Utente 141XXX
Nell'autunno 2006 mi è stata diagnosticata una MTS ossea emibacino Dx da Ca tiroideo.Trattata nell'agosto 2007 e Gen. 2009 con131J (5,55+5,55 GBq), nel giugno e luglio 2007 con 10 sedute di radioterapia (dose 30Gy). Buona captazione su lesioni cervicali. Debole ed insufficiente irraggiamento dell'ampia lesione dell'emibacino Dx. Nel gennaio 2008 e nel febbraio del 2009 ho avuto interventi di angiografia ed embolizzazione del bacino. L'indagine è stata condotta con puntura dell'arteria femorale comune di Sn. L'arteriografia preliminare all'intervento di embolizzazione, ha evidenziato la presenza di una grossolana lesione focale ipervascolarizzata, di significato ripetitivo, interessante prevalentemente la regione iliaca di Dx. Alla neoformazione afferiscono vasi emergenti dall'arteria ipogastrica. Previo cateterismo selettivo e superselettivo, anche per mezzo di catetere coassiale, dei suddetti vasi, hanno provveduto alla embolizzazione della lesione, ottenendo la sub-totale devascolarizzazione della stessa.
Le cure che ho avuto sono corrispondenti alla mia malattia o ci sono altre possibilità?
Nell'attesa di una vostra risposta porgo i miei sentiti auguri di buon Natale e di un buon anno nuovo.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

direi che è stato fatto tutto per il meglio. Localmente potrebbero giovare ulteriormente delle applicazioni di ipertermia capacitiva.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it