Utente
Buongiorno,sono un ragazzo 25enne ed avrei bisogno di un vostro parere in merito ad un leggero infortunio subito al ginocchio.
Da circa un anno, quando gioco a calcio, utilizzo una fascia elastica per il ginocchio sinistro poichè in passato ho avuto qualche leggero fastidio;sabato scorso (unica volta in cui ho dimenticato di indossare la fascia elastica),giocando a calcio come da due anni a questa parte, la mia gamba sinistra ha vuto un movimento a dir poco innaturale:è accaduto che il ginocchio si è piegato in senso opposto al movimento naturale che ci è consentito (con un simbolo potremmo indicarlo così "<"), ossia tra la parte anteriore della coscia e la tibia si è formato un angolo inferiore a 180° (quindi così ">").Il fastidio,così come il dolore, è stato forte ma dopo qualche minuto ero regolarmente in piedi,ho camminato senza alcun problemia e mi sono diretto da solo in infermeria dove ho applicato del ghiacchio per circa mezz'ora.
Ad oggi non ho alcun fastidio,nessun dolore,cammino regolarmente,muovo il ginocchio con facilità,riesco a salire le scale saltando due gradi per volta,vado in bici.Ho notato soltanto una cosa:poggiando il palmo della mano sulla rotula e piegando il ginocchio si percepisce un leggero "rumore",come se ci fossero dei minuscoli granelli e nella fase finale della distensione della gamba un leggerissimo scatto verso sopra (in direzione del femore) della rotula,quasi impercettibile.Aggiungo che il leggero "rumore" lo sento anche nel ginocchio destro anche se in maniera più contenuta.
Ho pensato di prenotare una visita medica per effettuare una risonanza magnetica ma prima mi farebbe piacere avere un vostro parere in merito all'infortunio descitto e all'opportunità di effettuare degli esami specifici poichè,come ho già detto,non ho nessun tipo di dolore o fastidio.
Inoltre vorrei sapere se posso riprendere l'attività sportiva che pratico non a livello agonistico o se corro il rischio di infortuni gravi che al momento l'assenza di dolore mi porterebbe ad escludere.
Sperando di essere stato chiaro nell'esposizione del problema,vi rigrazio dell'attenzione che vorrete prestarmi.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Alfonso Ussia

20% attività
0% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
COSENZA (CS)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Gentile utente
debbo premettre che senza un diretto ed accurato esame clinico non si può fare una diagnosi precisa e quindi esprimere un parere altrettanto preciso, in verità però la sua descrizione sia anamnestica che dei sintomi è stata talmente precisa e minuziosa per cui si può ipotizzare quanto segue:
Lo scatto da lei avvertito potrebbe essere una sub lussazione anteriore della tibia ripetto al femore che rientra quando estende completamente il ginocchio ,che noi ortopedici descriviamo come Jerk test positivo, e che è indicativo di una lesione del LEG. CROCIATO ANTERIORE.
Sicuramente è consigliabile prima una accurata visita medica specialistica che stabilirà quali opportuni esami strumentali sono necessari(sicuramente una RMN) per fare una diagnosi corretta.Per il momento mi asterrei dal praticare attività sportiva. Mi tenga informato
Cordiali saluti
DR. USSIA ALFONSO
Dr. Ussia Alfonso

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dottore,
la ringrazio della risposta puntuale e dettagliata ma mi consenta alcune brevi riflessioni.
Le confesso che la lettura della diagnosi mi ha non poco preoccupato,ovviamente nessun addebito nei suoi confronti.
Navigando in internet ho rintracciato alcuni video (http://www.orthopedie-genou.com/legamento_crociato_anteriore/jerk_test_pivot_schift.htm) per cercare di capirne di più in attesa di svolgere gli esami che mi ha indicato; orbene,non so quanto abbiano a che fare con quanto mi ha gentilmente scritto nella sua risposta ma mi preme informarla che i movimenti riprodotti nel video (manovra di lachman, jerk test) sono decisamente lontani dalla mia condizione.Non voglio mettere in dubbio le sue affermazioni,lungi da me,lo dico soltanto al fine di rendere più chiara la mia esposizione del problema.
Le chiedo,inoltre,se è possibile che non avverta alcun tipo di dolore qualunque sia il movimento effettuato,compreso il calciare un pallone.
La ringrazio nuovamente,
cordialmente
Alessandro De Matteis