Utente
Gentilissimi dottori,da due settimane ho "problemi" agli arti inferiori ed essendo all'estero non so che pesci pigliare! Vi illustro i miei precedenti, se possono essere d'aiuto:
-più di 10 anni fa ho avuto un incidente:il ginocchio sinistro non si è rotto ma ho dovuto fare numerose sedute per asportare con siringa il liquido che si era formato dopo il trauma. da quel momento il ginocchio non ha mai recuperato sensibilità nella zona della cicatrice e dà qualche"scricchiolio". per il resto tutto bene, salvo sporadici episodi di dolore, per così dire, "reumatico" che si risolvono facilmente con un antidolorifico.
-3-4 anni fa: stiramento, a lezione di danza, all'adduttore destro. al momento della visita ortopedica il medico disse che era in via di guarigione ma in realtà ho sempre continuato a sentire dolore durante lo stretching e alla fine ho smesso di fare danza.
Veniamo ad ora: quasi 2 mesi fa mi sono accorta di avere un linfonodo inguinale leggermente ingrossato a destra e un bozzo ben evidente all'inguine sinistro che però non sembrava un linfonodo ma un legamento (ma molto più apprezzabile di quello nel lato destro). mi sono fatta visitare da un chirurgo che ha detto che a destra c'era un linfonodo davvero piccolo che si sentiva essendo io molto magra. A sinistra ha confermato che si trattava del legamento inguinale un po' "edemizzato" forse a causa di un piccolo trauma di cui non mi sono neanche accorta. Ha detto che poteva rimanere lì anche mesi e che se avesse dovuto far male(ma non era il mio caso)potevo prendere un antinfiammatorio.Torno all'estero per motivi di studio. dopo 2 giorni mi capita di visitare un museo molto grande e di camminare per circa 3-4 ore. mi prende un leggero dolore al famoso legamento di sinistra che però dopo circa un'ora diventa un dolore fortissimo a inguine e gamba DESTRA. essendo io alquanto ipocondriaca, ripenso subito al linfonodo e telefono al chirurgo: lui esclude tassativamente che un linfonodo tanto piccolo possa dare questo fastidio, tanto più che era un dolore muscolare (soprattutto se alzavo anche minimamente la gamba)che a riposo non faceva male affatto. dopo 3 giorni la situazione si è normalizzata ma, nonostante abbia preso per circa 5 giorni degli antinfiammatori, mi rimanevano sporadiche fitte ad entrambi i lati dell'inguine, a volte anche al pube, oltre alla sensazione di avere le gambe praticamente di piombo! ieri mi è ricapitato di camminare per circa un'ora ed è ricominciato il dolore a destra, soprattutto all'adduttore (interno coscia molto vicino al pube) ma esteso anche a gamba, natica e schiena. Con un antidolorofico ed è passato, ma mi sono accorta di avere il ginocchio SINISTRO un po' gonfio, anche se non fa male. Oggi ho ancora le gambe molto pesanti e sento questo ginocchio molto rigido, anche se non dolorante. Io tornerò in Italia tra un mese,nel frattempo qualcuno di voi può ipotizzare qualcosa e darmi un consiglio?oppure dovrei trovare il modo di fare una visita qui? grazie!

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sicuramente la cosa più corretta è farsi visitare lì. A distanza è difficile fare ipotesi utili per il Suo caso: a distanza con i soli elementi disponibili posso fare solo ipotesi campate in aria che non hanno nessuna utilità per Lei non potendo scegliere nè io nè Lei quella specifica per il Suo caso. E' possibile che si tratti di una pubalgia per infiammazione di un tendine. Il gonfiore al ginocchio controlaterale potrebbe essere dovuto al fatto che per proteggere l'arto destro ha sollecitato di più il sinistro, oppure solo al fatto che ha camminato molto e/o è stata molto in piedi
Ci tenga aggiornati, se vuole
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dott. Donati. Vedrò di organizzarmi! Lei crede che sia meglio rivolgersi direttamente ad uno specialista senza passar prima da un generico, giusto? nel frattempo c'è qualcosa che mi si consiglia o sconsiglia (sempre tenendo conto del fatto che non è possibile eseguire una diagnosi a distanza)... devo comunque cercare di non stancare o sforzare le parti interessate? il ginocchio sembra essersi sgonfiato ma rimane la rigidità e i dolorini ad entrambi i lati dell'inguine...
Grazie ancora, vi farò sapere come procede!

[#3]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Due cose da fare
1)visita specialistica
2)evitare attività, gesti, ecc che provocano dolore
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it