Utente
Salve, Domenica scorsa 1° Aprile giocavo a calcio con degli amici ad un certo punto mi fermo e faccio per scattare indietro ma il mio ginocchio fa uno strano rumore e mi si impunta il piede (in pratica mi si è girato il ginocchio)....ho dovuto chiudere li la partita dato che non riuscivo neanche a stare in piedi, mi hanno dovuto aiutare per tornare alla macchina, il giorno successivo mi reco in ospedale dove mi fanno una Lastra al ginocchio da cui non risulta nessun danno, faccio quindi una vista dall ortopedico dell ospedale che mi dice che non ho subito alcun danno ai legamenti e al menisco e ho solo una forte distorsione, quindi riposso per una sttimana e Ghiaccio...ora è passata una settimana e il ginocchio è ancora un pochino gonfio e non riesco a camminare nè a stendere la gamba perchè mi provoca un forte dolore...ora chiedo ma è normale che dopo una settimana faccia ancora male cosi? e dia questi sintomi? Non è il caso di una risonanza? ah e non dovrei prendere degli antinfiammatori?,.....Grazie Mille per le risposte.

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2012
Se il collega ortopedico visitandola non ha avuto dubbi su un eventuale interessamento di legamenti o menischi, merita fiducia e quindi aspettare prima di eseguire una RMN.
Se non ha assunto fino ad esso antinfiammatori, deve essere preso in considerazione l'assunzione quotidiana per 4-5 giorni di un antifiammatorio.
Infine potrebbe essere presa in considerazione un'artrocentesi con successiva infiltrazione steroidea per una piu' rapida risoluzione del problema.

Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore, un altra domanda non è strano che i sintomi ormai dopo un lieve miglioramento perdurano da 3 giorni senza alcun altro miglioramento? Come mai non mi hanno fatto subito un artrocentesi?

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2012
I tempi di recupero purtroppo non sono mai rapidi e mi sembra comunque di aver capito che non ha assunto antinfiammatori nei giorni scorsi che la potessero aiutare a "sfiammare" il ginocchio.
In genere un versamento articolare in seguito ad un trauma tende a riassorbirsi lentamente da solo, con il riposo e l'assunzione di antinfiammatori.
Credo che nel suo caso lo specialista non abbia ritenuto necessario l'artrocentesi pensando che il problema si potesse risolvere spontaneamente mediante i consigli che Le sono stati suggeriti.

Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente
Questa è la risonanza al ginocchio:

Non si apprezzano lesioni di natura post-traumatica a carico delle fibrocartilagini meniscali.
Non valutabile il legamento crociato anteriore in tutto il suo decorso anatomico.
Tale reperto risulta meritevole di videat biomeccanico presso l'ortopedico di riferimento onde escludere lesione inverata dello stesso.
In atteggiamento di sublussazione sul versante interno appare la porzione di passaggio corpo-corno del menisco omolaterale.
Sofferenza subcondiale dell'empiatto tibiale mediale.
Aumento della quota fluida intra-articolare espressione di senovite reattiva.
Necessario videat specialistico presso l'ortopedico di referimento.


Vorrei sapere grosso modo cosa c'è...grazie mille

[#5]  
Attivo dal 2007 al 2012
In parole piu' semplici vuol dire che chi ha refertato la RMN non riuscendo a vedere tutto il decorso del legamento anteriore (cioe' dall'origine all'inserzione)ha sospettato una lesione del legamento e quindi consigliato una valutazione clinica da parte dell'ortopedico che con una manovra semeiologica (ricerca del segno del cassetto) dovrebbe rendersi conto se vi e' una rottura (normalmente dovrebbe essere il contrario, ossia il medico con la manovra positiva fa diagnosi di sospetta lesione e quindi si fa una RMN per la conferma del sospetto diagnostico, cosa che mi sembra avesse escluso all'inizio l'ortopedico).
Lo stesso consiglio di valutazione clinica vale per la presenza del versamento articolare.
L'ipotesi piu' ragionevole e' che il versamento articolare abbia reso difficoltoso la "refertazione" e quindi tratto in inganno il radiologo che ha posto il sospetto di lesione, mentre la sofferenza dell'osso subcondrale e' sicuramente correlata al versamento.
Comunque da un punto di vista pratico e' necessario praticare un'artrocentesi con successiva infiltrazione steroidea(Triamcinolone acetonide 40 mg).
Una volta sfiammato il ginocchio se dovessero persistere dei problemi si pensera' ad altre eventuali soluzioni.


Cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente
Salve, sono passati più di quindici giorni da quando mi sono fatto male e ora cammino con l'aiuto di una stampella ma senza mi è molto difficile, in oltre c'è ancora un piccolo rigonfiamento al ginocchio....oggi mentre camminavo ho sentito il ginocchio cedere e rimettersi in sede da solo, a questo ha seguito un forte dolore che è durato al massimo un minuto, Ho paura che l'antiinfiammatorio non serva a niente dato il perdurare dei sintomi....a questo punto è necessario siringare il liquido nel ginocchio? Cosa ne pensa in generale? GRAZIE MILLE.

[#7]  
Attivo dal 2007 al 2012
Come gia' le avevo scritto il 10 aprile, sicuramente un'infiltrazione avrebbe migliorato la sua sintomatologia dolorosa ma e' anche da rivalutare clinicamente il legamento crociato anteriore.
Sarebbe dovuto rivolgersi ad un ortopedico dopo aver eseguito la RMN e se non lo ha ancora fatto Le consiglio di non aspettare altro tempo.

Cordiali saluti