Utente 210XXX
Salve sarò molto sintetico e coinciso, sperando di riuscire a dare un buon quadro totale.
Scrivo per mia madre anni 62

DIAGNOSI
Adenocarcinoma moderatamente differenziato del sigma-retto trattato in aprile 2011 con resenzione del sigma-retto + ovariectomia dx [pT3 N1 (1/23) Mx] e con polichemioterapia [secondo schema XELOX ( oxaliplatino gg1 ogni 21gg + Xeloda cpr gg1-14 ogni 21gg dal 24.05.11 al 28.11.11 8cicli.]

Ultimi controlli
-5/2011 pet/tc formazione nodulare al lobo superiore polmonare dx (SUV max 2.2); formazione ipodenza al V segmento epatico (suv max 5.5) , iperaccumulo II costa a dx (suv max 3.0)

-10/2011 pet/tcc e tac torace,addome: non si rilevano più le alterazioni presenti nel precedente esame diagnostico.

-01/2012 pet-tc accumulo del tracciante a livello dello scavo pelvico (suv max 3.8)
tc addome formazione fluida sedimentata e disomogenea (69x59) a sede nel Douglas che risulta indissociabile dalle anse intestinali. Micronodulazioni linfonodali a sede lombo aortica di diminesioni maggiori 15mm in sede inguinale bilaterale.

Gli esami del sangue con tutti i valori dei markers tumorali sono usciti nella norma tranne il CEA che è uscito 22.7.


ad oggi abbiamo fatto anche una rmn pelvica con questo risultato:

24/01/2012 vescica distesa a contenuto di segnale omogeneo e pareti regolari.
in sede annessiale sinistra evidenza di grossa lesione espansiva con diametri di circa cm 8.8X8.2cm, polilobata a profili irregolari, settata con gettoni solidi contestuali che presentano ireggolare impregnazione contrastografica.
concomita in fossa iliaca sinistra estroflessione sacculare polilobata come da idrosalpinge.
utero nei limiti volumetrici con fisiologica ed omogenea differenziazione del segnale miometrico-endometriale e con cavità di segnale omogeneo.
assenti tumefazioni linfonodali retroperitoneali e pelviche.

il prof. ha deciso di fare la chemioterapia
con un farmaco diverso da quello utilizzato nella prima chemio
ora le volevo chiedere, mi scusi forse la banalità della domanda
ma secondo lei che risultati si potrebbero ottenere? possibilità di guarigione o meno? mi può dire qualche suo giudizio? quanto grave è la situazione? potete darmi delucidazioni ben precise, nude e crude.... Cosa fare?
sono un pò spaesato, quindi mi scuso nel caso di domande che possano essere banali o non indicate.
Io ho solo 25 anni sono molto preoccupato e distrutto, è stato un percorso duro e straziante e ricominciare tutto da capo mi mette molto paura ed ho perso quasi tutte le speranze e la serenità.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

a mio avviso in primis occorre fare una valutazione chirurgica della problematica. Se il chirurgo esclude un reintervento allora si deve impostare un trattamento chemioterapico differente dal precedente eventualmente abbinato ad ipertermia (vedi sito www.ipertermiaitalia.it). La situazione si presenta assai seria e molto dipende dal percorso terapeutico che verrà (o meglio potrà essere) posto in atto e dalla effettiva possibilità di procedere nuovamente a chirurgia.

Cari saluti
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 210XXX

salve dott.
mi scusi l'ignoranza ma volevo chiederle se l' ipertermia e la termoablazione sia la stessa cosa.
giovedì 02 febbraio iniziamo la chemio, mi pare che abbia detto con il farmaco xeliri abbinato ad altri farmaci. in più aspettiamo la risposta per il k-ras.
sono un pò demotivato devo dire ed ho il timore che l'oncologo non sia quello giusto e che faccia la scelta sbagliata
ma penso che questo è il pensiero un pò di tutti nel momento che non hanno conoscenze in materia.
salve

[#3] dopo  
Utente 210XXX

salve dottore abbiamo iniziato la chemioterapia il giorno 2febbraio2012 seguendo il seguente schema:

trattamento polichemioterapico di prima linea secondo lo schema XELIRI ( irinotecan 1gg ogni 21gg) e con anticorpo monoclonale(erbitux gg1 ogni 14gg)

analisi mutazionale k-ras: wild type

e poi con compresse xeloda 500mg 5cpr al giorno per 14 gg dopo la chemio.

volevo chiederle com'è questa terapia???
è efficace????
cosa ne pensa? ci potrebbe essere qualche altro protocollo di terapia che sarebbe migliore???

salve