere l'integrazione nell'osso della vite impiantare.

Statisticamente puó succedere, l'importante è capire quale sia stato il problema, programmare meglio il prossimo intervento ed evitare che tali condizioni si ripetano.
Cordialità
Dr. Lorenzo Paolo Bottini
Odontoiatria Specialista in chirurgia odontostomatologica
www.pro-smile.it

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente, concordo che statisticamente può succedere, ma queste percentuali sono veramente basse in implantologia, rendendola una tecnica attualmente sicura e predicibile. Il suo caso è molti altri casi non andrebbero messi in un cassetto ma andrebbero pubblicati, per una revisione attuale della letteratura. Pubblicizzare successi implantari oggi e alla portata di qualunque odontoiatra, le garanzie di esperienza implantare le posseggono in pochi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/