Utente 570XXX
Gentili Dottori
Sono un ragazzo afflitto da una terribile malocclusione dentale, premetto che ho sempre goduto di un'ottima occlusione nonche di uno stabile e definito "incastro" tra le arcate dentali con la quale mi trovavo perfettamente a mio agio, purtroppo venuto meno a seguito di otturazioni di una decina di denti tra molari e premolari che hanno stravolto l'intercuspidazione.
Solo a seguito di tali soffro di importanti limitazioni funzionali nel parlare, nella masticazione dei cibi, dolore, autodemolizione e ammaccamenti agli stessi denti dovuti alla perdita dei giusti contatti e comparsa di una strana sensazione riferibile a un laccio stretto nella regione occipitale della testa.
Dopo le otturazioni lamento un'alterata percezione dei contatti dentali con la netta sensazione di avere della materia in surplus tra i denti, "rialzi" non proprio naturali riconosciuti da altri dentisti alla quale mi sono poi rivolto e sensazione di corpi estranei fusi e inglobati tra i denti, (un vero disastro specie nella masticazione) a nulla sono serviti i continui richiami al dentista curante in quanto nonostante abbia abraso i denti non ho mai avuto dei miglioramenti per poi "liquidarmi" dicendo che è psicologico. Nel contempo data la dolenzia, mi sono rivolto ad altri medici, i quali pur apprezzando i precontatti non si sono presi la responsabilità di sistemarli finchè uno studio dentistico mi ha fatto un molaggio selettivo al termine del quale si riduce il dolore, resta tuttora una continua stanchezza nel parlare e nel mangiare, un peso di non poco conto alla pari di una persona che con forza comprime l'arcata dentale, molto invalidante e limitante, problemi prima mai avuti.
Dopo visita gnatologica attualmente sono in cura presso un dentista, la quale ha già ricostruito alcuni denti nel corso delle sedute salvo poi ricoreggere le ricostruzioni perche alte, non voglio continuare, non ha senso ricostruire per poi ridistruggere o limare considerevolmente perchè intercettano male in quanto mi da l'impressione che non sia stato valutato in anticipo l'ingombro spaziale delle ricostruzioni anche in rapporto alla morfologia occlusale residua naturale, dei minimi ritocchi possono essere necessari ma a lavoro protesico completo e non di volta in volta.. . cosi facendo prevedo siano facilmente intuibili altri ritocchi di non poco sia in quelli ricostruiti che nei pochi denti naturali.. . nel corso delle successive sedute.. . e superfici altamente molate o sfaccettate..
DOMANDA: è possibile ricostruire molari e premolari gravemente compromessi senza preventive registrazioni con archi facciali e relativo riporto dei dati sull'articolatore che simula i rapporti dentali statici e dinamici del paziente? (Le ricostruzioni sono state direttamente eseguite senza tutto ciò)
Si ringrazia anticipatamente per la cortesia e la disponibilità tutti medici che possono al riguardo fornire consulti, opinioni e suggerimenti. GRAZIE A MEDICITALIA per il servizio reso e Buona giornata.

[#1]  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Rispondo solo alla sua domanda. Le ricostruzioni dirette dei denti non richiedono registrazioni di quel tipo, vengono eseguite una per volta o per piccoli gruppi in modo da conservare la stabilità occlusale del paziente per le opportune valutazioni e regolazioni direttamente eseguite. La bocca in questo caso è il migliore articolatore. Lo stesso vale per ricostruzioni protesiche eseguite con lo stesso approccio (una-due per volta) in una bocca sana.
Nel caso di ricostruzioni protesiche (quindi eseguite in laboratorio) multiple e contemporanee è generalmente consigliabile l'utilizzo di sistemi di registrazione opportuni
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#2] dopo  
Utente 570XXX

La RINGRAZIO per la gentilezza e disponibilità, intendevo domandare: come si può garantire un rapporto funzionale tra i denti come sistema efficace di cuspidi,creste,fosse e adeguati punti di contatto se non valutando in anticipo lo spazio delle future ricostruzioni protesiche e simulandone i rapporti dentali? Cioè prima di cementarli in bocca per evitare inutili molaggi di volta in volta dei numerosi denti ricostruiti risultanti alti e pagati a caro prezzo......viene meno la stabilità occlusale e anche quella economica....

Ho detto ricostruzioni dirette in maniera impropria, sono indirette Intarsi onlay GRAZIE ancora

[#3]  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se le ricostruzioni sono indirette e sono multiple l'utilizzo di idonei sistemi di trasferimento dell'occlusione al laboratorio è sicuramente opportuno
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it