Utente
Buon giorno a tutti, sono una ragazza di 26 anni. Due anni e mezzo fa sono stata vittiam di un 'incidente stradale con la moto (io ero passaggero). Ho riportato frattura scomposta esposta pluriframmentaria e dulcis in fundo infetta (strafilococco caprae) tibia e perone. Subito in trazione x 5 gg poi intervento con fisstori esterni x 5 mesi e mezzo nel frattempo facevo la camera iperbarica per far richiudere la ciste e antibiotici per vari mesi. Dopo 5 mesi e mezzo m'hanno dovuto togliere il fissatore rischio infezione, apparecchio gessato lungo e corto, in attesa di altro intervento chido endomidollare con proteina reattiva x 2 mesi e poi rimosso..passano i mesi ma la situazione non cambia...PSEUDOARTROSI SETTICA con assenza di dolore. Si pensa altro intervento Illiziarof e innesto osseo..7 mesi ma i rusulutati non sono soddisfacenti..anzi STRAFILOCOCCO AUREO CUBICIN 350 mg x 60 giorni..Debellata l'infezione però la gamba si è calcificata inclinata..e poi è stato scoperto che l'infezione non se ne era andata quindi dinuovo cubicin questa volta da 700 mg..attualmente sto in attesa d'intervento per rimuovere l'infezione e raddirizzare l'arto...Il primario m'ha detto che vuole applicare la tecnica dell'ascensore...mi sapete dire cos'è? e poi valutare cosa mettermi..Quello che vorrei sapere ritornerà la mia gamba come prima? cos'altro mi d4evo aspettare? Mi scuso se sono stata troppo lunga ma questa è la storia......GRAZIE

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La tecnica dell'ascensore è un sistema utilizzato insieme al fissatore esterno per portare a contatto i monconi ossei in pseudoartrosi senza avere per conseguenza un accorciamento dell'arto. La semplice compressione proprio in quanto tale farebbe avvicinare i monconi e quindi accorciare l'osso; con l'ascensore l'osso viene contemporaneamente allungato in zone lontane dal focolaio di pseudoartrosi. Glielo spiegherà molto meglio l'ortopedico che La segue perché potrà usare le radiografie per farGlielo capire; e lo farà sicuramente perché farà parte del consenso informato che dovrà dare prima dell'intervento. Farà a lui anche le altre domande"ritornerà la mia gamba come prima? cos'altro mi devo aspettare? " perché le risposte richiedono elementi di cui non dispongo.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it