Utente 468XXX
vi riporto l'esito dell'esame istologico :i frammenti sono solo x piccola parte rivestiti da epitelio pavimentoso,in granparte risultano privi di rivestimento epiteliale e sono caratterizzati dalla presenza di cellule di foggia assai varia con citoplasmaper lo piu scarsoe nuclei a reticolo cromatico denso e anche irregolarmente disposto.solo in qualche campo si osserva una differenziazione in senso sebaceo di tali elementi cellulari.isole di cellule atipiche infiltrano il connettivo circostante e anke fasci di tessuto muscolare striato dissociandone la composizione.da rilevare che i frustoli inviati sono stati plurisezionati anke in senso ortogonale.discreto il numero di mitosi anche atipiche.
assai spiccata la variazione nella forma e volume dei nuclei.modica reazione flogistica linfoplasmocitaria.i limiti di escissione della eteroplasia casono su tessuto nettamente eteroplastico.
Giudizio diagnostico: carcinoma sebaceo del sopracciglio sinistro.

Il medico anatomopatologo mi ha detto che cmq essendo un tumore maligno,e' destinato a rimanere li' dove si trova e non produce metastasi.mi ha detto di stare cmq tranquillo e che verra asportato il tessuto non asportato durante la prima operazione.voi concordate col suo parere?posso stare trnauiqllo pur vedendo scritto carcinoma su tessuto eteroplastico??
sono in ansia...........

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

certamente la prima cosa da fare è un allargamento del margine chirugico, quindi un reintervento. La situazione anche a mio avviso non è grave ma sentirei anche il parere di un collega radioterapista, dopo l'intervento, per una eventuale terapia locoregionale adiuvante.

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 468XXX

DOTTOR PASTORE LA RINGRAZIO PER LA CELERE RISPOSTA!
VOLEVO CHIEDERLE 2 COSE:
1)DA COSA POSSO CAPIRE CHE LA SITUAZIONE NON E' GRAVE?
2)COSA SI INTENDE PER TERAPIA LOCOREGIONALE?E DI COSA SI TRATTA?

[#3] dopo  
Utente 468XXX

chi mi puo' rispondere per cortesia?????sono davvero in ansia..........

[#4] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
In base alla possibilità di ripresentarsi sulla stessa sede in cui è comparsa la lesione e per evitare eventuali rischi di manifestazione al di fuori del sito in cui è stato resecato il tumore, può essere utile, se i margini di resezione sono ristretti o infiltrati, una terapia locale di completamento all'intervento chirurgico. Potrebbe essere utile la Radioterapia superificiale (elettroni oppure plesioterapia) in grado di ridurre il suddetto rischio sterilizzando, con le radiazioni ionizzanti, la sede di residuo microscopico di malattia (qualora ci fosse realmente...) in alcune sedute.
Bisogna comunque valutarne la fattibilità con una visita accurata e visionando l'esame istopatologico. Gliene parlerà, se utile, il chirurgo.
Abolisca o contenga l'ansia,che è comunque comprensibile: crea solo confusione per lei e per chi la segue.
Cordiali Saluti
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#5] dopo  
Utente 468XXX

lei ha ragione dottore ma non e' facile stare calmi in questi casi....
secondo lei (da quanto legge)e' un carcinoma che puo provocare metastasi o e' localizzato?si capisce se ha confini estesi o meno?
insomma.....devo preoccuparmi(al di la' che crea solo confusione in me e in chi mi segue)o posso stare relativamente tranquillo??

[#6] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Non posso dirle altro, secondo lei allora a cosa servono le visite dal vivo?a visitare il paziente e a leggere i documenti di persona!
In linea di massima comunque consordo con chi la segue, quindi starei tranquillo.
cordialmente
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#7] dopo  
Utente 468XXX

la ringrazio e le faro sapere in seguito alla visita che avro' oggi pomeriggio

[#8] dopo  
Utente 468XXX

l'oncologo che mi ha visitato nn ha notato al tatto dei linfonodi.mi ha detto che e' un tipo di tumore abbastanza aggressivo e che andra' fatto un "generoso lavoro" di pulizia sotto il sopracciglio e forse dopo anke un lavoro di chirurgia plastica.
ora pero leggendo su internet mi sono imbattutto nella lettura del carcinoma a cellule lipidiche che viene considerato "a prognosi cattiva caratterizzato da accumulo di lipidi all'inerno delle cellule".
la mia domanda e': il mio tipo di carcinoma,da quanto si legge,non ha cellule lipidiche giusto?o mi sbaglio?

[#9] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Ne parli pure con l'oncologo che la segue: come vede, dall'esame obiettivo, vengono fuori elementi(linfonodi) che noi non possiamo ottenere, via internet. Essendo tra l'altro un caso infrequente, è meglio che chieda lumi a chi ha tutti gli elementi per darle i chiarimenti che noi, tramite i suddetti limitati mezzi interpretativi, non possiamo darle.
Cordiali saluti
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#10] dopo  
Utente 468XXX

volevo inoltre chiederle:ma essendo arrivato in parte gia sul tessuto muscolare(come si legge dall'istologico)non rischia di diventare troppo pericoloso e produrre metastasi????davvero una volta tolto posso stare relativamente tranquillo?

[#11] dopo  
Utente 468XXX

nessuno puo rispondere per cortesia??

[#12] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Se legge i precedenti, abbiamo già risposto abbondantemente. Il nostro compito è quello di chiarire eventuali dubbi su campi specialistici, ma non fare prognosi o indicare terapie.
Vedrà che le sue ansie svaniranno parlando chiaramente con chi la segue, e se non dovesse succedere o non fosse soddisfatto, per essere maggiormente chiarito, può chiedere anche un secondo parere ad un altro collega del ramo oncologico, ma di persona e con i documenti in mano con calma, non via internet con pochi dati riportati in modo aspecifico.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#13] dopo  
Utente 468XXX

DOTTOR ALONGI,LEI HA RAGIONE,MA LA MIA DOMANDA ERA RIVOLTA PIU CHE ALTRO A SAPERE SE IL CARCINOMA SEBACEO ERA PORTATO A PRODURRE METASTASI O INVECE PUO' PRODURRE IN PREVALENZA SOLO RECIDIVE....
LA MIA DOMANDA NASCEVA IN QUANTO,DOPO AVERE SENTITO DIVERSI PARERI,GLI ONCOLOGI SI SONO DIVISI COME OPINIONE....VOLEVO SOLO SAPERE QUESTO....
MI SCUSI SE NON SONO STATO ABBASTANZA CHIARO IN PRECEDENZA,MA LE MIE DOMANDE NASCONO COME PUO BEN CAPIRE DALL'ANSIA...

[#14] dopo  
Utente 468XXX

potete,per cortesia, darmi una delucidazione in merito?

[#15] dopo  
Utente 468XXX

x favore..........

[#16] dopo  
Utente 468XXX

chi mi puo' aiutare a togliere questo dubbio con una risposta per cortesia?

[#17] dopo  
Utente 468XXX

gentili dottori,ho ricevuto oggi la telefonata dall'ospedale dove mi hanno fatto la revisione dei vetrini e mi hanno detto che quello che ho ,non e' un carcinoma sebaceo ma un " carcinoma annessiale con differenziazione squamosa ed eccrina".
cosa vuol dire?che tipo di tumore e'?provoca metastasi?

[#18] dopo  
Utente 468XXX

???

[#19] dopo  
Utente 468XXX

qualcuno puo rispondermi gentilmente????sono in ansia.....

[#20] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Non può caricare noi delle sue ansie.
Le abbiamo risposto entro i limiti del contributo che potevamo dare. Certe situazioni delicate e poco chiare devono ASSOLUTAMENTE essere affrontate di persona per evitare equivoci o fraintendimenti, sopratutto in persone ansiose o emotivamente provate.
Le dò il solito consiglio, per l'ultima volta:

ADESSO SI DEVE RIVOLGERE AI MEDICI CHE LA SEGUONO.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#21] dopo  
Utente 468XXX

HO RITIRATO OGGI IL REFERTO DELL'ECOGRAFIA E VI E' RIPORTATO COSI:
"IN SEDE LATEROCERVICALE,A LIVELLO 2 DI SX,SI OSSERVANO MULTIPLE ADENOPATIE TENDENTI ALLA CONFLUENZA,DEL DIAMETRO MASSIMO DI 18 MM.
A LIVELLO 3 OMOLATERALE E AI LIVELLI 2 E 3 DI DESTRA SI OSSERVANO UNICAMENTE LINFONODI DI ASPETTO REATTIVO DELLE DIMENSIONI MASSIME DI CIRCA 10 MM.
LE GHIANDOLE PAROTIDI E SOTTOMANDIBOLARI PRESENTANO REGOLARE ASPETTO ECOTOMOGRAFICO.

MI PUO' CHIARIRE E DIRE LA SUA OPINIONE?QUELLE ADENOPATIE TENDENTI ALLA CONFLUENZA COSA SONO?SONO DA PREOCCUPARSI?

GRAZIE

[#22] dopo  
Utente 468XXX

????nessuna risposta?

[#23] dopo  
Utente 468XXX

egregio dottore,ho ritirato oggi l'esito dell'esame istologico seguente l'operazione di escissione completa del tumore,e glielo riporto di seguito:
CARCINOMA ANNESSIALE DI TIPO ECCRINO.G2.
AREE ASSOCIATE DI DIFFERENZIAZIONE SQUAMOSA.
DIMENSIONE MASSIMA 11 mm
INFILTRAZIONE DEL DERMA A TUTTO SPESSORE CON ESTENSIONE A CAMPI DI MINUSCOLO SCHELETRICO SOTTOSTANTE.
PROFONDITA' MASSIMA DI INFILTRAZIONE : 5,8 mm
INVASIONE VASCOLARE:NON EVIDENTE
INFILTRAZIONE PERINEURALE : + (POSITIVA)
MARGINI DI EXERESI:NEOPLASIA CONTIGUA AL PIANO PROFONDO DI EXERESI(DISTANZA MINIMA <0,1 mm)
ALTRI PIANI INDENNI
FRAMMENTO DI TESSUTO MUSCOLARE STRIATO ESENTE DA INFILTRAZIONE NEOPLASTICA

IL DOTTORE MI HA DETTO CHE AVENDO IL TUMORE INFILTRATO IL NERVO(INFILTRAZIONE PERINEURALE)C'E' LA POSSIBILITA' CHE SI RIFORMI LUNGO IL PERCORSO DEL NERVO.
CREDO CHE SE SI RIFORMASSE LUNGO IL PERCORSE DEI NERVI SAREBBE UNA COSA MOLTO PIU SERIA,GIUSTO?PERCHE POI TOGLIERE UN TUMORE DA UN NERVO SAREBBE UN'OPERAZIONE MOLTO PIU COMPLESSA RISPETTO A QUESTA CHE HO SUBITO,O SBAGLIO?MI PUO' GENTILMENTE CHIARIRE LEI PER CORTESIA?

[#24] dopo  
Utente 468XXX

dottore potrebbe darmi una sua spiegazione per favore?