Utente 495XXX
Buonasera a tutti cortesi dottori, vi espongo il mio caso che senza dubbio risulterà piuttosto singolare. Ho il quinto e il sesto dell'arcata superiore destra che in occlusione presentano il così detto morso incrociato con, non sorprendente, risultato di una deviazione della mandibola. Finqui tutto nella norma della succitata situazione. Il problema é che, fino a che non mi venisse rimosso l'ottavo nella stessa parte, questo insieme al settimo in occlusione corretta, faceva si che la bocca chiudesse in maniera simmetrica e non deviata. Ma ora non essendoci più il settimo da solo non riesce a guidare correttamente la chiusura. Con conseguente deviazione e bocca storta! Ed eccoci alla domanda di mio interesse, è possibile in qualche modo ripristinare in posizione dell'ottavo una protesi (nel caso consigliatemi il tipo) che riassolva il compito del dente rimosso?
Mi rendo conto che non è forse una soluzione canonica ma a me la mia precedente occlusione piaceva, mi sentivo a mio agio, cosa che ora invece non provo. Chiedo in relazione a questa perché, facendo una visita con uno gnatologo antecendete alla nascita degli ottavi , mi disse che l'unica soluzione era la chirurgia caudiviata da un apparecchio del costo di 10000 euro. Improponibile. Ho già esposto questo al mio dentista e mi ha categoricamente vietato qualunque cosa da mettere al posto dell'ottavo. Vi ringrazio per la vostra disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, forse un apparecchio mobile con simulato il dente, potrebbe aiutare a far diagnosi e lei potrebbe capire se veramente tutto deriva da quel dente. La risposta del suo odontoiatra è accettabile, ma provi con delicatezza a parlare della mia proposta.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 495XXX

Inizio con il ringraziarla per la risposta cortese. Che dipenda da quel dente io ne ho la più assoluta certezza e la sua alternativa non mi dispiace affatto, come ho detto questa nuova occlusione mi crea molto disagio. Approfitto della sua cortesia per chiederle se effettivamente è così deprecabile una protesi tipo impianto in quella determinata posizione e nel caso di apparecchio mobile la gengiva su cui graverebbe il simulato potrebbe avere problemi? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'apparecchio mobile è sostenuto anche dai denti e non solo dalla gengiva che può sopportare il carico, l'impianto potrebbe essere tenuto in considerazione dopo la prova con il mobile, la sua fattibilità non è giudicabile via web.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/