Utente 145XXX
Buongiorno, ho già chiesto una volta un consiglio che è arrivato, preciso e tempestivo. Mi hanno diagnosticato un linfoma di Hodgkin. La settimana prossima comincerò la chemioterapia, con infusione in vena, circa 4 ore per seduta, ogni 15 giorni. Mi spaventa l'idea che questi medicinali possano danneggiare tessuti e vasi: ad ogni semplice prelievo, gli infermieri lamentano che ho vasi molto piccoli. Qualcuno mi ha parlato di un "port"?, che va comunque impiantato chirurgicamente. Non esiste niente altro che possa essere ugualmente efficace e meno invasivo? Vi ringrazio tanto.

[#1] dopo  
Dr.ssa Claudia Baiocchi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile signora,
sicuramente l'impianto di un porth a cath, può risolvere il problema da lei lamentato. L'impianto chirurgivo comporta solo un modesto traumatismo, efficace nel tempo. La rimozione del medesimo può avvenire molto facilmente quando lei e i colleghi decidano in tal senso.
Cordialmente
Dr.ssa Claudia Baiocchi