Utente 224XXX
Salve mia moglie operata di carcinoma mammelle bilaterale nel 2006 pt2 n0 a sx, pt 1 n1 (1 su 18 linfonodi). chemio radio ormoni ecc.. fino ad oggi tutto bene le scinti negli anni mostrano sempre alcuni addensamenti classificati finora sempre come artrosi, l'ultima segnala un lieve nuovo addensamento 5° costa e sterno (traumi? non si sbilancia il medico nucleare, ma comunque consiglia una rx )
referto rx "presenza di irregolarità del profilo corticale osseo con aspetto disomogeneo associato a livello dell’arco medio anteriore della 5° costa sinistra. Minima irregolarità del profilo corticale del corpo sternale, vista l'anamnesi della paziente è necessario tc torace"
Chiedo,( in attesa della tac) si può pensare a traumi, artrosi artropatie od altro? oppure onestamente sono solo illusioni.
chiedo anche in questo caso la tac va effettuata con mcd o senza? quale è secondo voi la più mirata?
Vi ringrazio di cuore della risposta
Antonio

[#1] dopo  
Dr. Gianfranco Conti

24% attività
0% attualità
8% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Alcune notizie sono necessarie: dato che sono passati 8 anni dall'intervento iniziale, è previsto una nuova stadiazione della malattia?
La TC sarebbe necessario, con mdc, total body, per valutare non solo se queste lesioni siano metastasi ossee, e se si, se sono presenti altre lesioni in altri organi.
Sarebbe poi necessario associare una PET, per completare la nuova stadiazione.
Dr. GIANFRANCO CONTI

[#2] dopo  
Utente 224XXX

La ringrazio dottore per la sollecita risposta.
mia moglie farà una total body mcd a giorni.
Quando lei dice valutare SE sono e SE si , mi riempie il cuore di una piccolissima speranza.
Approfitto della gentilezza per formulare la domanda in questo modo:
un referto radiografico come quello descritto nel 1° messaggio, in un paziente sano, (55enne) senza alcuna storia oncologica alle spalle, quali malattie (oltre alla neoplasia naturalmente) farebbe venire in mente allo specialista?
Dottore la ringrazio di cuore e le stringo idealmente la mano.
A presto
Antonio