Utente 100XXX
Gent.ssimi,

da circa 6 anni sono portatrice di lipoma, delle dimensioni di un mandarino, nel terzo medio superiore dell'avambraccio dx, diagnosticato tramite indagine ecografica e RMN. La massa si è evoluta a livello dimensionale pur restando delle medesime dimensioni negli ultimi due anni. A seguito di visita ortopedica mi è stato proposto l'intervento radicale. Vista la posizione della massa temo che l'intervento possa inficiare il movimento del braccio e della mano. Vi chiedo quindi se a vostro avviso sarebbe fattibile una biopsia senza intervento per verificare che la massa sia effettivamente di natura benigna.

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

se Le è stato proposto un intervento radicale con una diagnosi certa di lipoma evidentemente la sua preoccupazione "Vista la posizione della massa temo che l'intervento possa inficiare il movimento del braccio e della mano" è del tutto ingiustificata e potrà essere ribadita e specificata in sede di consenso informato.

Cordiali saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 100XXX

Egr. Dott. Catania,

nella mia prima richiesta non sono stata abbastanza chiara perchè non ho potuto darLe specifiche cliniche che non sono tuttora in mio possesso.
Ciò premesso Le invio una anamnesi più dettagliata. Circa 6 anni fa riscontrando una neoformazione sull'avambraccio ho eseguito ecografia e RSM, che hanno evidenziato un lipoma di circa 2,5 cm. A seguito della visita ortopedica mi è stato sconsigliato l'intervento in quanto, vista la posizione profonda della massa, lo stesso avrebbe potuto creare problemi all'innervazione della mano.
Nei successivi controlli la massa è aumentata fino a raggiungere le dimensioni di 5 cm ormai stabili da circa 2 anni. Il nuovo ortopedico interpellato mi ha consigliato invece l'intervento per scongiurare l'eventuale malignizzazione della massa. I miei quesiti sono i seguenti: è possibile sapere qual'è la percentuale delle malignizzazioni di masse lipomatose profonde? è consigliabile inoltre prima di un eventuale intervento eseguire una biopsia? E' possibile ritrovare dei casi simili al mio per poter avere dei riscontri circa gli esiti di interventi chirurgici?

Ancora grazie
Distinti saluti

Rosalena

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se ci sono dubbi diagnostici c'è l'indicazione all'intervento.

Sugli esiti dell'intervento chirurgico il quesito va posto a chi ha prospettato l'approccio chirurgico .
Impossibile apportare ulteriori contributi tramite internet senza una visita.

Provi a riproporre il quesito anche in area
ORTOPEDICA del nostro sito con maggiori dettagli del referto ecografico, della Risonanza Magnetica e
sede della lesione.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com