Utente 415XXX
Nel 2010 sono stata operata di carcinoma occulto, ho avuto svuotamento ascellare sx, due linfonodi metastatici. Mastectomia del seno sinistro, analizzato con più di 100 vetrini tutto negativo. Mi hanno rivoltata come un calzino con esami strumentali ma nulla di fatto il carcinoma primario non si è trovato. Ho fatto un ciclo di chemioterapia di 6 mesi. A novembre sono 6 anni, all'oncologo che mi segue quando chiedo se posso ritenermi fuori pericolo ho solo risposte vaghe. Ogni sei mesi faccio i miei controlli, analisi, rx torace, eco addome, ascellare e seno. Per altri esami strumentali l'oncologo non vuole farli dice non è il caso, lei sta bene. L'ultima volta mi ha detto che se c'era una piccolissima cosa da qualche parte con le radiazioni sarebbe cresciuto quindi se mi sentivo bene lui riteneva di non far nulla. Voi cosa mi consigliate? In attesa di un Vostro cortese e sollecito riscontro invio distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Alberto Vannelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
COMO (CO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Dai dati del messaggio, il suo "carcinoma occulto", sembra rientrare nella famiglia dei carcinomi a sede primitiva ignota.
Si tratta di tumori non molto frequente (circa il 4.25% dei tumori), ma comunque aggressivi: quarto posto tra le cause di morte.
Solo per il 20% di questi pazienti è possibile identificarne la sede.
La difficoltà del collega a rispondere alla sua domanda è anche dovuta al fatto che la sopravvivenza normalmente varia da 6 a 10 mesi, quindi lei è decisamente fuori da questa statistica (fortunatamente).
Concordo con la prosecuzione del follow-up come suggerito dal collega. Dopo tutto 6 anni sono decisamente un ottimo risultato e fra qualche anno, se nulla cambia, potrà dirsi guarita
Dr. alberto vannelli
http://www.albertovannelli.it