Utente
Buonasera, circa un mese fa ho estratto il dente del giudizio inferiore sinistro, parzialmente incluso.
L'intervento è durato un'ora e, a dire del chirurgo, il mio osso era molto duro e di conseguenza non sanguinava.
Ho avuto i punti di sutura, rimossi dopo una settimana.
Il decorso post operatorio è stato piuttosto tremendo in quanto è subentrata alveolite post estrattiva.
La settimana dell'intervento ho assunto augmentin mattina e sera per 6 giorni, seguito poi da iniezioni di rocefin per 7 giorni, considerato che il dolore si era fatto lancinante.
Preciso che la gengiva non si è mai gonfiata e che appare rosea.
Ultimato il rocefin, ho fatto alcuni lavaggi dal dentista che ha trovato residui di cibo nella cavità.
Lo stesso dentista mi ha consigliato di effettuare lavaggi domiciliari, che sto facendo tutt'ora, con acqua ossigenata, fisiologica, froben e un gel denominato cliadent.
Martedi scorso sono stata nuovamente controllata e mi è stato detto che la cavità era pulita.
C'era stato un lieve miglioramento ma da alcuni giorni la gengiva è di nuovo pesante, pulsa e sento pungere.
Ovviamente ora il mio dentista è in ferie e non mi ricontrollerá tanto presto.
Mi chiedo come mai questi dolori che sembrano passare, invece ritornano nonostante sia trascorso un mese dall'intervento.
La cavità si sta anche piano piano rimpicciolendo e io non sto praticamente mangiando niente per paura che possa finirci dentro qualcosa.
Mi chiedo anche se ha senso prendere dell'altro antibiotico o magari del cortisone per togliere questa infiammazione che, evidentemente, non si risolve.
Tutto questo mi sta causando un forte disagio psicofisico perché non riesco più né a mangiare né a dormire.
Grazie al dottore che avrà la pazienza di leggere e rispondermi.

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, non alimentarsi non porta vantaggi e cerchi di convivere con questi fastidi nell'attesa del rientro del suo odontoiatra. In questo momento non occorre nulla, oltre quello già prescritto dal suo odontoiatra.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/