Utente
Mercoledi 20 mattina,qualche tempo dopo aver rifornito il reparto frigo per il discount dove lavoro, ho notato un dolore non fortissimo al polso sx,nella zona ulnare in caso di torsione del braccio e della mano.Appena sono arrivata a casa ho pensato di fare una fasciatura con benda non elastica,non troppo stretta,e lasciandolo a riposo non avvertivo nessun dolore nè fastidio.La mattina seguente siccome avevo ancora dolore, ho deciso di rimanere a casa dal lavoro per far riposare l'articolazione, ma nonostante ciò il giorno seguente sono andata dal dottore per avere una valutazione.Preciso che non sono nè caduta,ne ho fatto sforzi particolari o differenti da quelli che faccio di solito,nè ho urtato il polso o la mano.La sera di giovedì ho provato a mettere del ghiaccio ma ho dovuto toglierlo quasi subito perchè il dolore è aumentato molto e sentivo che mi prendeva anche un nervo o tendine del braccio,dal lato ulnare, che arrivava fino al gomito Il dottore mi ha mandato a fare una lastra, siccome due anni fa ho avuto un incidente dove avevo battuto il polso. In quel caso era stata fatta la lastra ma non era risultato niente,e avendolo tenuto a riposo(non mi sono mossa di casa per un mese)La sera di sabato ho iniziato ad avvertire formicolio principalmente nel mignolo ed anulare, e minimamente nel resto della mano. Nei giorni seguenti ho avvertito alle volte formicolio come descritto sopra, dolori "leggeri" come quello iniziale (del tipo direi "pungente") anche al lato radiale ed al centro del polso, con debolezza della mano e alle volte anche del braccio intero.Ricordo che il dottore mi ha prescritto Nimedex in bustine, per i primi 2 giorni una dopo i pasti, e nei successivi metà bustina dopo ogni pasto.Il martedì ho ritirato le lastre, l'esito è: Artrosi radio-carpica. Non lesioni ossee focali.Stamattina, mercoledì 27 mi sono recata dal dottore con le lastre.Dopo avergli descritto i nuovi sintomi, il suo parere è che il mio problema non dipende dall'artrosi, perciò mi ha prescritto un ecografia muscolotendinea e una visita ortopedica. Continuando l'assunzione del farmaco sempre nella dose metà-metà. Ho telefonato per prenotare l'eco e ho l'appuntamento è il 16 febbraio.Vorrei avere un altro parere per sapere più o meno a cosa vado incontro, e soprattutto avere un consiglio riguardo al fatto di andare a lavorare.Non vorrei stare a casa 3 settimane quando potrei andare a lavorare siccome il dolore va a momenti, e più che altro sento un senso di debolezza dopo aver fatto anche il minimo sforzo (anche solo il tenere fermo il piatto mentre lo lavo)Però d'altra parte non vorrei andare a sforzarlo e rischiare di peggiorare la situazione, perchè ripeto non si sa ancora cosa può essere.Ricordo che ho 22 anni, e oltre l'urto dell'incidente avuto 2 anni fa.
Anche dopo aver scritto questo testo sento non proprio dolore, ma debolezza del braccio.

[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, da come descrive la Sua sintomatologia, sono d'accordo con il Suo medico curante: non sembra essere l'artrosi a causare i Suoi sintomi.
Pur con tutte le limitazioni insite nel consulto a distanza e senza poterLa visitare, credo che i disturbi che più probabilmente possono causare il Suo dolore siano una sofferenza del nervo ulnare al polso, oppure una tendinopatia del flessore ulnare del carpo.
L'ecografia che Le ha prescritto il medico POTREBBE mostrare qualche segno di una eventuale tendinopatia, ma l'esame fondamentale da fare per valutare il nervo ulnare è l'elettromiografia.
Se non notasse beneficio dal nimesulide lo sospenda pure, non è indicato in queste patologie.
Provi a chiedere al Suo medico cosa pensa degli integratori alimentari a base di vitamina B e/o acido alfa-lipoico: non sono farmaci, e potrebbe iniziare a prenderli già in attesa di formulare una diagnosi.
Le consiglio anche di acquistare un tutore di polso con palmare rigido (non è necessario che blocchi anche il pollice) da indossare durante la notte e durante le ore lavorative, ma non stretto.
Mi faccia sapere l'evoluzione della cosa.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2] dopo  
Utente
ho l'ecografia il 15 e la visita ortopedica il 26. nell'attesa seguirò il suo consiglio di acquistare il tutore e degli integratori.
la terrò aggiornata, grazie.

[#3]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Mi tenga informato sui miglioramenti e soprattutto sui risultati dell'elettromiografia.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#4] dopo  
Utente
Risultato eco: tendine estensore ulnare del carpo e guaina ispessiti rispetto al polso dx.
ho ricominiciato a lavorare settimana scorsa esiccome il dolore lo sento solo facendo sforzi e alzando pesi, mi limito a usarlo come appoggio. farò sapere

[#5] dopo  
Utente
Ieri ho fatto la visita ortopedica. L'esito è:
Tenovaginalite polso sx, in regressione dopo periodo di riposo.
Pennsaid 10 gtt per 2-3 volte al giorno con lieve frizione.

A dir la verità l'ortopedico non mi ha convinto più di tanto, il polso non l'ha quasi neanche guardato, mi ha solo fatto stringere il pugno per vedere se mi faceva male e controllava se sentivo la scossa picchettando il tendine. Disturbi che non apparivano tra quelli che gli avevo esposto qualche minuto prima.

Infatti il dolore appare solo se faccio un grande sforzo, o se faccio piccoli sforzi ripetuti - sempre relativamente all'alzare pesi - oppure a volte sento il braccio pesante, intorpidito (senza più formicolio però)

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, volevo farvi sapere che dopo ormai due mesi dall'inizio dei disturbi ancora oggi avverto dolore, che ora si localizza anche verso il gomito.
Fino alla settimana scorsa avevo dolori e sensazione di debolezza discontinui, ma da domenica scorsa ho iniziato a sentire molto di più e più spesso (praticamente tutti i giorni) dolore e intorpidimento lungo tutto l'avambraccio e mi ritrovavo quasi sempre a "sbattere" la mano come per diminuire il disturbo. il dolore adesso mi viene anche a riposo, per cui ieri sono andata dal medico che mi ha prescritto l'rx al gomito e l'elettromiografia, anche se secondo lui (cosa che avevo ultimamente iniziato a pensare anche io dopo essermi un pò domumentata su internet) al 90% si tratta di una compressione del nervo ulnare al gomito, e ha detto che forse sarà da operare.
L'elettromiografia ce l'ho il 6 di aprile (mi ha messo il bollino verde) mentre l'rx l'ho fatta subito ieri mattina e posso ritirarla dal 1 aprile.

Vi farò sapere come prosegue la situazione.