Utente 136XXX
Alla c.a. dei Medici Odontoiatri di Medicitalia.
Quest'oggi mia madre (67 anni) si è recata dal proprio dentista di fiducia per interpretare il referto dell'ortopantomografia (non alterazioni osteostrutturari focali – non granulomi apicali – radiotrasparenza coronale del 22-23 e dubbia del 43 – parodontopatia).
Lo specialista ha rifatto l'indagine radiografica al 22-23, ed ha parlato di "rarefazione ossea". Che cosa significa? I denti non sono stati devitalizzati, né trattati – hanno solo faccette estetiche. Cosa potrebbe essere? È necessario approfondire la situazione con ulteriori indagini?
Ringrazio in anticipo e porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la rarefazione ossea è un area radiologica rarefatta che si presenta radiotrasparente, potrebbe essere data da reazione periapicale, o parodontale o endoparodontale, il controllo di vitalità di questi elementi è il primo accertamento strumentale; il posizionamento di faccette di grasso spessore con adesivi aggressivi può dare la necrosi dell'elemento che radiologicamente può presentarsi come rarefazione, che va curata.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/