Utente 205XXX
Salve.
Mio padre (76 anni, alto 1,67m peso 90 kg circa) è stato operato da un anno circa di tumore al colon. Dopo l'intervento gli è stato applicato un sacchetto per evaquazione. Successivamente ha subito, un ciclo di chemioterapia, interrotto dai medici visti gli esiti positivi della cura. Da circa 10 giorni, mio padre ha cominciato a mostrare, in alcuni momenti, perdita di lucidità, depressione, stanchezza. Negli ultimi 3 giorni la stanchezza si è molto accentuata. Mio padre ha anche più volte vomitato. Preoccupati abbiamo chiamato il 118 (pressione rilevata 160/100, glicemia alta) che ha provveduto al ricovero. In ospedale hanno sottoposto mio padre ad esami del sangue, tac, raggi in bocca. dopo i primi esami ci hanno detto che nel cervello sono presenti due lesioni tumorali una di tre centimetri,l'altra di 4. durante il ricovero ha subito, un blocco intestinale (non riusciva più a defecare dal sacchetto) e quindi i medici hanno inserito un sondino per via orale in modo da potere consentire per altra via l'evaquazione. A quanto pare il blocco era dovuto alla cicatrice dell'operazione dell'anno passato. Questa cicatrice, gonfiando, ha causato dei disturbi. Disturbi che hanno colpito anche un rene, di conseguenza dilatato e lesionato. Mio padre per effetto di ciò, fa pipì in continuazione. L'analisi con contrasto ha mostrato che ci sono 2 lesioni tumorali nella parte frontale del cranio a destra e un rene lesionato.
I medici hanno detto che il problema più grosso è l'impossibilità di operare il paziente. Se si potesse operare, sarebbe possibile sistemare la cicatrice all'intestino e risolvere i problemi da questa causati al rene.
Sostengono però che non è possibile operarlo (secondo lei è invece possibile? Può sopportare l'anestesia?)
Tenga presente che il livello di calcio è in risalita.

Da 3 giorni mio padre è stato dimesso, ovviamente non perchè stia bene, ma perchè i medici pensano che non ci sia più nulla da fare. E' così? Capisco che vi servirebbero i referti medici per aiutarVi a dare un giudizio. Dove posso inviarli (magari tramite fax o per e-mail) i referti e gli esiti dei vari esami che ha sostenuto mio padre?
E' possibile fare una radioterapia al cervello e al rene per guadagnare tempo, visto che la chemio non è sopportata dai reni e l'anestesia dell'intervento non è sopportata dalle lesioni al cervello?

Grazie, rispondete per piacere

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sostengono però che non è possibile operarlo (secondo lei è invece possibile? Può sopportare l'anestesia?)
Tenga presente che il livello di calcio è in risalita.

COME SI Fà A DIRLO COSì?? POTEBBE VALUTARE L'IPOTESI RADIOTERAPICA, MA BISOGNEREBBE VEDERE COME SONO LE OCNDIZIONI GENERALI DI SALUTE E LE EVENTUALI COMORBIDITA'
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)