Utente 111XXX
gentile dottore le scrivo circa la situazione di mio padre di anni 58
Diagnosi :metastasi epatiche (VI segmento) ed epipoliche in pz con carcinosi peritoneale diffusa da ca colon discendente (T3 N1 M1 R0) già trattato con endoprotesi.
Tipo di intervento: Mediana,duplice metastasectomia del VI segmento epatico,epiploonectomia,exeresi noduli del meso ileale e peritoneo del Douglas,colectomia sinistra,colo-proctostomia T-T meccanica (ILS 33),duplice drenaggio tubulare(pelvico,sottoepatico), sutura parietale a strati,drenaggio transanale.
esame istologico: intraop.: metastasi epatica di adenoca.adenoca pT4 N1 (3/53) M1 (hep-per) G3. Citologia su ascite positiva per adenoca, metastatico compatibile con l'origine del grosso intestino.
Ha effettuato l'intervento il 2 aprile...a breve inizierà la chemio.
Potete immaginare il nostro stato d'animo...l'intervento è andato bene tra poche settimane dopo i vari controlli inizierà la chemio.
La mia domanda è ci sono farmaci in grado di inseguire la malattia? Quanto tempo mio padre resterà ancora con noi?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

tale condizione necessita di una terapia energica data l'estensione di malattia. Occorre purtroppo dire che assai difficilmente si potrà ottenere una guarigione completa. Quantificare i tempi di evoluzione della malattia è impossibile e certamente una valida terapia potrà porre un qualche freno.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 111XXX

Grazie mille Dottor Pastore.
Ma lei cosa pensa..il fatto che sia stato operato e che comunque l'intervento è andato bene ha delle possibiltà in più? anche perchè mio padre è combattivo e positivo.questo potrà incidere positivamente?una buona cura potrà allungarli la vita?Le nuove terapie di quanto allungano la vita?Cosa importante che voglio chiederle:
Ieri 27 aprile mio padre ha fatto la visita dall'oncologo...e ci ha detto che prima di iniziare la chemio(terapia lunga)deve fare la tac per vedere la situazione dopo l'intervento e vari esami del sangue. quindi dovrebbe iniziare la chemio intorno al 12-13 maggio...premetto che l'intervento è stato fatto il 2 Aprile.
Secondo lei la chemio deve iniziarla prima? visto che sarà già passato un mese dall'intervento o la situazione non cambia. noi temiamo di perdere tempo e che la situazione peggiori sempre più.Cosa ci consiglia? Lo portiamo in un altro centro? Mi scusi per le tante domande ma cerchi di capire il nostro stato d'animo.
Grazie infinite.

[#3] dopo  
Utente 111XXX

Dottor Pastore un 'altra domanda il medico che ci stà seguendo ci ha detto che la medicina è andata avanti e che ci sono buone probabilità...come lei non si è sbilanciato molto...ha soltanto detto che purtoppo la malattia è avanzata e che quindi con la chemio dobbiamo inseguire la malattia ed avere speranza e fiducia.
Lei pensa che la chemio nel nostro caso sia soltanto palliativa o adiuvante? e quindi possa permettere a mio padre di vivere più a lungo? papà ha solo 58 anni.
Spero risponda a tutte le mie domande.
Grazie tante.

[#4] dopo  
Utente 111XXX

Buongiorno Dott. Pastore spero risponda ai miei due messaggi precedenti e a questo.
Siamo riusciti ad anticipare l'appuntamento pe la chemio.
Inizia il 6 maggio. Secondo lei siamo ancora nei tempi giusti?E'stato operato le ripeto il 2 Aprile.Grazie mille.
Cordiali saluti.

P:S: magari il 6 maggio le scrivo circa lo schema della chemio così mi dà la sua opinione.
La ringrazio infinitamente.

[#5] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

il fatto che l'intervento chirurgico abbia rimosso il meglio possibile le masse macroscopicamente evidenti senza dubbio rappresenta un vantaggio. Purtroppo il fatto che la malattia fosse così estesa lascia pochi dubbi sulla presenza di una malattia residua. Concordo con l'effettuare una stadiazione completa prima di iniziare una chemioterapia in modo da avere un punto di partenza da controllare dopo un certo lasso di terapia. La tempistica per iniziare il trattamento è d'altra parte accettabile. Si potrebbe pensare di abbinare alla chemioterapia delle applicazioni di ipertermia in regione addominale. Per maggiori informazioni puoi visitare il mio sito www.ipertermiaroma.it

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#6] dopo  
Utente 111XXX

Gentile dottor Pastore
oggi 6 maggio dopo aver fatto la tac e tutti gli esami del sangue necessari per poter iniziare la chemio;l'oncologo che segue mio padre ci ha fatti tornare a casa dicendoci che prima di iniziare devono ricoverarlo per fare ulteriori esami.Praticamente ci ha detto che devono dare un nome al tumore (se non sbaglio DNA genetico) così da poter intervenire con una chemio mirata.
Le analisi fatte fin'ora sono apposto,i market tumorali tutti negativi..mio padre si sente bene.Lei crede che si stia perdendo tempo?Il ragionamento fattoci dall'oncologo fila..è logico..ma noi siamo confusi visto che il chirurgo che ha operato papà(in tempi rapidissimi)ci ha detto che doveva iniziare la chemio il prima possibile.Il chirurgo poi è anche oncologo..però terminata la parte chirurgica ci ha affidati a l'equipe degli oncologi che si occupa delle chemio.E quindi l'equipe ci ha detto che devono chiamarci per ricoverarlo.A qualcuno dobbiamo pure affidarci...Lei che ne pensa?La cosa potrebbe degenerare sempre più?Poi mi ha parlato di ipertermia...può consigliarmi un buon centro che applica questa tecnica in Puglia o Basilicata?..o comunque sia al sud.Grazie mille.Un affettuoso saluto.

[#7] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

la tipizzazione a livello molecolare del tumore è un ottima cosa. Direi di affidarsi con fiducia all'equipe di oncologi in questione. Per quanto riguarda l'ipertermia posso consigliarti di rivolgerti all'Assie (www.assie.it). Si tratta dell'Associazione Europea di Ipertermia e loro dispongono della mappa di tutti i Centri Italiani (ed anche esteri) che praticano ipertermia. Puoi chiedere telefonicamente del Sig. Rolando anche a mio nome.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#8] dopo  
Utente 111XXX

Grazie mille Dottor Pastore..come sempre gentilissimo!
Grazie a nome di tutta la mia famiglia.
Un abbraccio.