Utente 470XXX
Buonasera,è la prima volta che scrivo qui e vorrei tanto un Vs parere:circa 15gg fa al molare 46 si spezza un pezzetto laterale,ma nessun dolore ne problema,solo questo piccolo buco scoperto dove cominciava a depositarsi il cibo. Faccio una prima visita gratuita presso un centro dove mi fanno una rx e mi dicono che è da devitalizzare,piu cura canalare,ricostruzione del dente estesa,ecc.. perche la carie è arrivata fino in fondo. Tot 450 euro che al momento non rientra nelle mie possibilità dal momento che sono disoccupata. Cosi decido di andare dal mio medico curante per una visita presso l ospedale e il dentista mi guarda il dente dicendomi che l otturazione bianca precedente ha ceduto e si è formata la carie interna,cosi pulisce e chiude con otturazione provvisoria dicendomi che ero ancora salva,la carie era vicino al nervo ma non bisognava togliere nulla. Dopo quattro giorni l otturazione salta via,il dente non fa tantissimo male tranne a contatto con l acqua che sentivo molta sensibilità. Ritorno dal dentista,mi domanda se ho dolore,gli spiego della sensibilità e lui in 15-20 min lavora sul mio dente,anestetizza perche sentivo dolore quando toccava con gli strumenti e una volta finito gli domando cosa avesse fatto e lui mi risponde che ha devitalizzato,mi ha tolto il nervo e chiuso provvisoriamente e se dovesse saltare di nuovo l otturazione io non dovrei avere nessun fastidio. Al posto del nervo non c e niente,rimane il dente con questo bel buco che ha fatto lui e che dovrà chiudermi lunedì prossimo. Ora io mi domando: è possibile fare una corretta devitalizzazione in cosi poco tempo e lasciare solo il dente senza mettere nessun materiale che sostituisca il nervo estratto? È possibile che prima diceva che la carie non era al nervo ma vicino ,quindi ero ancora salva e poi devitalizza senza peraltro fare nessuna rx prima ?
Adesso ho solo la cresatina che chiude il dente e un dolore fortissimo che ho cercato di calmare con un antifiammatorio. Spero solo che non vado incontro a problemi piu seri per lavori eseguiti troppo frettolosamente per essermi affidata al Ssn. E ho anche il dubbio che questa devitalizzazione poteva essere risparmiata dal momento che non accusavo molti problemi tranne la sensibilità dopo la prima otturazione.
Ringrazio per la Cortese attenzione e mi scuso per essermi dilungata.

[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Paolo Bottini

20% attività
4% attualità
8% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Salve, circa la necessità o meno di essere sottoposta ad una terapia canalare (quella che comunemente viene chiamata "devitalizzazione") non ci si può esprimere senza aver visto la situazione iniziale e senza aver visionato una rx, quindi partiamo dal presupposto che la scelta terapeutica dei colleghi, che l'hanno visitata e che hanno potuto eseguire controlli radiografici, sia corretta. 15 minuti sono pochi per completare una corretta terapia canalare su un molare, come nel caso che lei ci riporta. Tuttavia il collega, dicendole di aver "devitalizzato" il dente, si è probabilmente riferito alla fase iniziale del trattamento canalare,quella in cui cioè si rimuove il tessuto vitale, la polpa del dente (da qui il termine improprio di devitalizzazione), e per la quale forse 15 minuti sono un tempo molto breve ma che potrebbe essere sufficiente. Tenga presente però che una corretta terapia canalare prevede,dopo la rimozione del tessuto vitale, la corretta sagomatura, detersione e sigillatura dei canali radicolari del dente trattato, e che queste fasi devono avvenire con il dente isolato dalla diga di gomma (chieda al dentista se la utilizza, anzi cerchi di pretenderla) e solitamente richiedono ben più di 15 minuti. Quindi consideri che la sua rerapia canalare deve essere completata,chieda che venga fatto con le giuste metodiche. Saluti.
Dr. Lorenzo Paolo Bottini
Odontoiatria Specialista in chirurgia odontostomatologica
www.pro-smile.it

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Buongiorno Dottore, La ringrazio per la Sua risposta. Purtroppo per il prossimo appuntamento con il dentista,mi ha detto che avrebbe chiuso e io avrei riavuto il mio dente.
Nei referti lasciati ha scritto questo:
Primo referto:"rimossa carie su 46 e med cresatina. Chiuso cavit provvisoriamente".
Secondo referto:" in anestesia rossa si esegue terapia canalare di 46(pluriradic),si alesano canali,si lavano H2O2 e si med cresatina.Chiuso plastor".
Dottore questo è quello che il dentista ha descritto nei due fogli che ho. Terminato il lavoro pensavo di fare una rx alla bocca per conto mio,per vedere effettivamente se il lavoro fatto è stato eseguito bene,che ne pensa?
E ripeto,è normale che al posto della polpa tolta io non abbia più niente,non deve essere sostituita con qualche materiale ma rimane solo il dente cosi?.
Grazie ancora per la Cortese attenzione.
Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Lorenzo Paolo Bottini

20% attività
4% attualità
8% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Dalla cartella clinica che Lei ci riporta risulta che nel primo appuntamento le è stato rimosso il tessuto cariato (o infiltrato, dove èra saltata la precedente otturazione) e nella seconda seduta è stato rimosso il tessuto pulpare (impropriamente si parla di "nervo") dal dente e dai canali radicolari, ed è stata applicata una otturazione provvisoria. Fino a qui va bene. Senz'altro nella prossima seduta il collega procederà alla detersione e sigillatura dei canali, il dente non viene lasciato "vuoto". Quindi il dente andrà ricostruito con una otturazione o con una ricostruzione utilizzando o meno un perno endocanalare (se necessario, questo lo può stabilire solo il collega che la sta curando,a seconda di quanta sostanza dentale è stata rimossa durante la cura). La bontà della chiusura dei canali deve poi essere verificata con una radiografia endorale (o più di una se necessario), di norma questo viene fatto al termine del trattamento. Le ripeto di esigere l'utilizzo della diga di gomma come ausilio terapeutico. Qualora avesse dei dubbi fa bene a richiedere una rx a fine terapia per controllare la corretta esecuzione della stessa.
Dr. Lorenzo Paolo Bottini
Odontoiatria Specialista in chirurgia odontostomatologica
www.pro-smile.it

[#4] dopo  
Utente 470XXX

Buongiorno Dottore,
Grazie della Sua risposta.
Si ho fatto cosi,il 20 ho l ultimo appuntamento dal dentista e il 24 nov ho prenotato una rx per controllare il lavoro svolto. Nel frattempo il dente fa ancora male,non tantissimo ma il dolore e costante e se ci batto la lingua sopra sento una fitta,la gengiva è ancora gonfia e molto rossa ma un rosso scuro scuro come se avessi sangue sotto. Sto prendendo l antibiotico dato dal mio medico curante e superiamo in bene!
Non ho mai avuto di questi problemi quindi per me è la prima volta.
Grazie della Sua Cortese attenzione.
Saluti.