Utente 421XXX
Buonasera,

mio padre, di anni 65, è affetto, ormai dal 2007, dalla patologia in oggetto, ragion per cui esegue controlli periodici programmati.
Questi, hanno evidenziato negli anni una lenta progressione con qualche arresto occasionale
Per questo motivo gradirei avere qualche chiarimento sui protocolli più recenti attualmente disponibili.

E' una patologia guaribile o comunque è possibile arrestarne la progressione ?

Esistono casi di remissione completa e di sopravvivenza oltre i 10 - 15 anni ?

Grazie per la vs. pazienza

Buona serata

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la gammapatia monoclonale non è ancora una vera e propria malattia e non richiede cure. Tuttavia in una parte dei casi evolve in mieloma multiplo con evidenti lesioni ossee, infezioni e danno renale.
L'evoluzione a cui accenna va esaminata sugli esami di laboratorio fatti in questi anni. Quindi le consiglio di rivedere tutto il percorso con un ematologo che l'aiuterà a capire se, accanto ad un semplice aumento della componente monoclonale (la cosiddetta paraproteinemia che caratterizza le gammaptie monoclobnali), ci siano altri segni o alterazioni.
Molte persone portano avanti una gammapatia monoclonale a vita senza che diventi mieloma multiplo.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro