Utente 520XXX
Salve a tutti,
espongo la mia problematica:
tra due settimane dovrò effettuare l'estrazione del dente del giudizio e vista la non banalità dell'intervento (la radice del molare è vicinissima al nervo della mandibola) il dentista mi ha anticipato che molto probabilmente necessiterò di 2/3 giorni di convalescenza. L'intervento lo farò presso uno studio dentistico privato situato nella città in cui sono residente, mentre il mio medico di base lavora nella città in cui sono domiciliato per motivi di lavoro. In merito al certificato medico di malattia, il dentista mi ha anticipato che non potrà (non so il perché) inviarlo telematicamente all'INPS e ha aggiunto che questo, in realtà, spetta al mio medico di base, viceversa, il mio medico di base asserisce che è il dentista che ha l'obbligo di farlo e, quindi, non mi rilascerà alcun certificato medico, inoltre, mi ha consigliato di chiedere al dentista un certificato cartaceo e di inviarlo tramite raccomandata all'INPS entro 24 ore.
Ora, la mia domanda è questa: il dentista è abilitato a rilasciare certificati medici di malattia? Se sì, posso pretendere che lo invii telematicamente all'INPS? Ci sono soluzioni alternative alla mia problematica?

Grazie a tutti coloro che risponderanno.

Un saluto,

Luigi

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, il medico di base da delle direttive che sono basate su dei regolamenti, l'odontoiatria forse non li conosce; quindi è bene che i due colleghi si mettano in contatto tra di loro per chiarirsi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il dentista PUO' rilasciare certificati medici per malattia, ma non li sappiamo fare.
Personalmente non ho la più pallida idea di dove cominciare.
Mi hanno raccontato che occorre accredirarsi all'INPS, imparare a farli senza sbagliare pena pesanti sanzioni, superare i livelli, raccogliere l'arma giusta, uccidere il drago e salvare la principessa.
Questo per uno-due certificati l'anno.

Il medico di famiglia fa queste cose routinariamente, e ci mette circa 30 secondi.

Normale quindi che tale cosa (non la sappiamo fare) venga chiesta al medico di famiglia.
Ma se il medico di famiglia si inalbera per questioni di principio, fregandosene di lei, forse è da valutare il cambio del medico con uno più gentile.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)