Utente 607XXX
Buongiorno, avrei bisogno di una chiara esplicazione del referto PET di signora di 64 anni con fortissimi dolori zona addominale. Mi è stato detto non da oncologo ma chirurgo che si tratta di un tumore diffuso e inoperabile. Vorrei anche sapere le aspettative di vita e quali sono i centri oncologici migliori in italia preferibilmente al nord e centro per questo tipo di patologia.
Di seguito riporto referto:
SINTESI ANAMNESTICA E QUESITO DIAGNOSTICO:
Da circa tre mesi persistente dolore epigastrico. 08.09.10 EGDS: cardias incontinente con presenza di ernia iatale, esiti cicatriziali di pregressa ulcera in sede bulbare. 25.10.10 pancoloscopia: deiverticolosi del sigma. 15.11.10 CEA 151,1 ng/mL.
Ricerca aree ipermetaboliche.
Glicemia 100 mg/dl.
REFERTO:
Aree di intenso iperaccumulo del tracciante a carico della colecisti, marcatamente aumentata di dimensioni, nella sua porzione superiore, sul profilo esterno in sede periepatica ed infero-medialmente. Alcune aree di intenso iperaccumulo del tracciante a carico delparenchima epatico, contiguo ella colecisti, in S4 con parziale estensione in S5.
Aree di iperaccumulo del tracciante a carico di alcuni linfonodi in sede peripancreatica, paracavale, celiaca, inteaortocavale paraortica.
Più tenue iperaccumulo del tracciante a carico di un linfonodo sovraclaverae sn, di alcuni linfonodi iuxtaesofagei e di alcuni linfonodi posteriormente e medialmente l'aorta discendente all'altezza di D9.
Limitatamente al potere risolutivo della metodica (circa 5mm) non si documentano altre aree di alterata distribuzione del tracciante nelle regioni corporee indagate.
CONCLUSIONI: lesioni ad elevata attività metabolica in sede colecistica, epatica e linfonodale.
Ringrazio fin da ora per la disponibiltà, aspetto con ansia una risposta.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
sembrerebbe trattarsi di una neoplasia della colecisti con metastasi al fegato (il condizionale è d'obbligo, serve biopsia). Potrebbe eseguire della chemioterapia, se le condizioni lo consentono, a scopo sintomatico palliativo.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)