Utente 392XXX
Salve, mia madre ha una neoplasia corpo coda del pancreas . Inizialmente accusava forti dolori alla fascia addominale lato sinistro abbiamo dato sotto prescrizione medica cerotti durog da 50. Qui di seguito esame da endoscopia ago aspirato:

A livello corpo coda pancreatico è presente voluminosa lesione solida di mm 48 x 30. La lesione presenta numerosi noduli satelliti a margini indefiniti. Si segnala inoltre stretta vicinanza con la cena mesentrica superiore senza piano di clivaggio.
Stadio T4N0M0.
Dopo tre cicli di chemio schema gemox tranquillamente tollerata il dolore è completamente scomparso, mangia regolarmente e va regolarmente d di corpo
Le mie domande sono le seguenti??

La mancanza completa di dolore può essere associata alla regressione della massa?

Stesso dicasi per la regolare motilità intestinale regolare??

Inoltre non capisco come mai non mi hanno riferito il grado?? G1 G2 o G3 .

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, Il cancro al pancreas è in aumento nelle società occidentali e si presenta molto spesso in fase avanzata come il caso di sua madre. L'esordio di questa malattia è il dolore lombare o addominale. Il fatto che sua madre abbia risposto alla chemioterapia è un fatto molto positivo in quanto conferma che, in oncologia, il controllo del dolore, dopo la prima fase con un oppiaceo, si ottiene con l'antiblastico. Naturalmente la riduzione del dolore si accompagna alla riduzione della massa tumorale. I medici che la seguono presto le programmeranno gli esami di controllo (TAC) e i mesi di ulteriore chemioterapia.
Detto questo Lei deve aver ben presente l'evoluzione del cancro pancreatico. Non importa il grado o altri indicatori più sofisticati. La realtà di questo tumore è inamovibile ormai da 40 anni. Per questa ragione dato l'ottimo risultato conseguito, che sarà consolidato, Lei deve associare uno stile di vita completamente diverso basato sulle nuove teorie sulla alimentazione che trova ben esposte nel Libro "The China Study" e in "L'alimentazione nella prevenzione del Cancro" (quest'ultimo scritto dal sottoscritto). I dati sono ancora controversi ma esistono testimonianze eclatanti in cui l'alimentazione vegetale e integrale è in grado di stravolgere anche le casistiche più pessimiste. Cerchi e legga attentamente questi libri ed inizi a documentarsi su queste modalità di ausilio non convenzionali. Rimanendo a sua disposizione, cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#2] dopo  
Utente 392XXX

Gentile dottore, la ringrazio vivamente e di cuore per la sua esaustiva risposta. Ho letto Colin Campbell molto interessante come Max gerson ed è breve leggero puro il suo. Non ho avuto modo di dirLe che io già adottò questa dieta prevalentemente vegetariana insieme e succhi estratti, Artemisia annua, funghi medcinali. Purtroppo mio padre è poco informato su queste alimentazioni e vorrebbe sapere il suo personale parere nel caso specifico. Grazie mille. A presto

[#3] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, sono felice che lei conosca ed attui le indicazioni del China Study e conosca il metodo Gerson. Una domanda (a cui risponderò nei prossimi giorni), Lei usa la parola vegetariana che ha un significato diverso da vegetale integrale: quali proteine animali assume? seconda domanda sta effettuando i clisteri al Caffè? Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#4] dopo  
Utente 392XXX

Grazie mille Dott. Per le sua celerità. Si ho fatto a mia madre qualche clistero di caffe settimanalmente e le proteine di origine animali sono le seguenti:
Pesce prevalentemente sgombro
Latte scremato senza lattosio
1 volta ogni 10 gg petto di pollo
So che tutto questo è sbagliato ma come le dicevo in famiglia non tutti sono dicumentati
Tutto il resto è vegetale
Farine senza glutine poiché mia madre è celiaca ma sporadicamente
Molti estratti vivi di frutta fresca
uva per rasveratrolo
Melograno per acido ellagico
Precedentemente albicocca con aggiunta di amigdallina in semi (b17)
Broccoli cavoli
Inoltre sciroppo di aloe arborescens preparato a casa al quale aggiungo il gonaderma lucidum e acido ascorbico il tutto x 3 volte al di
Precedentemente 3 cicli di Artemisia annua preceduti da assunzioni di ferro
Aspetto sue. Grazie

[#5] dopo  
Utente 392XXX

L unica mia perplessità è che so che i chemioterapici agiscono sfruttando i radicali liberi e che tutti questi antiossidanti potrebbero interferire contrastandone i benefici.
Ad ogni esame prima di ogni ciclo gli esami ematocromo sono perfetti e i globuli bianchi sopra i 4000??
Solo un Po le piastrine basse 110 su un valore minimo di 140
Comunque Leo sta bene è energica, riposa bene , digerisce tutto perfettamente, va di corpo giornalmente e non accusa più nessun dolore

[#6] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, La percentuale di proteine animali assunte da Sua madre sembra globalmente inferiore al 5%. I clisteri li potrà riprendere dopo la chemioterapia, soprattutto se fosse presente alito pesante (alitosi). Finisca la Chemioterapia e proceda con i controlli, mantenendo questo regime alimentare ed eventualmente perfezionandolo con quanto è scritto del mio libro. Aspetto sue notizie dopo la valutazione oncologica di fine terapia. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#7] dopo  
Utente 392XXX

Grazie mille dottore, la terrò informata, volevo chiederle dove posso trovare il suo libro?
Dottore un ultima domanda se mi è concessavolevo chiedere come mai hanno eseguito lo schema gemox e non hanno utilizzato gemcitabina e nab paclitaxel.??
Dottore lei pensa che sia giusto ove possibile far regredire completamente la massa portando equilibrio nel corpo ( livello basico - acido) e attivando le cellule naturalmente killer o sia giusto intervenire chirurgicamente?
Dopo aver assunto Artemisia e iniziato succhi ricchi di vitamina b 17 abbiamo eseguito ecoendoscopia ago aspirato dove si notava una diminuizoone rispetto alla la tac di 1,2 cm,..è possibile dovuta alla differenza di macchinari??
Inoltre l equipe medica di Peschiera del Garda che hanno visionato ecoendoscopia hanno rilevato una forma a detta loro" inusuale" che si verifica raramente
Che vorra dire questa forma "inusuale"
Grazie per la disponibilita

[#8] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signora. Può ordinare il libro in libreria oppure utilizzare la mia email che trova in questo sito per comunicarmi l'indirizzo postale cui spedirlo.
Lo schema GEMOX probabilmente è stato utilizzato in quanto presenta effetti tossici minori rispetto ad altri schemi, in particolare quello contenente paclitaxel (Taxolo). Niente toglie che successivamente i medici possano passare ad altri schemi terapeutici. Nel momento decisionale ha molta importanza lo stato del paziente.
Le risposte terapeutiche derivanti da antiblastici sono di solito ben documentate nel follow-up (controlli medici), mentre ben più difficile dire quanto dipenda da altre sostanze. L'artemisia, i succhi di vit. B, la alcalinizzazione del corpo con l'alimentazione sono al momento attuale carenti di studi clinici. I miglioramenti dei pazienti sono classificati come "testimonianze". La riduzione volumetrica della massa pancreatica che si riduce di 1,2cm è comunque un dato reale. Il dato di partenza era 4,8cm. Non so i tempi relativi a queste modificazioni, come pure mi mancano notizie del decorso, ma il dato è positivo. Le cure che sta facendo, sia convenzionali che non, stanno dando (mi pare) risultati positivi. Bisogna insistere, semmai intensificando l'integrazione alimentare. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#9] dopo  
Utente 392XXX

Grazie dottore , mi scusi ho visto solamente adesso il suo messaggio. Grazie veramente per la sua immensa disponibilità professionalità e apertura mentale che sempre mi ha dimostrato. Andrò in libreria se non dovessi trovarlo le farò sapere. La situazione iniziale dava la massa 5,5x 4 cm poi dopo che ho iniziato cicli di Artemisia e dieta alcalinizzante abbiamo fatto ecoendoscopia ago aspirato ed in quella era 4,8x 3 ma il mio oncologo mi disse che poteva essere la differenza tra i due macchinari (tac e ecoendoscopia). La risonanza fatto un giorno dopo la tac dava stesso esito5,5. Solo dopo un mese e con econdoscopia dava 4,8. Dottore poi non mi hanno mai parlato di prognosi. Qualora vi fosse una riduzione della massa e vi sia piano di clivagggio con la vena mesenterica si potrebbe operare a su avviso?? Grazie sempre dott.

[#10] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, telegraficamente: La rimozione chirurgica di una neoplasia del pancreas è una evenienza possibile che aumenta per le piccole formazioni. Ma se effettivamente la dieta vegetale ed integrale funzionasse non c'è bisogno dell'intervento chirurgico che può essere lasciato come riserva. La prossima volta che scrive comunichi l'età e le condizioni di salute della madre. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#11] dopo  
Utente 392XXX

Salve dottore, grazie sempre per l'interessamento e umanità che dimostra.
Mia madre ha 66 anni
È alta 1.58 e pesa al momento 52,8 kg
Quando ha iniziato la chemio pesava 53 kg quindi il peso è rimasto pressocche invariato e siamo prossimi alla 5 chemio
Gli ultimi esami prima della chemio nr 4 davano:
Ematocromo perfetto
Globuli bianchi 4200
Transaminasi perfetta
Glicemia perfetta
Creatininemia perfetta
Ovviamente c è stanchezza e inappetenza
la penso perfettamente come lei, penso che sia meglio lasciar regredire naturalmente e lasciare che la natura faccia il suo corso..
grazie. Cordiali saluti.

[#12] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signora. Grazie dei dati su sua madre che completano il quadro del tumore al pancreas.
Nelle sue parole noto una certa sfiducia con un atteggiamento remissivo rimettendosi al corso della vita. Capisco il suo stato d'animo per la grave situazione della madre, ma si fermi un attimo insieme a sua madre e insieme decidete cosa fare. La strada l'avete già iniziata, ma siete confuse e stanche. Non parlo del fisico che subisce la situazione, parlo della mente. Il corpo insieme alla mente e allo spirito sono un tutt'uno, ma per ottenere risultati bisogna che queste tre entità vadano avanti insieme a braccetto. Una mente felice e sicura è importante per imprimere forza al corpo e sentirsi collegata con la natura. Sorridete insieme e parlate delle cose felici. Queste non sono solo parole di incitamento, è dimostrato che le persone contente hanno un metabolismo più alcalino. L'antico maestro Ippocrate raccontava la melanconia come situazione acida e non favorevole. Abbia speranza e vedrà che sempre la situazione avrà un colore più roseo. L'amore a volte si dimentica ma è una entità con un grande potere. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#13] dopo  
Utente 392XXX

Gentile dottore.
Forse mi sarò spiegato male
Quando parlo di lasciar che la natura facci il suo corso non mi riferisco al decorso della malattia anzi sono fiducioso poiché ho visto cambiare radicalmente la qualità di vita di mia madre che non ha completamente più nessun dolore e questo grazie allo stravolgimento della dieta e l integrazioni e interazione di prodotti naturali precedentemente citati.
Se devo esser sincero non ho tanta fiducia sulla chemioterapia che intossica e indebolisce il fisico che anzi come dice lei ha bisogno la sinergie delle tre forze mente corpo e spirito. Grazie mille
Per correttezza le dico che chi le scrive è un uomo io sono il figlio.
Se dalla valutazione tac risultasse che la chemioterapia ha dato effetti positivi e quindi escludendo l intervento chirurgico cosa è necessario fare?? Grazie dott

[#14] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signore, Mi scusi se non ho sbagliato il sesso che era riportato in alto alla sua prima richiesta di consulto. Lei domanda se la tac dovesse mostrare un miglioramento dopo la chemioterapia, cosa bisogna fare. E' semplice: saranno i medici che seguono sua madre a darle le indicazioni giuste. Probabilmente daranno a Sua madre alcuni mesi per valutare nel tempo l'entità della risposta. Segua i consigli che Le prescrivono nel caso di una augurabile buona risposta. Se la situazione sarà questa ci potremo sentire tra 3-6 mesi. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#15] dopo  
Utente 392XXX

Grazie mille dottore. Quindi lei pensa che avendo la massa una densione di 4,8 cm e da escludere l intervento dopo solo il primo ciclo di chemio. Grazie sempre e arrisentirci

[#16] dopo  
Utente 392XXX

Salve Dottore
Domani mia madre si sottoporra' al quinto ciclo di chemio.
stamattina ha fatto le analisi pre chemio
le riporto dei valori che non mi convincono:

MCH 26.4 SU 27,2- 99
RDW 18,9 su 11 - 16.5 1,10 SU 1,90 - 8.00

LEUCOCITI 2.58 SU 4,80 -10.80
MONOCITI 11,00 SU 3,4 - 9,00
NEUTROFILI 1,10 SU 1,90 - 8,00

SONO VALORI NORMALI CONSIDERATO CHE HA GIA FATTO 4 CICLI DI CHEMIO???
INOLTRE VOLEVO CHIEDERLE DOPO CHE HO GIA CHIESTO ALL'ONCOLOGO CHE HA IN CURA MIA MADRE

NEL "TNM" DATOMI CON DIAGNOSI EFFETTUATO A MODENA TRAMITE BIOPSIA AGOASPIRATO HANNO SCRITTO "uT4N0Mx"
non mi hanno saputo dire che vuol dire la lettera minuscola "u"
grazie mille come sempre dottore.


[#17] dopo  
Utente 392XXX

Salve dottore, le scrivo per comunicarle gli sviluppi dopo tac di controllo.
La neoplasia è regredita di un altro cm, io ovviamente sto continuando con dieta vegetale.
Questo è in sintesi il referto tac:
Voluminosa lesione occupante corpo coda di cm 3.5x 2.8 che assume disomogeneo enhancement con aree ipodense contiquate nel contesto e piccola calcificazione periferica , si associa aumento di densità del tessuto adiposo limitrofo.continua ad apprezzarsi nel suo contesto l arteria spelinica, serliginosa e previa in tutto il suo decorso.mentre la vena splenica non visualizzabile in tutto il suo percorso appare assottigliarsi con focale ipodensita trombotica endoluminale. Meno netta rispetto al. Controllo precedente altra lesione NODULARE solida a carico del margine posteriore del corpo ghiandolare in prossimità della vena spleno mesenterica che in atto risulta regredita di 1,1 CM .
Invariati i restanti reperti per gli organi addominali.
Tac torace mette in evidenza millimetrico linfonodi al di sotto dell Arco aortico ed assenza di versamento pleurico.
Vorrei chiederle cortesemente e se possibile un suo autorevole parere.
Grazie

[#18] dopo  
Utente 392XXX

Dottore, non le sembra "*INUSUALE" un tumore al pancreas a doppia localizzazione??. I chirurghi di Verona hanno usato proprio il termine inusuale. Non potrebbe trattarsi di un tumore neuroendocrino??o un tumore che inizialmente era benigno e poi si è trasformato in maligno a scarsa aggressività?? Grazie sempre. Non ha dato metastasi ad altri organi come vagato come abitualmente al momento della diagnosi già da.

[#19] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
4% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Gentile Signore, scusi il ritardo con cui le scrivo. Rileggendo la sua prima richiesta di consulto, non ho trovato l'esame istologico della endoscopia. Nella descrizione che Lei fa, la massa era di mm 48 x 30 con numerosi noduli satelliti a margini indefiniti. Il confronto delle TAC dovrebbe essere eseguito sempre dallo stesso radiologo e sempre con la medesima apparecchiatura. Non darei troppa importanza alla parola "inusuale" in quanto è la natura del cancro ad essere inusuale.
Penso che sua madre sia quasi al termine della chemioterapia, tossicità ematologica permettendo. Le ricordo che la dieta vegetale ed integrale è importante soprattutto per quel periodo in cui l'oncologia è ferma in attesa degli eventi. Il mio libro è disponibile on line sul Giardino dei Libri. Se lo legge capirà il percorso alimentare nei prossimi mesi. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#20] dopo  
Utente 392XXX

Grazie dottore. Si ha ragione, ma la prima tac riportava
La Massa cm 5,5x4, poi l endoscopia dava 4,8x3 .
Ora la seconda tac riporta i risultati che le ho scritto.
Inoltre l esame istologico non riporta stranamente il grado di malignita e l aggressivita del Tumore e quindi
Se ê ben differenziato o moderatamente differenziato etc etc.
Poi le tac parlano di due masse comunque entrambe ridotte mentrre l endoscopia ne cita solo una . Comunque a brève avra la visita e vedremo il da farsi. Io continuo cosi e acquistero il sul libro online. Grazie di nuovo per la sua immensa disponibilita.