Utente cancellato
Salve cari dottori.
Vi espongo il mio problema. Ieri, in seguito ad una caduta, ho sbattuto violentemente l'osso sacro. Attualmente provo dolore non lancinante, sopportabile ma fastidioso, nel camminare, nel flettere il busto a dx, sx e in avanti, e nel compiere altri movimenti.
Vorrei capire se devo preoccuparmi per un'eventuale frattura o dislocazione dell'osso...in che caso dovrei farmi visitare? Ci sono segni particolari, oltre ad un eventuale permamenza del dolore nei prossimi giorni?

Grazie per la solita disponibilità!

[#1]  
Dr. Michele Calderaro

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
gentile utente,

credo che se il dolore persiste è opportuno farsi visitare ed eventualmente eseguire una radiografia per escludere una frattura o una lussazione del coccige.

cordiali saluti

Michele Calderaro
Dr. Michele  Calderaro - Roma
Specialista in Ortopedia e Chirurgia della Mano

[#2] dopo  
136438

dal 2010
grazie mille per la risposta puntuale!
In realtà credo non ci sia un interessamento del coccige, perchè il dolore che avverto è sulla parte alta del sacro.

Grazie mille per il consulto!

[#3] dopo  
136438

dal 2010
Scusate se disturbo nuovamente, ma ho un altro piccolo problema. Mentre il dolore nella zona del sacro sta diminuendo (anche se molto lentamente) da stamane avverto un dolore alle ultime costole, nella parte posteriore (10 /15 centimetri dalla colonna vertebrale). Avverto il dolore solo facendo particolari movimenti, tossendo o starnutendo. E' il caso di fare un RX anche per questa cosa? Aspetto qualche giorno? Vale davvero la pena che prenoti un RX per una cosa sulla quale probabilmente non si potrà neanche intervenire?

Grazie ancora!

[#4]  
Dr. Michele Calderaro

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
per essere sicuri della diagnosi è opportuno della diagnosi ma come giustamente ha detto lei non si può intervenrire quindi osservi del riposo di alcuni giorni ed effettui la radiografia se persiste il disturbo.
cordiali saluti
Dr. Michele  Calderaro - Roma
Specialista in Ortopedia e Chirurgia della Mano